CAPACITÀ DELLE RETI INFRASTRUTTURALI DI TRASPORTO

Autori: 
Marina Colaiezzi
Immagine abstract
Abstract: 
L'indicatore permette di monitorare lo sviluppo delle reti infrastrutturali di trasporto. Tra il 1990 e il 2018 sono stati costruiti 781 km di nuove autostrade (+12,6%). L’Italia, considerando la rete ferroviaria ad alta velocità in funzione, detiene nel 2018, il 6° posto nel mondo secondo l’Union internationale des chemins de fer (UIC).
Descrizione: 
L'indicatore considera la dotazione e la funzionalità delle infrastrutture di trasporto, relativamente alle diverse modalità. Per il trasporto stradale e ferroviario sono state considerate le infrastrutture a rete, mentre per quello aereo e marittimo le infrastrutture puntuali.
Le infrastrutture di trasporto costituiscono le arterie del mercato nazionale ed europeo e contribuiscono alla coesione sociale in termini di accessibilità; esse possono, tuttavia, allo stesso modo produrre e rafforzare la differenziazione e la frammentazione sociale, oltre ad esercitare una forte pressione sull'ambiente, dovuta anche all'occupazione del territorio, nonché all'inquinamento acustico e atmosferico.
Scopo: 
Monitorare le reti infrastrutturali di trasporto, per poterne ottimizzare l'utilizzo e rivitalizzare alcune modalità, come quella ferroviaria e il trasporto urbano su impianti fissi.
RILEVANZA - L'indicatore: 
È di portata nazionale oppure applicabile a temi ambientali a livello regionale ma di significato nazionale
È in grado di descrivere il trend senza necessariamente fornire una valutazione dello stesso
È semplice, facile da interpretare
Fornisce una base per confronti a livello internazionale
MISURABILITÀ - I dati utilizzati per la costruzione dell’indicatore sono/hanno: 
Adeguatamente documentati e di fonte nota
Aggiornati a intervalli regolari e con procedure affidabili
Un’ “adeguata” copertura spaziale
Un’ “idonea” copertura temporale
SOLIDITÀ - L'indicatore: 
È basato su standard nazionali/internazionali e sul consenso nazionale/internazionale circa la sua validità
È ben fondato in termini tecnici e scientifici
Presenta attendibilità e affidabilità dei metodi di misura e raccolta dati
Comparabilità nel tempo
Comparabilità nello spazio
Principali riferimenti normativi e obiettivi: 
La Commissione europea ha adottato il 17 giugno 2009 la Comunicazione per “Un futuro sostenibile per i trasporti - Verso un sistema integrato, basato sulla tecnologia e di facile utilizzo”. Mantenere e sviluppare una rete integrata e sottoposta ad adeguata manutenzione, mantenere l’Unione Europea in prima linea in fatto di servizi e tecnologie, migliorare l’accessibilità, adottare prezzi intelligenti per orientare gli utenti, sono alcuni degli obiettivi politici fondamentali individuati nella Comunicazione per un sistema di trasporto sostenibile. Inoltre, con il nuovo Libro bianco sui trasporti (28/03/2011), la Commissione ha delineato gli obiettivi e le sfide fondamentali da affrontare, la strategia e le regole per attuarle; tra gli obietti: collegare tra loro le reti ferroviarie, aeroportuali, marittime e fluviali; potenziare l’infrastruttura nei paesi che hanno aderito a partire dal 2004; creare uno spazio aereo europeo con una regolamentazione comune per l’aviazione.

Per dare un nuovo impulso allo sviluppo dei trasporti nell’UE, nel 2013 il Parlamento ed il Consiglio hanno emanato un regolamento sulla rete transeuropea di trasporto (TEN-T Regolamento (UE) n. 1315/2013 dell’11 dicembre 2013, sugli orientamenti dell’Unione per lo sviluppo della rete transeuropea dei trasporti), che ha introdotto i concetti di “rete globale” e “rete centrale” TEN-T. La “rete globale”, da completarsi entro il 2050, mira a garantire accessibilità e connettività a tutte le regioni dell’UE. La “rete centrale” da completarsi entro il 2030, consiste di quelle parti della rete globale che rivestono la più alta importanza strategica ai fini del conseguimento degli obiettivi della TEN-T.
