DISTRIBUZIONE PER USO AGRICOLO DEI PRODOTTI FITOSANITARI (ERBICIDI, FUNGICIDI, INSETTICIDI, ACARICIDIE VARI)

Autori: 
Valter BELLUCCI, Giovanni SERI (ISTAT)
Immagine abstract
Abstract: 
Nel 2019 sono state immesse in commercio circa 111 mila tonnellate di prodotti fitosanitari, con un contenuto di principi attivi pari a circa 48,6 mila tonnellate. Nel periodo 2014–2019 la distribuzione dei prodotti fitosanitari presenta una contrazione di mercato del 14,6%. Cala il quantitativo delle seguenti categorie di fitosanitari acquistati: fungicidi (-24,4%), erbicidi (-15,1%) e insetticidi e acaricidi ( 5%) mentre i vari altri subiscono un incremento pari al 9,8%. I principi attivi diminuiscono del 18,3%, rispetto al 2014, anno di entrata in vigore del PAN (Piano d’Azione Nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari), con dinamiche diverse per le varie categorie. Diminuiscono i principi attivi (p.a.) di dei fungicidi (-34,2%) e insetticidi e acaricidi (-8%), mentre crescono gli erbicidi (9,3%), i vari (+16,6%) e i trattamenti puramente biologici che rappresentano una quota pari all’1,2% del totale.
Descrizione: 
L’indicatore consente di valutare i quantitativi di prodotti fitosanitari immessi annualmente al consumo per uso agricolo, nonché di confrontare gli orientamenti di distribuzione nel tempo e su base territoriale. I dati utilizzati per la costruzione dell’indicatore sono forniti dall’ISTAT e provengono dalla rilevazione censuaria svolta ogni anno presso le imprese che distribuiscono i prodotti fitosanitari con il marchio proprio o con marchi esteri (indagine compresa nel Piano Statistico Nazionale (IST-00168)). I dati ISTAT considerano i prodotti utili a proteggere i vegetali o i prodotti vegetali dagli organismi nocivi (funghi, insetti, acari, batteri e virus) e dalle piante infestanti e quelli adatti a favorire o regolare i processi vitali dei vegetali, con esclusione dei fertilizzanti. I dati sono analizzati in rapporto alle diverse tipologie di distribuzione (fungicidi, insetticidi e acaricidi, erbicidi, vari, biologici e trappole) e alle sostanze attive in essi contenute, che svolgono l’azione diretta contro le avversità per le quali il prodotto è impiegato. Inoltre, sono espressi in relazione alla superficie trattabile, che comprende i seminativi (esclusi i terreni a riposo), gli orti familiari e le coltivazioni legnose agrarie.
Scopo: 
Rappresentare il quantitativo di prodotti fitosanitari distribuiti per uso agricolo e valutare la loro dinamica di distribuzione su base nazionale e regionale. L’indicatore è utile per una rappresentazione complessiva delle problematiche ambientali associate alla distribuzione.
RILEVANZA - L'indicatore: 
È di portata nazionale oppure applicabile a temi ambientali a livello regionale ma di significato nazionale
È in grado di descrivere il trend senza necessariamente fornire una valutazione dello stesso
È semplice, facile da interpretare
È sensibile ai cambiamenti che avvengono nell’ambiente e/o delle attività antropiche
Fornisce un quadro rappresentativo delle condizioni ambientali, delle pressioni sull’ambiente o delle risposte della società, anche in relazione agli obiettivi di specifiche normative
Fornisce una base per confronti a livello internazionale
MISURABILITÀ - I dati utilizzati per la costruzione dell’indicatore sono/hanno: 
Adeguatamente documentati e di fonte nota
Aggiornati a intervalli regolari e con procedure affidabili
Facilmente disponibili o resi disponibili a fronte di un ragionevole rapporto costi/benefici
Un’ “adeguata” copertura spaziale
Un’ “idonea” copertura temporale
SOLIDITÀ - L'indicatore: 
È basato su standard nazionali/internazionali e sul consenso nazionale/internazionale circa la sua validità
È ben fondato in termini tecnici e scientifici
Presenta attendibilità e affidabilità dei metodi di misura e raccolta dati
Comparabilità nel tempo
Comparabilità nello spazio
Principali riferimenti normativi e obiettivi: 
Regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009 relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che abroga le direttive del Consiglio 79/117/CEE e 91/414/CEE.
