QUALITÀ DELL'ARIA AMBIENTE: BENZO(A)PIRENE NEL PM10

Autori: 
Giorgio CATTANI, Alessandro DI MENNO DI BUCCHIANICO, Guido FIORAVANTI, Alessandra GAETA, Giuseppe GANDOLFO, Francesca LENA, Gianluca LEONE, Roberto VISENTIN
Immagine abstract
Abstract: 
L’indicatore si basa sui dati della concentrazione di benzo(a)pirene in atmosfera, misurati nel corso del 2018 nelle stazioni di monitoraggio distribuite sul territorio nazionale, raccolti e archiviati in ISPRA nel database InfoAria, secondo quanto previsto dalla Direttiva 2008/50/CE (e dal Decreto legislativo di recepimento n. 155/2010) e dalla Decisione 2011/850/EU. Le stazioni di monitoraggio che hanno misurato e comunicato dati di B(a)P sono 167. Le serie di dati con copertura temporale sufficiente per la verifica dei valori di rifermento sono 124. Sono stati registrati superamenti del valore obiettivo (8 stazioni pari al 6% dei casi).
Descrizione: 
Gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA) sono prodotti nei processi di combustione incompleta di materiali organici e sono emessi in atmosfera quasi totalmente adsorbiti sul materiale particolato. Molti composti sono cancerogeni, anche se l’evidenza di cancerogenicità sull’uomo relativa a singoli IPA è estremamente difficile, poiché in condizioni reali si verifica sempre un'esposizione simultanea a miscele complesse di molte decine di IPA. La IARC (IARC, 2012) ha classificato in particolare il benzo(a)pirene (B(a)P) come cancerogeno per l’uomo (categoria 1).
Il B(a)P è ritenuto un buon indicatore di rischio cancerogeno per la classe degli IPA valutati; è stato stimato un rischio incrementale pari a 9 casi di cancro polmonare ogni 100.000 persone esposte per tutta la vita a una concentrazione media di 1 ng/m3 di B(a)P. L’OMS ha quindi raccomandato un valore guida di 1 ng/m³ per la concentrazione media annuale di B(a)P. Questo valore coincide con il valore obiettivo fissato dal D.Lgs. 155/2010.
L’indicatore è stato elaborato sulla base dei dati della concentrazione di B(a)P in atmosfera, misurati nel corso del 2018 nelle stazioni di monitoraggio distribuite sul territorio nazionale, raccolti nel database InfoARIA secondo quanto previsto dalla Decisione 2011/850/EU. È stata calcolata la media annuale quale fondamentale indicatore per verificare il rispetto del valore obiettivo per la protezione della salute umana stabilito dalla normativa di riferimento (D.Lgs. 155/2010 e s.m.i.).
Scopo: 
Fornire informazioni sullo stato della qualità dell'aria attraverso i parametri statistici calcolati a partire dai dati della concentrazione nell'aria ambiente e la verifica del rispetto del valore obiettivo previsto dalla normativa.
RILEVANZA - L'indicatore: 
È di portata nazionale oppure applicabile a temi ambientali a livello regionale ma di significato nazionale
È sensibile ai cambiamenti che avvengono nell’ambiente e/o delle attività antropiche
Fornisce un quadro rappresentativo delle condizioni ambientali, delle pressioni sull’ambiente o delle risposte della società, anche in relazione agli obiettivi di specifiche normative
Fornisce una base per confronti a livello internazionale
Ha una soglia o un valore di riferimento con il quale poterlo confrontare
MISURABILITÀ - I dati utilizzati per la costruzione dell’indicatore sono/hanno: 
Adeguatamente documentati e di fonte nota
Aggiornati a intervalli regolari e con procedure affidabili
Un’ “adeguata” copertura spaziale
SOLIDITÀ - L'indicatore: 
È basato su standard nazionali/internazionali e sul consenso nazionale/internazionale circa la sua validità
È ben fondato in termini tecnici e scientifici
Presenta attendibilità e affidabilità dei metodi di misura e raccolta dati
Comparabilità nel tempo
Comparabilità nello spazio
Riferimenti normativi: 
Direttiva 2004/107/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 dicembre 2004 concernente l'arsenico, il cadmio, il mercurio, il nickel e gli idrocarburi policiclici aromatici nell'aria ambiente
D.Lgs. 155/2010 - Decreto Legislativo 13 agosto 2010, n. 155 Attuazione della Direttiva 2008/50/CE relativa alla qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa (G.U., n. 216 del 15/09/2010 – suppl. ord. N. 217 – in vigore dal 30/09/2010).