A gennaio 2014 l’UE ha adottato una nuova politica per le infrastrutture di trasporto con l’obiettivo di colmare le differenze tra le reti di trasporto dei diversi Paesi ed eliminare le strozzature che ancora ostacolano il buon funzionamento del mercato interno.
DPSIR: 
Determinante
Tipologia indicatore: 
Descrittivo (tipo A)
Riferimenti bibliografici: 
Conto Nazionale delle Infrastrutture e dei Trasporti-MIT 2018-19
Limitazioni: 
Un limite è dato dal fatto che la lunghezza di un'infrastruttura di trasporto (autostrada, ferrovia, ecc.) costituisce solo un indicatore proxy della sua capacità; quest'ultima, in realtà, dovrebbe essere misurata attraverso il massimo flusso di traffico che l'infrastruttura può sostenere, ma attualmente tale dato non risulta disponibile.
Ulteriori azioni: 
-
Frequenza rilevazione dati: 
Annuale
Accessibilità dei dati di base: 
MIT- Conto Nazionale Trasporti
Aiscat-Informazioni
Eurostat-Db https://ec.europa.eu/eurostat/data/database?node_code=hlth
UIC https://uic.org/passenger/highspeed/high-speed-database-maps
RFI https://www.rfi.it/it/rete/la-rete-oggi.html
ASSOAEROPORTI https://assaeroporti.com/dati-annuali/


Fonte dei dati di base: 
AISCAT (Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori)
EUROSTAT (Ufficio Statistico delle Comunità Europee)
ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica)
MIT (Ministero delle Infrastruttura e dei Trasporti)
RFI (Rete ferroviaria italiana)
UIC (L'organizzazione ferroviaria mondiale)
Descrizione della metodologia di elaborazione: 
È stata considerata la lunghezza in chilometri per la rete stradale, la rete ferroviaria , le metropolitane, le funicolari e per tranvie urbane ed extraurbane. Per i porti è stato considerato il numero di porti per provincia, il numero di accosti e il numero di quelli dotati di binari collegati alla rete ferroviaria, inoltre la superficie complessiva dei piazzali di stoccaggio e dei serbatoi di prodotti petroliferi e altri liquidi (m2).
Core set: 
SDGs Indicators
Periodicità di aggiornamento: 
Annuale
Copertura spaziale: 
Nazionale;
Regionale
Copertura temporale: 
1990-2019
I dati utilizzati per popolare l’indicatore sono, in parte, prodotti da Enti istituzionali (MIT, ISTAT). L’indicatore risulta comparabile nello spazio e nel tempo, facile da interpretare, inoltre, consente confronti internazionali.
Stato: 
Non definibile
Descrizione/valutazione dello stato: 
La rete stradale primaria comprende le autostrade (6.966 km), le strade regionali e provinciali (135.691 km) e altre strade di interesse nazionale (23.335 km) per uno sviluppo totale di 165.992 km (situazione al 2018). Tra il 1990 e il 2018 sono stati costruiti 781 km di nuove autostrade (+12,6%).
In merito alla rete delle infrastrutture per il trasporto marittimo (situazione al 30/09/2019) si contano 285 porti, molti di piccola dimensione, con 2.090 accosti (lunghezza complessiva di quasi 489 mila km). Di questi solo 250 sono dotati di binari collegati alla rete ferroviaria.
Gli aeroporti commerciali (certificati ENAC) in Italia sono 52. Tra le 20 regioni solo Molise e Basilicata non hanno scali aerei.
L’estensione della rete ferroviaria italiana, da fonti MIT, è pari a 16.781 km (situazione al 31 dicembre 2018). Interessante anche la collocazione dell’Italia al 18° posto nel mondo per lunghezza delle linee ad alta velocità considerando anche quelle semplicemente pianificate e addirittura al 6° posto tra le linee attualmente in funzione (Tabella 4.32 e Figura 4.14).
Trend: 
Non definibile
Descrizione/valutazione del trend: 
Un sistema di trasporti efficiente e sostenibile è importante per collegare regioni e paesi, poiché mette in comunicazione mercati e persone e contribuisce all’attività, allo sviluppo e alla crescita dell’economia. In tale contesto, rimane una distribuzione a livello di infrastrutture viarie non omogenea sul territorio italiano, sia per le strade ed autostrade che per la rete ferroviaria, per cui si registra un divario tra l’Italia settentrionale e meridionale in termini di lunghezza delle linee, come sarebbe auspicabile anche un potenziamento delle rete metropolitana ancora contenuta. In via di realizzazione, il contributo al completamento della rete TEN-T centrale previsto per il 2030.