Direttiva 2009/128/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009 che istituisce un quadro per l’azione comunitaria ai fini dell’utilizzo sostenibile dei pesticidi.
Regolamento (CE) n. 1185/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 novembre 2009 relativo alle statistiche sui pesticidi.
Decreto Legislativo 14 agosto 2012 , n. 150. Attuazione della direttiva 2009/128/CE che istituisce un quadro per l’azione comunitaria ai fini dell’utilizzo sostenibile dei pesticidi.
Decreto Interministeriale 22 gennaio 2014. Adozione del Piano di azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, ai sensi dell’articolo 6 del decreto legislativo 14 agosto 2012, n. 150.
Decreto Interministeriale 10 marzo 2015. Linee guida di indirizzo per la tutela dell’ambiente acquatico e dell’acqua potabile e per la riduzione dell’uso di prodotti fitosanitari e dei relativi rischi nei Siti Natura 2000 e nelle aree naturali protette.
Decreto Interministeriale 15 luglio 2015. Modalità di raccolta ed elaborazione dei dati per l’applicazione degli indicatori previsti dal Piano d’Azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari.
Decreto Legge 9 febbraio 2012, n. 5, coordinato con la legge di conversione 4 aprile 2012, n. 35, recante: «Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo.».[Art. 28 - Modifiche relative alla movimentazione aziendale dei rifiuti e al deposito temporaneo]Decreto Ministeriale del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali 10 dicembre 2013, n.15414. Modifica del Decreto ministeriale 22 dicembre 2009, n. 30125, e ss.mm.ii., recante "Disciplina del regime di condizionalità ai sensi del Regolamento (ce) n. 73/2009 e delle riduzioni ed esclusioni per inadempienze dei benefici ari dei pagamenti diretti e dei programmi di sviluppo rurale".
Con il Settimo programma di azione per l’ambiente (Decisione n. 1386/2013/UE del 20/11/2013) la politica comunitaria, entro il 2020, si pone come obiettivo l’uso sostenibile di prodotti fitosanitari e che questi non abbiano effetti nocivi sulla salute umana o sull’ambiente. In questo contesto si inseriscono altri importanti provvedimenti. In primo luogo, la Direttiva 2009/128/CE del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce un quadro per l’azione comunitaria ai fini dell’utilizzo sostenibile dei prodotti fitosanitari e in particolare a livello nazionale il Piano d’azionale nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari.
In secondo luogo, la revisione della Direttiva 91/414/CEE relativa all’immissione in commercio dei prodotti fitosanitari che ha avuto come risultato la emanazione del Regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari.
A queste due norme si affiancano anche la Direttiva 2009/127/CE che modifica la Direttiva 2006/42/CE relativa alle macchine per l’applicazione di pesticidi e il Regolamento (CE) n. 1185/2009 relativo alle statistiche sui pesticidi, che intende garantire la rilevazione di dati comparabili tra gli Stati membri, sia per l’immissione in commercio dei prodotti fitosanitari sia per il loro impiego.
DPSIR: 
Pressione
Tipologia indicatore: 
Descrittivo (tipo A)
Riferimenti bibliografici: 
ISTAT, 2010, La distribuzione per uso agricolo dei prodotti fitosanitari. Annata di riferimento agraria 2009. Statistiche in breve, agricoltura
ISTAT, 2011, La distribuzione per uso agricolo dei prodotti fitosanitari. Annata di riferimento agraria 2010. Statistiche report.
