POPOLAZIONE ESPOSTA AD ALLUVIONI

Autori: 
Martina Bussettini, Barbara Lastoria
Immagine abstract
Abstract: 
L'indicatore fornisce un quadro della popolazione residente in aree allagabili (popolazione esposta a rischio di alluvioni) su base nazionale, regionale, provinciale e comunale. In Italia, la popolazione residente in aree a pericolosità/probabilità elevata è il 4,1% del totale nazionale (2.431.847 abitanti); quella esposta a pericolosità/probabilità media è l’11,5% (6.818.375 abitanti) mentre la popolazione in aree a pericolosità/probabilità bassa è pari al 20,6% (12.257.427 abitanti).
Descrizione: 
L'indicatore fornisce informazioni sulla popolazione esposta a rischio alluvioni in Italia. La stima è stata effettuata utilizzando come dati di input: la Mosaicatura nazionale ISPRA 2020 realizzata da ISPRA nel 2021 sulla base delle aree a pericolosità idraulica elevata (HPH - High Probability Hazard), di quelle a pericolosità media (MPH - Medium Probability Hazard) e di quelle a pericolosità bassa (LPH - Low Probability Hazard), perimetrate dalle Autorità di Bacino Distrettuali e aggiornate al 2020; i dati di popolazione alla scala di cella censuaria relativi al 15° Censimento della popolazione ISTAT (2011); i limiti amministrativi ISTAT (2020).
Per popolazione esposta a rischio di alluvioni si intende la popolazione residente in aree allagabili che può subire danni a seguito di alluvioni (morti, dispersi, feriti, evacuati).
Scopo: 
Fornire un quadro aggiornato e unitario delle conoscenze sulla popolazione esposta a rischio alluvioni su base nazionale, regionale, provinciale e comunale.
RILEVANZA - L'indicatore: 
È di portata nazionale oppure applicabile a temi ambientali a livello regionale ma di significato nazionale
È in grado di descrivere il trend senza necessariamente fornire una valutazione dello stesso
È semplice, facile da interpretare
È sensibile ai cambiamenti che avvengono nell’ambiente e/o delle attività antropiche
Fornisce un quadro rappresentativo delle condizioni ambientali, delle pressioni sull’ambiente o delle risposte della società, anche in relazione agli obiettivi di specifiche normative
MISURABILITÀ - I dati utilizzati per la costruzione dell’indicatore sono/hanno: 
Adeguatamente documentati e di fonte nota
Facilmente disponibili o resi disponibili a fronte di un ragionevole rapporto costi/benefici
Un’ “adeguata” copertura spaziale
SOLIDITÀ - L'indicatore: 
È ben fondato in termini tecnici e scientifici
Presenta attendibilità e affidabilità dei metodi di misura e raccolta dati
Comparabilità nel tempo
Comparabilità nello spazio
Principali riferimenti normativi e obiettivi: 
Direttiva Alluvioni 2007/60/CE
DLgs 49/2010
L'obiettivo fissato dalla normativa è quello di fornire un quadro aggiornato delle condizioni di pericolosità da alluvione sull'intero territorio nazionale.
DPSIR: 
Impatto
Tipologia indicatore: 
Descrittivo (tipo A)
Riferimenti bibliografici: 
Lastoria B., Bussettini M., Mariani S., Piva F., Braca G., 2021: Rapporto sulle condizioni di pericolosità da alluvione in Italia e indicatori di rischio associati. Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Rapporti 353/21, Roma
Limitazioni: 
L'indicatore fornisce un quadro della popolazione esposta a rischio di alluvioni di livello nazionale, dettagliato fino alla scala comunale, a partire da dati delle aree allagabili aggiornati al 2020 e di popolazione aggiornati al 2011. Va ricordato che i dati relativi alle aree a diversa pericolosità idraulica subiscono nel tempo continui aggiornamenti da parte delle Autorità di Bacino Distrettuale e pertanto è opportuno che, per fini diversi da quello che si prefigge l'indicatore, si faccia riferimento a quanto pubblicato da tali autorità competenti.