Commenti: 
Nel periodo 1990-2018 la lunghezza delle infrastrutture stradali, con esclusione di quella comunale, è cresciuta dell'11,2%. Al 2018, la rete ferroviaria si sviluppa per 16.781 km di cui 12.018 km di rete elettrificata e 4.763 km di rete non elettrificata. L’estensione totale della rete tranviaria urbana ed extraurbana, nel 2018, è pari a 375 km mentre la lunghezza della rete metropolitana si attesta sul valore ancora modesto di 214 km, con un decremento rispetto all’anno precedente di 1 km. Le funicolari terrestri in servizio pubblico, necessarie nei casi in cui il mezzo di trasporto debba percorrere un tratto di linea a pendenza molto elevata, sono esercite in Italia da 19 società, per una lunghezza totale d’esercizio pari a 21 km, e pur rispondendo a un’esigenza prevalentemente turistica, spesso consentono spostamenti giornalieri alla popolazione locale residente. Con circa e 13,5 milioni di TEU gestiti nel 2019 (13,6 nel 2018) Rotterdam è, ancora una volta, il più grande porto d’Europa per volume di container, seguito da Anversa con circa 12 milioni di TEU nel 2019 (circa 11 nel 2018), e da Amburgo 9,3 milioni di TEU movimentati nel 2019 e (con 8,7 nel 2018) (Tabella 4 e Figura 1). Nella graduatoria, al nono posto si trova Gioia Tauro con circa 3 milioni di TEU al 2019 (con 4 nel 2018). Per quanto riguarda la seconda classifica in tabella, il porto di Helsinki (11.619 migliaia di passeggeri al 2019 e 11.567 al 2018) e quello di Dover (11.025 al 2019 e 11.857 al 2018 migliaia di passeggeri) confermano la loro leadership in termini dei più grandi porti passeggeri in Europa; mentre tra i porti italiani Messina occupa il quarto posto e Reggio Calabria il settimo posto.
Al 2019, per quanto riguarda la dotazione infrastrutturale degli scali italiani, Roma Fiumicino e Milano Malpensa presentano le maggiori estensioni (rispettivamente 1.605 e 1.244 ettari) e le più grandi aree di parcheggio aerei: rispettivamente 1.328.100 m2 e 1.319.000 m2 (Tabella 5). Per il volume di traffico passeggeri, si registra un aumento considerevole del 98% rispetto al 2018 per l’aeroporto di Brescia Montichiari mentre per lo scalo di Grosseto una diminuzione percentuale di -71% sempre rispetto al 2018. Per il volume di traffico merci invece si segnala un aumento del 283% rispetto al 2018.
  • Titolo Figura 1: I principali porti d’Europa per volume dei container movimentati (2019)
    Fonte Eurostat, Transport statistics (Ultimo aggiornamento 8/1/2021)

  • Titolo Figura 2: Sviluppo della rete autostradale italiana
    Fonte Elaborazione ISPRA su dati MIT

  • Titolo Tabella1: Estensione delle infrastrutture di trasporto terrestre in Italia, per modalità di trasporto
    Fonte Fonte Elaborazione ISPRA su dati ISTAT, MIT, AISCAT
    Legenda 1) a partire dal 2002 la serie non comprende i dati degli ascensori di Genova
    Note

    1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018
    Rete stradale 149,323 n.d. n.d. n.d. n.d. 166,007 166,432 166,078 167,612 168,183 155,110 168,528 170,609 172,843 175,352 175,430 175,442 182,136 183,704 180,549 173,804 179,024 180,175 181,619 169,785 171,682 170,361 171,481 165,992