ISTAT, 2011, Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite - Annata di riferimento agraria 2009-2010. Statistiche in breve, agricoltura
ISTAT, 2012, 6° Censimento generale dell’agricoltura. www.istat.it
ISTAT, 2012, La distribuzione per uso agricolo dei fertilizzanti. Annata di riferimento agraria 2010. Statistiche report. (http://www.istat.it/it/archivio/108926)
ISTAT, 2015, La distribuzione per uso agricolo dei prodotti fitosanitari. Annata di riferimento agraria 2013 Statistiche report (https://www.istat.it/it/files//2015/01/Fitosanitari-e-fertilizzanti.pdf)
ISTAT, 2019, La distribuzione per uso agricolo dei prodotti fitosanitari. Annata di riferimento agraria 2017. Statistiche report (https://www.istat.it/it/archivio/216611)
http://dati.istat.it/
Limitazioni: 
Poiché i dati non sono riferiti all’utilizzazione da parte degli operatori agricoli, non è possibile quantificare la loro utilizzazione nelle diverse coltivazioni agricole, considerare i fattori ambientali che condizionano il loro uso in agricoltura e analizzare il loro impatto sull’ambiente e la salute umana. Inoltre il dato è rilevato presso il distributore (che può essere anche produttore) e tale quantità distribuita è considerata come variabile proxy del venduto e quindi dell’utilizzato.
Ulteriori azioni: 
Affiancare l'informazione fornita da questo indicatore con dati attendibili sulle quantità effettivamente impiegate per finalità agricole su base territoriale, colturale, ecc.
Frequenza rilevazione dati: 
Annuale
Accessibilità dei dati di base: 
ISTAT, Distribuzione per uso agricolo dei prodotti fitosanitari
Fonte dei dati di base: 
ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica)
Descrizione della metodologia di elaborazione: 
I dati utilizzati per la costruzione dell’indicatore sono forniti dall’ISTAT e provengono dalla rilevazione censuaria svolta ogni anno presso le imprese che distribuiscono i prodotti fitosanitari con il marchio proprio o con marchi esteri.
Alle imprese viene richiesto di indicare, in chilogrammi, la quantità distribuita per uso agricolo, sia di produzione nazionale sia d'importazione, dei prodotti fitosanitari immessi al consumo annualmente nelle singole province.
Core set: 
7EAP - Dati sull'ambiente
SDGs Indicators
Periodicità di aggiornamento: 
Annuale
Copertura spaziale: 
Nazionale;
Regionale
Copertura temporale: 
1990 - 2018
I dati, affidabili e accurati, vengono raccolti direttamente dall'ISTAT, autorità nazionale competente incaricata sulla base della normativa nazionale e comunitaria.
Essi sono rilevati su base provinciale tramite questionari autocompilati dalle imprese che commercializzano i prodotti fitosanitari, sia con il proprio marchio, sia con marchi esteri. L'informazione prodotta fornisce una significativa rappresentazione di sintesi dello stato generale delle vendite dei prodotti fitosanitari a livello nazionale e regionale e del loro potenziale impatto ambientale. Fornisce un'indicazione orientativa sull'intensità di impiego dei prodotti fitosanitari nelle diverse realtà territoriali del Paese e sui rischi ambientali derivanti. Tuttavia non può offrire un quadro preciso ed esaustivo su natura ed entità dei potenziali impatti ambientali, poiché: a) l'acquisto dei prodotti fitosanitari in un dato territorio non coincide necessariamente con l'utilizzo nello stesso; b) non è possibile desumere un dato certo sull'intensità d'uso in termini di quantità/ha.
Stato: 
Medio
Descrizione/valutazione dello stato: 
Nel 2019 sono stati immessi in commercio circa 111 mila t di prodotti fitosanitari (p.f.), di questi il 44,5% è costituito da fungicidi, il 19,1% da insetticidi e acaricidi, il 18,5% da erbicidi e il 18% dai vari (Tabella 1 e Figura 1).