2011/850/UE: Decisione di esecuzione della Commissione, del 12 dicembre 2011, recante disposizioni di attuazione delle direttive 2004/107/CE e 2008/50/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda lo scambio reciproco e la comunicazione di informazioni sulla qualità dell’aria ambiente [notificata con il numero C(2011) 9068]
Obiettivi fissati dalla normativa: 
L'obiettivo della Direttiva 2008/50/CE è quello di consentire la valutazione della qualità dell’aria ambiente su basi comuni, di ottenere informazioni sullo stato della qualità dell’aria al fine di combattere l’inquinamento atmosferico, di assicurare la disponibilità pubblica delle informazioni e di promuovere la cooperazione tra gli Stati membri. La Direttiva 2004/107/CE ha stabilito un valore obiettivo per la concentrazione di arsenico, cadmio, nichel e benzo(a)pirene nell’aria ambiente in modo da evitare, prevenire o ridurre gli effetti dannosi dell’esposizione a tali sostanze per la salute umana e per l’ambiente nel suo complesso.
Il D.Lgs. 155/2010 recepisce la Direttiva 2008/50/CE e sostituisce le disposizioni di attuazione della Direttiva 2004/107/CE (già recepite con il Decreto legislativo 3 agosto 2007, n. 152, abrogato all’entrata in vigore del D.Lgs 155/2010), istituendo un quadro normativo unitario in materia di valutazione e di gestione della qualità dell'aria ambiente. Ha inoltre l’obiettivo di consentire a regioni e province autonome la valutazione e la gestione della qualità dell'aria ambiente. I valori limite del D.Lgs 155/2010 rappresentano gli obiettivi di qualità dell’aria ambiente da perseguire per evitare, prevenire, ridurre effetti nocivi per la salute umana e per l’ambiente. I valori di riferimento OMS rappresentano una guida da perseguire nella riduzione dell'impatto sulla salute umana dell'inquinamento atmosferico. Il valore obiettivo del B(a)P nell'aria ambiente definito dalla normativa è riportato nella Tabella A.
DPSIR: 
Stato
Tipologia indicatore: 
Descrittivo (tipo A)
Riferimenti bibliografici: 
WHO-World Health Organisation, 2000. Air quality guidelines for Europe; second edition. Copenhagen, WHO Regional Office for Europe Regional Publications
IARC, 2012. A review of human carcinogens. Part F: Chemical agents and related occupations / IARC Working Group on the Evaluation of Carcinogenic Risks to Humans (2009: Lyon, France) IARC monographs on the evaluation of carcinogenic risks to humans ; v. 100F.

Limitazioni: 
Non compilato  
Ulteriori azioni: 
Non compilato  
Frequenza rilevazione dati: 
Annuale
Accessibilità dei dati di base: 
ISPRA, Database InfoARIA
Fonte dei dati di base: 
ARPA/APPA (Agenzie Regionali e delle Province Autonome per la Protezione dell'Ambiente)
Province Autonome
Regioni
SNPA (Sistema Nazionale per la protezione dell’ambiente)
Unità di misura: 
Nanogrammi per metro cubo (ng/m3), Numero (n.)
Descrizione della metodologia di elaborazione: 
L’indicatore si basa sui dati di concentrazione di B(a)P in atmosfera, misurati nelle stazioni di monitoraggio distribuite sul territorio nazionale, raccolti e archiviati in ISPRA, nel DB InfoARIA secondo quanto previsto dalla Decisione 2011/850/EU. È stata calcolata la media annuale secondo le regole europee per un confronto con il valore obiettivo per la protezione della salute umana stabilito dalla normativa di riferimento (D.Lgs. 155/2010). Per il confronto con il valore obiettivo, del D.Lgs. 155/2010 (Figura 2) sono state utilizzate le serie di dati con una copertura temporale minima del 33% (al netto delle perdite di dati dovute alla taratura periodica o alla manutenzione ordinaria).