    autostrade km 6,185 n.d. n.d. n.d. n.d. 6,435 6,465 6,469 6,478 6,478 6,478 6,478 6,487 6,487 6,532 6,542 6,554 6,588 6,629 6,661 6,668 6,668 6,726 6,751 6,844 6,943 6,943 6,943 6,966
    altre strade di interesse nazionale km 44,742 n.d. n.d. n.d. n.d. 45130 46,043 45,819 46,009 46,483 46,556 46,870 20,654 17,250 17250 21,524 21,524 19290 19,290 19,375 20,856 20,773 19,861 19,920 19,894 21,686 20,786 22,399 23,335
    strade regionali e provinciali km 98,396 n.d. n.d. n.d. n.d. 114,442 113,924 113,790 115,125 115,222 102,076 115,180 143,468 149,106 151,570 147,364 147,364 156,258 157,785 154,513 146,280 151,583 153,588 154,948 143,047 143,053 142,632 142,139 135,691
    Rete ferroviaria 16,066 n.d. n.d. n.d. n.d. 16,005 16,014 16,030 16,080 16,108 16,147 16,035 15,985 15,965 15,915 16,226 16,317 16,335 16,529 16,685 16,704 16,726 16,742 16,752 16,723 16,724 16,788 16,787 16,781
    di cui: rete elettrificata km 9,512 n.d. n.d. n.d. n.d. 10,205 10,319 10,358 10,488 10,688 10,734 10,864 10,891 10,966 11,044 11,364 11,455 11,531 11,727 11,887 11,906 11,925 11,931 11,969 11,940 11,941 12,023 12,022 12,018
    rete non elettrificata km 6,554 n.d. n.d. n.d. n.d. 5,800 5,695 5,672 5,592 5,420 5,414 5,171 5,094 4,999 4,871 4,862 4,862 4,804 4,802 4,798 4,798 4,801 4,811 4,783 4,783 4,783 4,765 4,765 4,763
    di cui: rete a binario semplice km 10,295 n.d. n.d. n.d. n.d. 9,982 9,969 9,924 9,945 9,935 9,974 9,805 9,720 9,667 9,554 9,451 9,397 9,285 9,223 9,192 9,191 9,213 9,206 9,211 9,167 9,161 9,141 9,091 9,060
    rete a doppio binario km 5,771 n.d. n.d. n.d. n.d. 6,023 6,044 6,106 6,135 6,173 6,173 6,230 6,265 6,298 6,362 6,774 6,898 7,050 7,306 7,493 7,513 7,513 7,536 7,540 7,555 7,563 7,647 7,696 7,721
    Tranvie urbane ed extraurbane km 449 437 428 405 405 424 429 419 407 390 398 382 383 469 469 447 463 457 466 483 496 381 400 381 383 386 395 386 375
    Metropolitane km 96 102 104 109 109 113 113 113 113 121 121 126 126 127 127 131 142 145 145 145 145 158 163 187 202 203 206 215 214
    Funicolari 1 km 12 16 16 16 16 15 14 14 14 14 14 16 17 17 18 18 18 18 18 18 22 22 22 22 22 22 22 22 21
  • Titolo Tabella 2: Rete stradale e indicatori di intensità della rete (2018) e rete ferroviaria (2020) per regione
    Fonte Fonte elaborazione Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, su dati Aiscat, Anas, Istat ed indagine diretta presso le Regioni e le Province. Elaborazione ISPRA su dati ISTAT e RFI - Rete ferroviaria italiana - Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
    Legenda
    Note

    2018 2018 2018 2018 2018 2018 2020 2020 2020 2020
    Infrastruttura stradale Infrastruttura stradale Infrastruttura stradale Infrastruttura stradale Infrastruttura stradale Infrastruttura stradale Infrastruttura ferroviaria Infrastruttura ferroviaria Infrastruttura ferroviaria Infrastruttura ferroviaria
    Regione e Ripartizione Geografica km strade regionali e provinciali km altre strade di interesse nazionale km autostrade km strade regionali e provinciali per 10.000 autovetture circolanti km altre strade di interesse nazionale per 10.000 autovetture circolanti km autostrade per 10.000 autovetture circolanti km linee non elettrificate km linee elettrificate a binario semplice km linee elettrificate a binario doppio TOTALE