Per quanto riguarda il contenuto in principi attivi (p.a.), pari a circa 48,6 mila tonnellate, si registra che il 49,6 % del totale di p.a. è costituito dai fungicidi, seguono, nell’ordine, i vari (21,1 %), gli erbicidi (17,6%), gli insetticidi e gli acaricidi (10,6%) e i biologici (1,2%) (Figura 2).
Trend: 
Positivo
Descrizione/valutazione del trend: 
Nel 2019 sono stati immessi in commercio circa 111 mila t di prodotti fitosanitari (p.f.), con una diminuzione del 14,6% rispetto al 2014, anno di entrata in vigore del Piano d’Azione Nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (PAN) (Tabella 1).
Per quanto riguarda il contenuto in principi attivi (p.a.), pari a circa 48,6 mila tonnellate, si registra un calo complessivo dal 2014 del 18,3%, pari a -10.854 t. (Tabella 2)
Dall’analisi di un periodo più ampio (2003–2019), la distribuzione dei prodotti fitosanitari presenta una contrazione di mercato del 29,7%. Cala il quantitativo di tutte le categorie di fitosanitari acquistati ad eccezione dei vari. La distribuzione delle trappole, anch’essa associata a criteri di difesa innovativi e a minor impatto sull’ambiente, non sembra incontrare un riconoscimento positivo da parte del mercato passando da circa 626 mila a 309 mila unità seppur con oscillazioni periodiche (Tabella 1).
Nel periodo 2003–2019 si assiste, nel complesso, a una accentuata contrazione dei consumi in p.a. (-44,4%), con dinamiche diverse e talora irregolari per le varie categorie. Diminuiscono notevolmente i p.a. di tutte le categorie (fungicidi -55,8 %, insetticidi e acaricidi -59,9 %, erbicidi -26,4%) a esclusione dei vari e dei biologici, che continuano ad aumentare.
Tale andamento è influenzato da scelte e necessità di natura tecnica e agronomica (andamento climatico), ma non si possono escludere anche strategie commerciali delle industrie produttrici.
Commenti: 
I formulati commerciali, nel loro complesso contengono il 43,7% di p.a. Nel 2019, il quantitativo di p.a. distribuito per unità di superficie a livello nazionale è pari a 5,4 kg/ha, di cui 2,7 kg/ha contenuti nei fungicidi (tabella 6). La distribuzione più elevata si rileva in Trentino-Alto Adige mentre il quantitativo più basso, si registra nel Molise (Tabella 5).
Il totale dei principi attivi consentiti in agricoltura biologica (fungicidi, insetticidi, e altri prodotti anche di origine biologica) costituiscono il 39% dei p.a. (Tabella 4)

  • Titolo Figura 1: Prodotti fitosanitari per categoria e per anno ( 2003-2019)
    Fonte ISTAT
    Legenda a) Dal 2010 i prodotti biologici sono stati riclassificati
  • Titolo Figura 2: Quantità di sostanze attive contenute nei prodotti fitosanitari per categoria e per anno ( 2003-2019)
    Fonte ISTAT

  • Titolo Tabella 1: Quantità di prodotti fitosanitari per categorie di prodotto e per anno
    Fonte ISTAT, Rilevazione dei prodotti fitosanitari distribuiti per uso agricolo
    Legenda Dal 2010 i prodotti biologici sono stati riclassificati

    Anno Fungicidi Insetticidi e acaricidi Erbicidi Vari Biologici (a) Totale Trappole
    kg kg kg kg kg kg n.