Ulteriori azioni: 
Occorre migliorare il livello di copertura territoriale delle aree di pericolosità specie per gli scenari di probabilità elevata e sfruttare al meglio le informazioni derivanti dalle analisi post-evento nell'ambito della Valutazione Preliminare del Rischio.
Frequenza rilevazione dati: 
Annuale
Accessibilità dei dati di base: 
Il Censimento ISTAT 2011 è disponibile al link: https://www.istat.it/it/archivio/104317
La cartografia delle aree allagabili è pubblicata sui siti delle Autorità di Bacino Distrettuali e sul Geoportale Nazionale del Ministero della Transizione Ecologica: http://www.pcn.minambiente.it/mattm/
Fonte dei dati di base: 
Autorità di Bacino
ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica)
MiTE (Ministero della Transizione Ecologica).
Descrizione della metodologia di elaborazione: 
Per determinare la popolazione potenzialmente interessata (popolazione esposta) alla pericolosità da alluvione si è fatto riferimento ai dati pubblicati ufficialmente dall’Istituto Nazionale di Statistica (Istat) relativi al 15° censimento della popolazione e delle abitazioni del 2011, riferiti alla base territoriale Istat “Sezioni di censimento” sempre del 2011.
Per popolazione esposta alla pericolosità da alluvione, si intende la popolazione residente nelle aree allagabili, calcolata intersecando in ambiente GIS, lo strato informativo delle aree inondabili, relativo a ciascuno scenario di probabilità, con quello delle sezioni censuarie che rappresentano le unità elementari rispetto alle quali sono riferiti e aggregati i dati Istat della popolazione e pesando la popolazione di ciascuna porzione di cella ricadente in area allagabile in base alla relativa percentuale d’area bagnata. In sostanza, non essendo nota l’esatta ubicazione della popolazione all’interno delle sezioni, si adotta l’ipotesi di una distribuzione uniforme all’interno di ciascuna sezione censuaria.
Core set: 
Non compilato  
Periodicità di aggiornamento: 
Biennale
Copertura spaziale: 
Nazionale, Regionale, Provinciale, Comunale
Copertura temporale: 
2020
Il dato spaziale relativo alle aree allagabili è stato sottoposto a preventivi controlli di tipo geometrico e topologico ed è stata verificata la congruenza dell'informazione tra i diversi scenari di probabilità. Restano scoperte alcune zone del territorio nazionale, specie per lo scenario di probabilità/pericolosità elevata per i quali le perimetrazioni non sono disponibili o non sono state fornite se non parzialmente. Il dato di popolazione sebbene riferito al 15° Censimento Istat aggiornato al 2011, resta comunque sufficientemente rappresentativo della distribuzione della popolazione sul territorio nazionale.
Stato: 
Non definibile
Descrizione/valutazione dello stato: 
Si è riscontrato un incremento sensibile della popolazione conseguente all'aumento delle superfici allagabili. Quest'ultimo è attribuibile a nuovi studi, modellazioni, utilizzo dell'informazione derivante da eventi alluvionali occorsi in passato, nonché di scenari futuri che traducono l'effetto dei cambiamenti climatici.
Dalle elaborazioni effettuate sulla popolazione residente in aree potenzialmente allagabili, risulta che: la popolazione residente in aree a pericolosità/probabilità elevata (Figura 1) raggiunge il 4,1% del totale nazionale (2.431.847 abitanti); quella esposta a pericolosità/probabilità media (Figura 2) è l’11,5% (6.818.375 abitanti), mentre quella residente in aree a pericolosità/probabilità bassa (Figura 3) è il 20,6% (12.257.427 abitanti).