    Piemonte 12,633 696 830 43 2.4 2.8 552 583 761 1,896
    Valle d’ Aosta 496 144 114 23.2 6.7 5.3 81 0 0 81
    Lombardia 10,119 960 715 16.3 1.5 1.2 283 598 859 1,740
    Trentino Alto Adige 4,553 212 38.8 0 1.8 67 96 193 356
    Veneto 7,976 732 595 25 2.3 1.9 360 216 612 1,188
    Friuli Venezia Giulia 3,315 189 210 41.1 2.3 2.6 84 83 299 466
    Liguria 2,854 645 375 33.7 7.6 4.4 17 144 332 493
    Emilia Romagna 8,987 1,149 572 30.8 3.9 2 85 429 804 1,318
    Italia Settentrionale 50,934 4,514 3,623 27.83 2.47 1.98 1,529 2,149 3,860 7,538
    Toscana 9,858 1,453 462 38.2 5.6 1.8 503 209 767 1,479
    Umbria 4,130 808 59 64.1 12.5 0.9 21 172 183 376
    Marche 5,163 1,261 168 49.8 12.2 1.6 118 66 201 385
    Lazio 8,398 1,143 498 22 3 1.3 103 251 863 1,217
    Italia Centrale 27,550 4,665 1,187 34.09 5.77 1.47 745 698 2,014 3,457
    Abruzzo 5,671 1,448 355 63.6 16.2 4 206 195 123 524
    Molise 2,239 664 36 104.2 30.9 1.7 205 37 23 265
    Campania 9,015 1,363 444 25.4 3.8 1.3 240 207 647 1,094
    Puglia 9,121 1,490 313 37.9 6.2 1.3 235 149 453 837
    Basilicata 4,020 1,035 30 106.1 27.3 0.8 136 193 18 347
    Calabria 7,594 1,689 288 58.3 13 2.2 363 209 279 851
    Sicilia 13,566 3,515 690 40.4 10.5 2.1 578 568 223 1,369
    Sardegna 5,981 2,953 0 55.8 27.6 0 427 0 0 427
    Italia Meridionale ed Insulare 57,208 14,156 2,156 43.46 11 2 2,390 1,558 1,766 5,714
    TOTALE ITALIA 135,691 23,335 6,966 34.31 6 2 4,664 4,405 7,640 16,709
  • Titolo Tabella 3:Dotazione e capacità delle infrastrutture portuali in Italia al 30/09/2019
    Fonte Fonte Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto, Autorità di Sistema Portuale
    Legenda
    Note

    Porti e accosti Totale Italia Media per accosto Media per porto Italia Settentrionale Italia Centrale Italia Meridionale e Insulare
    Numero di porti 285 n.d. n.d. 61 40 184
    Numero di accosti 2,090 n.d. 7.33 638 449 1,003
    Lunghezza complessiva accosti (metri) 488,596 233.78 1,714.33 157,116 98,478 233,002
    Accosti dotati di binari collegati alla rete ferroviaria 250 0.12 0.88 204 22 24
    Accosti dotati di binari non collegati alla rete ferroviaria 634 0.31 2.29 297 23 334
    Superfici dei piazzali per le merci (metri quadrati) 19,348,852 9,257.82 67,890.71 10,425,622 3,083,723 5,839,507
    Capacità dei serbatoi per prodotti liquidi (metri cubi) 10,263,710 4,910.87 36,013.02 3,107,261 2,529,556 4,626,893
  • Titolo Tabella4: I principali porti d’Europa per volume dei container e traffico dei passeggeri in arrivo e in partenza
    Fonte Fonte Eurostat, Transport statistics (Ultimo aggiornamento 08/01/2021 per il volume dei container e 12/01/2021 per il traffico di passeggeri )
    Legenda 1) 1TEU=Twenty Foot Equivalent Units. Il volume dei container è la capienza complessiva, indipendentemente dalla merce contenuta in essi
    Note

    Porti Paesi 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019
    Rotterdam Paesi Bassi Volume (migliaia di Teu1) 9,195 9,575 10,773 10,631 9,579 11,017 11,340 11,418 11,021 11,634 11,577 11,675 12,892 13,598 13,493
    Anversa Belgio Volume (migliaia di Teu1) 6,221 6,718 7,879 8,379 7,014 8,144 8,317 8,174 8,256 8,812 9,370 9,891 10,032 10,830 11,676