    2003 81,765,001 33,497,268 30,568,968 11,877,205 303,376 158,011,818 625,787
    2004 80,751,088 29,901,695 25,142,918 18,255,853 335,361 154,386,915 888,842
    2005 82,438,955 29,307,124 25,746,050 18,480,151 425,324 156,397,604 868,004
    2006 75,891,005 27,036,332 26,541,731 19,182,355 344,318 148,995,741 701,919
    2007 77,956,378 27,290,478 27,501,532 20,328,371 335,535 153,412,294 919,675
    2008 79,658,825 22,173,924 25,869,123 21,766,324 468,840 149,937,036 1,095,010
    2009 73,147,425 27,541,774 25,679,730 20,694,291 410,564 147,473,784 863,489
    2010 67,707,464 28,160,013 28,128,764 19,911,550 - 143,907,791 728,354
    2011 69,891,334 27,571,407 24,086,210 20,876,075 - 142,425,026 664,862
    2012 64,359,340 26,872,099 24,240,520 18,770,030 - 134,241,989 590,615
    2013 54,986,847 22,829,216 23,489,478 16,967,599 - 118,273,140 600,585
    2014 65,314,956 22,283,771 24,208,499 18,169,584 - 129,976,809 474,461
    2015 69,537,519 23,745,496 23,254,720 19,516,961 - 136,054,697 583,106
    2016 61,014,497 21,857,086 22,636,072 18,603,924 - 124,111,578 191,337
    2017 54,536,771 22,410,020 21,066,452 18,795,519 - 116,808,762 244,644
    2018 53,728,599 20,645,069 20,258,139 18,293,471 - 114,395,891 312,836
    2019 49,346,974 21,160,556 20,558,816 19,948,559 - 111,014,905 309,416
  • Titolo Tabella 2 - Quantità di sostanze attive contenute nei prodotti fitosanitari per categoria e per anno
    Fonte ISTAT, Rilevazione dei prodotti fitosanitari distribuiti per uso agricolo

    Anni Fungicidi Insetticidi e acaricidi Erbicidi Vari Biologici Totale
    kg kg kg kg kg kg
    2003 54,426,986 12,814,362 11,587,050      7,829,493    47,322 86,705,213
    2004 52,894,380 11,750,493      8,946,896 10,616,505    83,435 84,291,709
    2005 53,804,073 11,407,068      9,205,866 10,521,093     135,260 85,073,360
    2006 50,748,562 10,947,370      8,923,506 10,714,967     115,941 81,450,346
    2007 50,036,590 10,562,332      9,172,045 11,068,787     119,211 80,958,965
    2008 51,111,730      8,490,774      8,423,237 12,430,678     206,375 80,662,794
    2009 46,810,042      7,885,255      7,966,033 11,167,941     342,492 74,171,763
    2010 42,953,328      8,162,599      9,958,879 10,117,990     420,378 71,613,174
    2011 43,147,479      7,578,447      8,327,293 11,251,676     385,208 70,690,103
    2012 36,976,174      6,687,453      8,055,924      9,879,188     289,978 61,888,717
    2013 32,828,426      6,145,728      7,750,995      8,686,500     221,228 55,632,877
    2014 36,923,514      5,591,669      7,798,746      8,794,637     313,426 59,421,992
    2015 38,887,498      6,293,952      7,950,433      9,835,957     353,813 63,321,653
    2016 36,512,938      5,772,098      7,486,495 10,078,718     408,686 60,258,935
    2017 32,419,122      5,357,477      7,114,263 10,651,096      1,156,326 56,698,284
    2018 31,327,889      5,374,363      6,880,130 10,099,920     473,923 54,156,225
    2019 24,070,323      5,144,524      8,524,273 10,256,631     571,873 48,567,624
  • Titolo Tabella 3: Prodotti fitosanitari per categoria, con ripartizione su base regionale (2019)
    Fonte ISTAT, Rilevazione dei prodotti fitosanitari distribuiti per uso agricolo

    Regioni Fungicidi Insetticidi e acaricidi Erbicidi Vari Totale Trappole