Trend: 
Non definibile
Descrizione/valutazione del trend: 
Rispetto alla mosaicatura ISPRA 2017, la popolazione residente in aree a pericolosità/probabilità elevata (HPH) derivanti dalla mosaicatura ISPRA 2020 aumenta di 0, 6 punti percentuali; quella esposta a pericolosità/probabilità media (MPH) di 1,1 punti percentuali; infine la popolazione in aree a pericolosità/probabilità bassa (LPH) aumenta di 4,9 punti percentuali.
Commenti: 
La mosaicatura ISPRA 2020, realizzata nel 2021 su dati aggiornati al 2020, fornisce l'estensione delle aree potenzialmente allagabili per gli scenari di probabilità di alluvione definiti dal D.Lgs. 49/2010 sulla base delle perimetrazioni prodotte dalle Autorità di Bacino Distrettuale nell'ambito dell'aggiornamento delle mappe di pericolosità e rischio di alluvioni per il II ciclo di gestione della Direttiva europea 2007/60/CE.
Le regioni Veneto, Liguria, Emilia-Romagna e Toscana hanno percentuali di popolazione esposta a rischio di alluvione superiori ai valori calcolati alla scala nazionale per tutti gli scenari di pericolosità (Figura 4). Le maggiori percentuali di popolazione esposta a rischio di alluvione si registrano: per lo scenario di pericolosità elevata (HPH) in Calabria (12,1%) e Liguria (10,5%); per lo scenario medio (MPH) in Emilia-Romagna (62,5%); per lo scenario di pericolosità bassa (LPH) in Emilia-Romagna (69,4%) e in Toscana (64,3%). La provincia di Ferrara in Emilia-Romagna ha una popolazione esposta a rischio di alluvione che, in caso di scenario di pericolosità media (MPH) e bassa (LPH), è pari al 100% della popolazione residente. Percentuali simili si registrano in Veneto, nella provincia di Rovigo, con riferimento allo scenario di bassa probabilità di alluvione (LPH).
In Lombardia, la provincia con maggiore percentuale di area allagabile (Mantova) è anche quella con maggiore popolazione esposta in percentuale per il solo scenario di pericolosità elevata (HPH), mentre Cremona e Sondrio sono le province lombarde che presentano i valori più elevati in termini percentuali di popolazione esposta rispettivamente per gli scenari di pericolosità media (MPH) e bassa (LPH). In Friuli-Venezia Giulia, le province con maggiore percentuale di popolazione esposta sono Gorizia (HPH) e Udine (MPH e LPH). In Toscana, le province con maggiore percentuale di popolazione esposta sono Pistoia (HPH), Pisa (MPH) e Prato (LPH). In Calabria, Crotone oltre ad avere la più alta percentuale di aree allagabili è anche quella con maggiori percentuali di popolazione esposta (Tabella 1).
  • Titolo Figura 1: Popolazione residente nei Comuni in area allagabile per scenario di pericolosità da alluvione elevata (HPH – High Probability Hazard)
    Fonte Elaborazione ISPRA su dati Autorità di Bacino Distrettuale e Istat

  • Titolo Figura 2: Popolazione residente nei Comuni in area allagabile per scenario di pericolosità da alluvione media (MPH – Medium Probability Hazard)
    Fonte Elaborazione ISPRA su dati Autorità di Bacino Distrettuale e Istat

  • Titolo Figura 3: Popolazione residente nei Comuni in area allagabile per scenario di pericolosità da alluvione bassa (LPH – Low Probability Hazard)
    Fonte Elaborazione ISPRA su dati Autorità di Bacino Distrettuale e Istat

  • Titolo Figura 4: Percentuale di popolazione regionale residente in aree allagabili per i tre scenari di probabilità di alluvione e valori calcolati alla scala nazionale
    Fonte Elaborazione ISPRA su dati Autorità di Bacino Distrettuale e Istat

  • Titolo Tabella 1: Valori di popolazione residente in aree allagabili nelle Province italiane per i diversi scenari di probabilità di alluvione espressi in termini assoluti (n. abitanti) e percentuali (%) rispetto alla popolazione totale di ciascuna Provincia (Popolazione Prov.)
