Report

DIPENDENZA ENERGETICA

Immagine abstract
Abstract: 
L'indicatore mostra la dipendenza dell'economia nazionale dalle importazioni di diverse fonti energetiche per soddisfare il proprio fabbisogno. La diminuzione della quota di petrolio e l’incremento della quota di energia da fonti rinnovabili determina la diminuzione della dipendenza energetica nazionale. A partire dal 2007 si osserva una riduzione della dipendenza energetica, passata dal valore massimo registrato nel 2006 dell'85,5% al minimo del 76,8% del 2014. Negli ultimi anni la dipendenza energetica presenta un incremento e nel 2017 fa registrare il 78,4%.
Descrizione: 
L'indicatore mostra la dipendenza dell'economia nazionale dalle importazioni di diverse fonti energetiche per soddisfare il proprio fabbisogno. L'indicatore è calcolato dal rapporto tra importazioni nette e disponibilità al netto delle scorte.
Scopo: 
Fornire informazioni relative alla sicurezza dell'approvvigionamento di risorse in termini di livello di dipendenza dalle importazioni di fonti energetiche ed energia elettrica primaria.
Rilevanza: 
È di portata nazionale oppure applicabile a temi ambientali a livello regionale ma di significato nazionale
È in grado di descrivere il trend in atto e l'evolversi della situazione ambientale
È semplice, facile da interpretare
È sensibile ai cambiamenti che avvengono nell'ambiente e collegato alle attività antropiche
Fornisce un quadro rappresentativo delle condizioni ambientali, delle pressioni sull'ambiente o delle risposte della società, anche in relazione agli obiettivi di specifiche normative
Fornisce una base per confronti a livello internazionale
Misurabilità: 
Adeguatamente documentati e di qualità nota [Accessibilità]
Aggiornati a intervalli regolari secondo fonti e procedure affidabili [Tempestività e Puntualità]
Facilmente disponibili o resi disponibili a fronte di un ragionevole rapporto costi/benefici
Una "buona" copertura spaziale
Una "buona" copertura temporale (almeno 5 anni)
Solidità: 
È basato su standard nazionali/internazionali e sul consenso nazionale/internazionale circa la sua validità
È ben fondato in termini tecnici e scientifici
Possiede elementi che consentono di correlarlo a modelli economici, previsioni e sistemi di informazione
Presenta attendibilità e affidabilità dei metodi di misura e raccolta dati
Comparabilità nel tempo
Comparabilità nello spazio
Riferimenti normativi: 
Conclusioni Consiglio Europeo 8/9 marzo 2007
7° PAA – Decisione n. 1386/2013/UE del Parlamento europeo e del Consiglio
Obiettivi fissati dalla normativa: 
Sebbene non vi siano percentuali di importazioni di fonti energetiche fissati dalla normativa, per soddisfare il fabbisogno nazionale, l'indicatore si inscrive negli obiettivi considerati dal Consiglio europeo dell'8/9 marzo 2007 per ridurre le emissioni di gas a effetto serra in relazione alla produzione e impiego di energia. In particolare, le Conclusioni della Presidenza affermano che "la politica energetica per l'Europa (PEE), rispettando pienamente il mix energetico scelto dagli Stati membri e la loro sovranità sulle fonti di energia primaria e sostenuta da uno spirito di solidarietà tra gli Stati membri, perseguirà i tre obiettivi seguenti:
- aumentare la sicurezza dell'approvvigionamento;
- garantire la competitività delle economie europee e la disponibilità di energia a prezzi accessibili;
- promuovere la sostenibilità ambientale e lottare contro i cambiamenti climatici."
DPSIR: 
Determinante, Risposta
Tipologia indicatore: 
Descrittivo (tipo A)
Riferimenti bibliografici: 
http://ec.europa.eu/eurostat/cache/metadata/EN/tsdcc310_esmsip.htm
MSE, 2018 La Situazione energetica nazionale nel 2017
Limitazioni: 
Non compilato  
Ulteriori azioni: 
Non compilato  
Frequenza rilevazione dati: 
Annuale
Accessibilità dei dati di base: 
MSE, Bilancio energetico nazionale
Database Eurostat
Fonte dei dati di base: 
ENEA (Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente), MSE (Ministero dello sviluppo economico)
Unità di misura: 
Percentuale (%)
Descrizione della metodologia di elaborazione: 
L'indicatore è calcolato dal rapporto tra importazioni nette e disponibilità al netto delle scorte. Tale indicatore, insieme ad altre statistiche energetiche è parte integrante del sistema europeo di statistica (ESS).
Core set: 
Sviluppo sostenibile europeo (EUSDI) del 2015
Resource Efficiency Scoreboard
7EAP - Dati sull'ambiente
Tipo rappresentazione: 
Grafico
Tabella
Periodicità di aggiornamento: 
Annuale
Copertura spaziale: 
Nazionale
Copertura temporale: 
1990-2017
L' ENEA calcola l'indicatore a livello nazionale per le singole fonti energetiche e per il vettore energia elettrica primaria, la cui metodologia è condivisa a livello internazionale.
Stato: 
Medio
Trend: 
Stabile
Descrizione dello stato e trend: 
La mancanza di disponibilità di fonti energetiche interne rende l’Italia un paese a elevata dipendenza energetica. Nel periodo 1990-2017 il Paese mostra ampie oscillazioni con un valore medio dell'82,7% (Tabella 1 e Figura 1). A partire dal 2007 si osserva una riduzione della dipendenza energetica, passata dal valore massimo registrato nel 2006 dell'85,5% al minimo del 76,8% del 2014. Negli ultimi anni la dipendenza energetica mostra un incremento e nel 2017 fa registrare il 78,4%.
Commenti: 
Delle diverse fonti energetiche, la dipendenza dalle importazioni per combustibili solidi e petrolio appare particolarmente elevata, con valori medi, nel periodo 1990-2017, rispettivamente del 99,4% e 95,8% (Tabella 1 e Figura 1). Per il petrolio si osserva una diminuzione della dipendenza fino al valore minimo registrato nel 2014, pari al 92,5%; successivamente torna a crescere fino al 96,1% del 2017. Per i combustibili solidi, la dipendenza dalle importazioni è pressoché totale. L’andamento della dipendenza per il gas naturale mostra una rapida crescita passando dal 64,3% del 1990 al 92,6% del 2017. La dipendenza dalle fonti rinnovabili fa registrare un aumento, dall'1,4% del 1990 al 13,3% del 2011, seguito da una ripida diminuzione fino all'8% del 2017.
Allegati: 
AllegatoDimensione
Office spreadsheet icon DXX_DIP_Tabella 1.xls21.5 KB
Image icon DXX_DIP_Figura_1.jpg77.15 KB
Office spreadsheet icon DXX_DIP_Fig_1.xls28 KB