    kg kg kg kg kg n
    Piemonte   4,091,571     1,828,601   2,552,868 506,198 8,979,238 3,381
    Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste    9,028     655   636   610    10,929 -
    Lombardia   1,755,162     2,076,185   2,707,916   1,508,958 8,048,221 9,782
    Liguria     69,344   30,642     30,261 110,585     240,832     646
    Trentino-Alto Adige   2,600,743    705,577 119,401 231,557 3,657,278   16,524
    Bolzano/Bozen   1,183,918    423,338     55,767     95,468 1,758,491 5,636
    Trento   1,416,825    282,239     63,634 136,089 1,898,787   10,888
    Veneto   9,300,621     2,874,133   3,123,543   3,122,601   18,420,898   26,630
    Friuli-Venezia Giulia   2,014,043    523,158 625,174     99,133 3,261,508     518
    Emilia-Romagna   8,967,200     3,916,424   3,822,895   1,610,642   18,317,161   19,735
    Toscana   2,642,171    374,702 627,152 228,968 3,872,993   15,058
    Umbria 596,913    169,120 193,580 282,397 1,242,010 1,655
    Marche   1,035,371    396,896 619,787 143,513 2,195,567 2,901
    Lazio   1,029,251    860,942 599,458   2,696,912 5,186,563   35,573
    Abruzzo   2,071,744    293,723 251,150 142,428 2,759,045 1,682
    Molise 115,238   57,166     85,632     50,660     308,696     526
    Campania   2,279,522     1,404,873 868,657   4,047,939 8,600,991 5,685
    Puglia   5,709,867     2,423,487   1,912,194 970,342   11,015,890 7,517
    Basilicata 392,556    235,923 324,788 394,047 1,347,314 8,164
    Calabria 756,378    957,546 297,193 178,446 2,189,563   51,513
    Sicilia   3,535,088     1,768,674   1,556,197   3,441,390   10,301,349   96,534
    Sardegna 375,163    262,129 240,334 181,233 1,058,859 5,392
    ITALIA    49,346,974 21,160,556    20,558,816    19,948,559    111,014,905    309,416
  • Titolo Tabella 4: Principi attivi contenuti nei prodotti fitosanitari, per categoria e regione (2019)
    Fonte ISTAT, Rilevazione dei prodotti fitosanitari distribuiti per uso agricolo

    Regioni Fungicidi Insetticidi e acaricidi Erbicidi Vari Biologici PRINCIPI ATTIVI
    Totale di cui consentiti in agricoltura biologica Totale di cui consentiti in agricoltura biologica Totale di cui consentiti in agricoltura biologica TOTALE di cui consentiti in agricoltrura biologica
    kg kg kg kg kg kg kg kg kg kg
    Piemonte    2,517,896    2,015,985    279,871    224,091    872,363 137,720 916 30,353   3,838,203   2,271,345
    Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste     8,785     8,763     150     122     313 11     11   69    9,328    8,965
    Lombardia   839,227   564,569    251,045    146,178    1,099,660 546,953   5,458 43,327   2,780,212 759,532
    Liguria 26,389 16,917 4,885 2,407 9,702     51,459 252     1,473     93,908     21,049
    Trentino-Alto Adige    1,267,503   780,702    473,847    430,854   47,419     77,234 111 10,601   1,876,604   1,222,268
    Bolzano/Bozen   529,983   271,640    292,238    263,762   21,298     48,572     16     4,826 896,917 540,244
    Trento   737,520   509,062    181,609    167,092   26,121     28,662     95     5,775 979,687 682,024
    Veneto    4,463,898    2,340,056    523,704    370,982    1,211,263   1,773,139   5,719 69,944   8,041,948   2,786,701