    Fonte Elaborazione ISPRA su dati Autorità di Bacino Distrettuale e Istat
    Legenda ID è il codice Istat della Provincia

    Regione Provincia Popolazione Provincia (ab.) HPH MPH LPH
    ID Nome n. ab. n. ab. % ab. n. ab. % ab. n. ab. % ab.
    Piemonte 1 Torino 2,247,780 19,962 0.9 116,634 5.2 344,109 15.3
    Piemonte 2 Vercelli 176,941 2,915 1.6 7,704 4.4 45,964 26.0
    Piemonte 3 Novara 365,559 3,291 0.9 8,003 2.2 34,518 9.4
    Piemonte 4 Cuneo 586,094 18,068 3.1 31,871 5.4 81,722 13.9
    Piemonte 5 Asti 217,573 3,598 1.7 5,014 2.3 35,475 16.3
    Piemonte 6 Alessandria 427,513 7,398 1.7 13,661 3.2 72,860 17.0
    Piemonte 96 Biella 182,192 3,435 1.9 6,217 3.4 15,288 8.4
    Piemonte 103 Verbano-Cusio-Ossola 160,264 5,836 3.6 24,551 15.3 69,685 43.5
    Valle d'Aosta 7 Aosta 126,806 4,587 3.6 11,508 9.1 51,373 40.5
    Lombardia 12 Varese 871,886 9,285 1.1 19,145 2.2 63,745 7.3
    Lombardia 13 Como 586,735 4,205 0.7 9,839 1.7 36,299 6.2
    Lombardia 14 Sondrio 180,814 4,344 2.4 9,028 5.0 120,926 66.9
    Lombardia 15 Milano 3,038,420 46,139 1.5 115,428 3.8 272,729 9.0
    Lombardia 16 Bergamo 1,088,284 27,520 2.5 51,428 4.7 117,599 10.8
    Lombardia 17 Brescia 1,238,044 40,738 3.3 66,492 5.4 253,288 20.5
    Lombardia 18 Pavia 535,822 5,317 1.0 11,625 2.2 55,285 10.3
    Lombardia 19 Cremona 357,623 19,057 5.3 52,786 14.8 103,345 28.9
    Lombardia 20 Mantova 408,336 33,316 8.2 52,129 12.8 234,045 57.3
    Lombardia 97 Lecco 334,303 5,651 1.7 9,287 2.8 63,385 19.0
    Lombardia 98 Lodi 223,755 3,496 1.6 6,947 3.1 28,900 12.9
    Lombardia 108 Monza e della Brianza 840,129 4,683 0.6 26,062 3.1 48,776 5.8
    Trentino-Alto Adige 21 Bolzano 504,643 0 0.0 49,489 9.8 49,489 9.8
    Trentino-Alto Adige 22 Trento 524,832 10 0.0 136,121 25.9 136,121 25.9
    Veneto 23 Verona 900,542 42,482 4.7 48,342 5.4 79,339 8.8
    Veneto 24 Vicenza 859,205 28,012 3.3 59,825 7.0 119,443 13.9
    Veneto 25 Belluno 208,695 6,163 3.0 7,466 3.6 9,712 4.7
    Veneto 26 Treviso 876,790 59,873 6.8 67,733 7.7 145,072 16.5
    Veneto 27 Venezia 846,962 153,432 18.1 194,976 23.0 623,651 73.6
    Veneto 28 Padova 921,361 128,893 14.0 181,851 19.7 340,488 37.0
    Veneto 29 Rovigo 242,349 3,804 1.6 7,938 3.3 240,289 99.1
    Friuli-Venezia Giulia 30 Udine 536,736 27,041 5.0 79,935 14.9 148,263 27.6
    Friuli-Venezia Giulia 31 Gorizia 140,143 11,000 7.8 15,384 11.0 30,424 21.7
    Friuli-Venezia Giulia 32 Trieste 232,601 1,281 0.6 2,119 0.9 5,683 2.4