    Amburgo Germania Volume (migliaia di Teu1) 8,084 8,878 9,914 9,767 7,031 7,906 9,035 8,891 9,302 9,775 8,848 8,929 8,860 8,741 9,282
    Bremerhaven Germania Volume (migliaia di Teu1) 3,696 4,479 4,884 5,451 4,552 4,858 5,911 6,111 5,822 5,731 5,467 5,510 5,458 5,442 4,850
    Valencia Spagna Volume (migliaia di Teu1) 2,415 2,615 3,049 3,606 3,654 4,211 4,332 4,471 4,328 4,407 4,609 4,693 4,814 5,169 5,421
    Algeciras Spagna Volume (migliaia di Teu1) 3,180 3,258 3,413 3,291 2,947 2,773 3,593 4,113 3,988 4,555 4,516 4,762 4,381 4,773 5,125
    Felixstowe Regno Unito Volume (migliaia di Teu1) 2,760 3,030 3,342 3,131 3,021 3,415 3,249 3,368 3,434 4,072 4,043 4,016 4,160 3,781 3,838
    Pireo Grecia Volume (migliaia di Teu1) 1,401 1,413 1,384 437 667 850 1,681 2,815 3,199 3,493 3,360 3,736 4,120 4,886 5,646
    Gioia Tauro Italia Volume (migliaia di Teu1) 3,123 2,835 3,464 3,165 2,725 3,897 3,307 3,725 3,652 3,708 3,030 3,796 3,391 4,005 2,982
    Porti Paesi
    Porti Paesi
    Helsinki Finlandia Passeggeri (migliaia) 8,854 8,548 8,561 8,976 9,085 9,849 10,326 10,637 10,756 10,942 11,214 11,565 11,769 11,567 11,619
    Dover Regno Unito Passeggeri (migliaia) 13,501 13,987 14,433 14,006 13,265 13,361 12,918 12,076 12,898 13,381 13,082 12,097 11,762 11,857 11,025
    Tallinn Estonia Passeggeri (migliaia) 6,701 6,447 6,220 6,870 6,841 7,523 8,043 8,417 8,727 9,098 9,299 9,676 9,969 9,967 9,961
    Messina Italia Passeggeri (migliaia) 9,802 10,834 10,603 10,380 10,441 10,765 8,060 8,126 7,256 6,988 7,021 6,139 9,250 10,604 11,669
    Calais Francia Passeggeri (migliaia) 11,695 11,460 11,519 11,002 10,158 10,237 10,063 9,345 10,372 10,703 9,757 9,090 8,990 9,118 8,478
    Stoccolma Svezia Passeggeri (migliaia) 8,211 8,054 8,127 8,677 9,089 9,147 9,184 9,108 8,889 9,933 9,887 9,980 8,631 8,534 8,349
    Reggio di Calabria Italia Passeggeri (migliaia) 9,645 10,669 10,336 10,116 11,047 9,891 7,704 7,760 6,758 6,187 6,053 5,569 8,602 9,335 10,884
    Pireo Grecia Passeggeri (migliaia) 11,076 11,539 11,063 11,079 10,444 10,944 9,182 7,918 7,704 8,136 8,169 8,038 8,591 8,927 9,331
    Helsingborg Svezia Passeggeri (migliaia) 11,102 10,776 10,966 10,911 9,415 8,540 8,339 7,841 7,763 7,656 7,670 7,514 7,319 7,136 7,153
    Helsingør (Elsinore) Danimarca Passeggeri (migliaia) 11,023 10,721 10,966 10,912 9,415 8,534 8,324 7,822 7,721 7,634 7,644 7,526 7,310 7,152 7,105
  • Titolo Tabella5: Principali caratteristiche tecniche degli aeroporti Italiani certificati ENAC - Aggiornamento 22/06/2020
    Fonte Fonte Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti su dati provvisori di fonte ENAC - ASSAEROPORTI - Siti WEB di settore
    Legenda (1) Lo scalo di Milano Linate e' stato chiuso dal 27 luglio al 25 ottobre, con conseguente trasferimento a Milano Malpensa delle attivita' operative
    Note

    2019 2019
    Località (denominazione) Area sedime Distanza da città Area parcheggio aerei Flussi di traffico passeggeri e merci Flussi di traffico passeggeri e merci
    Passeggeri Merci
    unità di misura ha km m2 n. t
    ALBENGA n.d. 60 12,000 n.d. n.d.
    ALGHERO Fertilia (SS) 246 10 80,500 1,390,379 3
    ANCONA Falconara 193 13 53,000 489,835 7,021
    AOSTA "Corrado Gex" 28 2.5 n.d. n.d. n.d.