    Friuli-Venezia Giulia    1,008,210   551,504   47,706   35,389    227,614     23,360   1,246     9,647   1,316,537 597,786
    Emilia-Romagna    4,266,516    1,939,929    965,877    732,586    1,786,737 761,046   4,142   130,408   7,910,584   2,807,065
    Toscana    1,292,683    1,058,751   86,397   52,779    227,721 111,272 719 33,032   1,751,105   1,145,281
    Umbria   239,450   165,466   10,654 7,992   75,259 180,011 401     9,535 514,909 183,394
    Marche   456,180   313,595   34,580   22,195    219,275     23,666   2,304     8,785 742,486 346,879
    Lazio   394,074   169,734    139,963   99,142    310,502   1,608,652   1,392 25,042   2,478,233 295,310
    Abruzzo   806,907   521,008   40,158   16,618   87,239     53,451   1,126     5,382 993,137 544,134
    Molise 28,261 12,674 4,421     739   23,865     26,477 107     2,524     85,548     16,044
    Campania   996,641   420,950    358,224    240,600    447,590   2,058,645   2,138 36,817   3,897,917 700,505
    Puglia    2,503,329    1,304,189    525,798    290,186    803,426 271,575   5,618 49,300   4,153,428   1,649,293
    Basilicata   105,216 40,514   82,004   57,139    149,603 195,974 759 14,841 547,638 113,253
    Calabria   293,865   186,997    554,691    491,427    154,811     47,612 687     7,338   1,058,317 686,449
    Sicilia    2,400,451    1,978,401    706,392    597,757    683,882   2,245,792   5,764 68,842   6,105,359   2,650,764
    Sardegna   154,842 99,012   54,157   34,600   86,029     62,582   2,122 14,613 372,223 150,347
    ITALIA    24,070,323     14,489,716    5,144,524     3,853,783    8,524,273    10,256,631    40,992   571,873    48,567,624    18,956,364
  • Titolo Tabella 5: Sostanze attive contenute nei prodotti fitosanitari distribuiti per ettaro di superficie trattabile (2019)
    Fonte ISTAT, Rilevazione dei prodotti fitosanitari distribuiti per uso agricolo
    Note Nei Vari sono compresi i biologici

    Regioni Fungicidi Insetticidi e acaricidi Erbicidi Vari
    kg/ha kg/ha kg/ha kg/ha
    Piemonte 4.1 0.5 1.4 0.3
    Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste 13.9 0.2 0.5 0.1
    Lombardia 1.1 0.3 1.5 0.8
    Liguria 1.6 0.3 0.6 3.3
    Trentino-Alto Adige 25.5 9.5 0.9 1.8
    Bolzano/Bozen 20.1 11.1 0.8 2.0
    Trento 31.5 7.8 1.1 1.5
    Veneto 6.8 0.8 1.9 2.8
    Friuli-Venezia Giulia 5.1 0.2 1.1 0.2
    Emilia-Romagna 4.4 1.0 1.8 0.9
    Toscana 2.4 0.2 0.4 0.3
    Umbria 0.9 0.0 0.3 0.8
    Marche 1.1 0.1 0.5 0.1
    Lazio 0.9 0.3 0.7 3.6
    Abruzzo 3.5 0.2 0.4 0.3
    Molise 0.2 0.0 0.1 0.2
    Campania 2.5 0.9 1.1 5.3
    Puglia 2.3 0.5 0.7 0.3
    Basilicata 0.3 0.3 0.5 0.6
    Calabria 0.8 1.4 0.4 0.1
    Sicilia 2.4 0.7 0.7 2.3
    Sardegna 0.3 0.1 0.2 0.2
    ITALIA 2.7 0.6 0.9 1.2
  • Titolo Tabella 6: Sostanze attive contenute nei prodotti fitosanitari distribuiti a livello nazionale per ettaro di superficie trattabile (2011- 2019)
    Fonte ISTAT, Rilevazione dei prodotti fitosanitari distribuiti per uso agricolo
    Note Nei Vari sono compresi i biologici

    Anno Fungicidi Insetticidi e acaricidi Erbicidi Vari
    kg/ha kg/ha kg/ha kg/ha
    2011 4.9 0.9 0.9 1.3
    2012 4.2 0.8 0.9 1.2
    2013 3.8 0.7 0.9 1.0
    2014 4.3 0.6 0.9 1.1
    2015 4.5 0.7 0.9 1.2
    2016 4.0 0.6 0.8 1.1
    2017 3.6 0.6 0.8 1.3
    2018 3.5 0.6 0.8 1.2
    2019 2.7 0.6 0.9 1.2