    Friuli-Venezia Giulia 93 Pordenone 310,811 23,087 7.4 23,880 7.7 58,480 18.8
    Liguria 8 Imperia 214,502 16,142 7.5 30,138 14.1 39,988 18.6
    Liguria 9 Savona 281,028 37,604 13.4 59,762 21.3 92,874 33.0
    Liguria 10 Genova 855,834 87,273 10.2 135,696 15.9 179,829 21.0
    Liguria 11 La Spezia 219,330 23,878 10.9 47,987 21.9 53,071 24.2
    Emilia-Romagna 33 Piacenza 284,616 9,022 3.2 143,187 50.3 154,382 54.2
    Emilia-Romagna 34 Parma 427,434 27,966 6.5 167,281 39.1 250,497 58.6
    Emilia-Romagna 35 Reggio nell'Emilia 517,316 8,464 1.6 411,658 79.6 445,527 86.1
    Emilia-Romagna 36 Modena 685,777 21,163 3.1 365,270 53.3 484,911 70.7
    Emilia-Romagna 37 Bologna 976,243 92,350 9.5 547,506 56.1 578,927 59.3
    Emilia-Romagna 38 Ferrara 353,481 90,963 25.7 353,448 100.0 353,466 100.0
    Emilia-Romagna 39 Ravenna 384,761 49,249 12.8 335,999 87.3 336,000 87.3
    Emilia-Romagna 40 Forli'-Cesena 390,738 43,625 11.2 250,127 64.0 250,190 64.0
    Emilia-Romagna 99 Rimini 321,769 85,766 26.7 140,297 43.6 160,905 50.0
    Toscana 45 Massa Carrara 199,650 22,884 11.5 53,082 26.6 128,217 64.2
    Toscana 46 Lucca 388,327 30,602 7.9 97,014 25.0 273,391 70.4
    Toscana 47 Pistoia 287,866 40,910 14.2 99,010 34.4 194,106 67.4
    Toscana 48 Firenze 973,145 60,115 6.2 358,776 36.9 678,961 69.8
    Toscana 49 Livorno 335,247 15,302 4.6 35,508 10.6 274,477 81.9
    Toscana 50 Pisa 411,190 47,471 11.5 172,767 42.0 302,555 73.6
    Toscana 51 Arezzo 343,676 8,446 2.5 41,449 12.1 120,408 35.0
    Toscana 52 Siena 266,621 4,795 1.8 13,544 5.1 52,738 19.8
    Toscana 53 Grosseto 220,564 12,926 5.9 19,308 8.8 130,126 59.0
    Toscana 100 Prato 245,916 27,757 11.3 47,741 19.4 204,418 83.1
    Umbria 54 Perugia 655,844 25,543 3.9 48,124 7.3 80,420 12.3
    Umbria 55 Terni 228,424 8,449 3.7 15,823 6.9 22,896 10.0
    Marche 41 Pesaro e Urbino 362,583 563 0.2 23,610 6.5 37,865 10.4
    Marche 42 Ancona 473,865 0 0.0 21,869 4.6 39,801 8.4
    Marche 43 Macerata 319,607 186 0.1 8,056 2.5 14,508 4.5
    Marche 44 Ascoli Piceno 210,407 1,915 0.9 17,884 8.5 35,938 17.1
    Marche 109 Fermo 174,857 0 0.0 8,298 4.7 58,359 33.4
    Lazio 56 Viterbo 312,864 2,299 0.7 3,112 1.0 3,362 1.1
    Lazio 57 Rieti 155,164 5,153 3.3 8,312 5.4 12,038 7.8
    Lazio 58 Roma 3,997,465 74,145 1.9 144,132 3.6 501,847 12.6
    Lazio 59 Latina 544,732 5,586 1.0 8,896 1.6 39,895 7.3
    Lazio 60 Frosinone 492,661 6,799 1.4 11,399 2.3 26,365 5.4