    BARI Palese Macchie 245 12 103,700 5,545,588 2,273
    BERGAMO Orio al Serio 300 5 P.le Nord 69.400 P.le Principale 155000 13,857,257 118,964
    BIELLA n.d. 4 n.d. n.d. n.d.
    BOLOGNA Borgo Panigale "G.Marconi" 200 6 155,500 9,405,920 48,833
    BOLZANO 40 4 10,489 10,780 0
    BRESCIA Montichiari 242 20 60,000 17,003 30,695
    BRINDISI Papola Casale 316 3 56,000 2,697,749 11
    CAGLIARI Elmas 55 9 Apron 1 132000 Apron 2 45000 4,747,806 4,253
    CATANIA Fontanarossa "V. Bellini" 210 4.5 166,000 10,223,113 5,749
    COMISO n.d. 15 39,000 352,095 0
    CROTONE (KR) "S.Anna" 184 15 9,700 169,780 0
    CUNEO Levaldigi 178 21 62,700 92,401 0
    FANO "Enzo Oniccioli" 123 02 da Fano 12 da Pesaro 8,000 n.d. n.d.
    FIRENZE Peretola 120 9 80,000 2,874,233 179
    FOGGIA "Gino Lisa" 232 3 14,000 387 0
    FORLI' "L.Ridolfi" 210 4 29,950 n.d. n.d.
    GENOVA Sestri "C.Colombo" 165 7 267,100 1,536,136 2,695
    GROSSETO "Corrado Baccarini" 300 2 15,000 3,035 0
    L'AQUILA Preturo 18 7 3,000 n.d. n.d.
    LAMEZIA TERME 237 1 117,000 2,978,110 1,240
    LAMPEDUSA n.d. n.d. n.d. 276,972 19
    MARINA DI CAMPO (LI) (Isola d'Elba) 8 2.5 10,000 n.d. n.d.
    MILANO Linate "E. Forlanini" (1) 385 8 apron nord 320.000 apron
    ovest 67.000
    6,570,984 7,586
    MILANO Malpensa "Città di Milano" 1244 48 da Milano apron T1
    1.015.000 apron
    T2 304.000
    28,846,299 558,481
    NAPOLI Capodichino 275 5.5 200,000 10,860,068 11,750
    OLBIA (SS) Costa Smeralda 180 4 235,000 2,978,769 93
    ORISTANO Fenosu 136 3 8,000 n.d. n.d.
    PALERMO Punta Raisi "Falcone e Borsellino" 150 37 158,900 7,018,087 1,166
    PANTELLERIA (TP) 120 5 43,500 n.d. n.d.
    PARMA "G.Verdi" 80 3 25,200 75,007 27
    PERUGIA "Sant'Egidio" 210 11 22,000 219,183 0
    PESCARA Aeroporto d'Abruzzo 163 4 48,450 703,386 276
    PISA San Giusto "Galileo Galilei" 360 2 61,000 5,387,558 13,005
    REGGIO CALABRIA "Aeroporto dello Stretto" 140 5 26,200 365,391 29
    RIMINI -SAN MARINO 370 8 60,000 395,194 4
    ROMA Ciampino "G.B.Pastine" 220 15 50.000 lato est
    72.000 lato ovest
    5,879,496 18,448
    ROMA Fiumicino "Leonardo da Vinci" 1605 34 1,328,100 43,532,573 194,527
    SALERNO PONTECAGNANO "Mario Martucci" 77 14 11,500 n.d. n.d.
    SIENA Ampugnano 176 13 18,360 n.d. n.d.
    TARANTO Grottaglie 216 4 12000+altro
    isolato di ca
    60000
    899 7,588
    TORINO Caselle "Sandro Pertini" 292 16 138,000 3,952,158 3,334
    TORTOLÌ (NU) (ex Arbatax) 25 2 da Arbatax 1,586 n.d. n.d.
    TRAPANI Birgi "V. Florio" 123 13 32,000 411,437 12
    TREVISO Sant'Angelo 120 3 52,500 3,254,731 0
    TRIESTE Ronchi dei Legionari 242 33 105,000 783,179 276
    VENEZIA Tessera "Marco Polo" 331 12 380,600 11,561,594 63,970
    VERONA Villafranca "Valerio Catullo" 340 10 147,000 3,638,088 1,155
    TORINO Villanova d'Albenga 165 7 21 n.d. n.d.