    Abruzzo 66 L'Aquila 298,343 6,216 2.1 8,861 3.0 9,432 3.2
    Abruzzo 67 Teramo 306,349 11,320 3.7 14,072 4.6 46,537 15.2
    Abruzzo 68 Pescara 314,661 21,132 6.7 69,730 22.2 128,432 40.8
    Abruzzo 69 Chieti 387,956 1,146 0.3 1,900 0.5 74,836 19.3
    Molise 70 Campobasso 226,419 633 0.3 4,298 1.9 5,063 2.2
    Molise 94 Isernia 87,241 628 0.7 2,854 3.3 3,113 3.6
    Campania 61 Caserta 904,921 15,223 1.7 50,941 5.6 53,701 5.9
    Campania 62 Benevento 284,900 4,470 1.6 6,936 2.4 7,811 2.7
    Campania 63 Napoli 3,054,956 54,792 1.8 103,588 3.4 128,161 4.2
    Campania 64 Avellino 429,157 15,425 3.6 22,401 5.2 29,778 6.9
    Campania 65 Salerno 1,092,876 25,580 2.3 109,659 10.0 127,084 11.6
    Puglia 71 Foggia 626,072 18,196 2.9 29,988 4.8 38,143 6.1
    Puglia 72 Bari 1,247,303 15,712 1.3 29,611 2.4 37,051 3.0
    Puglia 73 Taranto 584,649 13,156 2.3 21,340 3.7 46,719 8.0
    Puglia 74 Brindisi 400,801 6,173 1.5 10,417 2.6 21,223 5.3
    Puglia 75 Lecce 802,018 15,596 1.9 29,672 3.7 38,881 4.8
    Puglia 110 Barletta-Andria-Trani 391,723 7,281 1.9 14,904 3.8 16,004 4.1
    Basilicata 76 Potenza 377,935 1,624 0.4 2,237 0.6 2,485 0.7
    Basilicata 77 Matera 200,101 2,371 1.2 3,935 2.0 4,684 2.3
    Calabria 78 Cosenza 714,030 77,299 10.8 80,354 11.3 93,189 13.1
    Calabria 79 Catanzaro 359,841 38,043 10.6 40,976 11.4 50,202 14.0
    Calabria 80 Reggio di Calabria 550,967 76,994 14.0 78,825 14.3 84,370 15.3
    Calabria 101 Crotone 170,803 25,279 14.8 30,622 17.9 34,437 20.2
    Calabria 102 Vibo Valentia 163,409 19,092 11.7 19,258 11.8 20,379 12.5
    Sicilia 81 Trapani 429,917 2,452 0.6 2,567 0.6 3,264 0.8
    Sicilia 82 Palermo 1,243,585 57,597 4.6 57,847 4.7 58,256 4.7
    Sicilia 83 Messina 649,824 31,262 4.8 31,718 4.9 31,816 4.9
    Sicilia 84 Agrigento 446,837 770 0.2 3,373 0.8 3,486 0.8
    Sicilia 85 Caltanissetta 273,099 1,565 0.6 1,638 0.6 2,016 0.7
    Sicilia 86 Enna 173,451 68 0.0 71 0.0 99 0.1
    Sicilia 87 Catania 1,078,766 18,291 1.7 19,524 1.8 22,089 2.0
    Sicilia 88 Ragusa 307,492 2,730 0.9 2,730 0.9 2,731 0.9
    Sicilia 89 Siracusa 399,933 12,016 3.0 12,077 3.0 14,034 3.5
    Sardegna 90 Sassari 478,544 24,010 5.0 28,025 5.9 34,956 7.3
    Sardegna 91 Nuoro 215,165 6,262 2.9 10,109 4.7 12,087 5.6
    Sardegna 92 Cagliari 420,677 16,530 3.9 30,881 7.3 100,936 24.0
    Sardegna 95 Oristano 163,031 17,933 11.0 24,112 14.8 41,784 25.6
    Sardegna 111 Sud Sardegna 361,945 13,750 3.8 29,836 8.2 79,130 21.9