Core set: 
EEA - CSI
7EAP - Dati sull'ambiente
SDGs Indicators
Tipo rappresentazione: 
Mappa
Tabella
Periodicità di aggiornamento: 
Annuale
Copertura spaziale: 
Nazionale
Regionale (19/20)
Provinciale: (76/110)
Comunale (139/8047)
Copertura temporale: 
2018
L’indicatore ha un’alta rilevanza in quanto fornisce in modo capillare informazioni sullo stato della qualità dell'aria attraverso i dati di concentrazioni nell'aria ambiente, i parametri statistici e la verifica del rispetto del valore obiettivo previsto dalla normativa. L’indicatore è affidabile in quanto i parametri per i confronti con il valore obiettivo sono stati calcolati per le serie di dati che rispettavano gli obiettivi di qualità previsti dal D.Lgs 155/2010 stesso.
Nel 2018, la copertura spaziale è relativa a 19 regioni su 20.

Stato: 
Scarso
Trend: 
Non compilato  
Descrizione dello stato e trend: 
Il valore obiettivo (1,0 ng/m³), è stato superato in 8 stazioni (6% dei casi) (Figura 2).
Nel 2018 il valore obiettivo è stato superato prevalentemente in quelle zone (bacino padano e zone pedemontane appenniniche e alpine) dove è maggiore il consumo di biomassa legnosa per il riscaldamento civile e le condizioni meteorologiche invernali favoriscono l’accumulo degli inquinanti.

Commenti: 
Le stazioni di monitoraggio che hanno misurato e comunicato dati di B(a)P sono 167. Di queste, 124 (74% del totale) hanno copertura temporale minima del 33% (al netto delle perdite di dati dovute alla taratura periodica o alla manutenzione ordinaria). La classificazione delle stazioni di monitoraggio di B(a)P secondo i criteri di ubicazione su macroscala previsti dalla normativa è rappresentata in Figura 1.
L'intero territorio nazionale è suddiviso in zone e agglomerati ai fini della valutazione della qualità dell’aria ambiente ai sensi del D.Lgs. 155/2010. Ciascuna zona è classificata in base ai criteri stabiliti dallo stesso decreto, rispetto a determinate soglie.
La classificazione è importante perché da essa discendono gli obblighi di valutazione e viene aggiornata, di norma, ogni cinque anni.
Se nell’anno in esame si è verificato in almeno una stazione di monitoraggio il superamento di un valore limite, l’intera zona risulta in superamento. Le mappe riportate quindi non sono una rappresentazione della variabilità spaziale dell’inquinamento atmosferico, ma semplicemente del fatto che in una determinata zona si è verificato nell’anno in esame un superamento del valore limite.
Nel 2018 i superamenti del valore obiettivo hanno interessato 9 zone su 77 distribuite in 5 regioni.
Le zone in superamento sono riportate nella Tabella 2 e sono rappresentate in rosso nella Figura 3.
  • Tabella A: B(a)P - Valore obiettivo ai sensi del D.Lgs 155/2010
    Periodo di mediazione Valore obiettivo D.Lgs. 155/2010
    Anno civile 1,0 ng/m3
    Il valore obiettivo è riferito al tenore totale di B(a)P presente nella frazione PM10 del materiale particolato, calcolato come media su un anno civile.
  • Titolo Tabella 1: B(a)P, Italia. Stazioni di monitoraggio: dati e parametri statistici per la valutazione della qualità dell'aria (2018)
    Fonte ISPRA
    Legenda "1" valore calcolato per serie di dati con almeno il 6% di dati validi
    "2" in grassetto i dati riportati in mappa. Valore evidenziato in grassetto soltanto per serie di dati con almeno il 33% dei dati validi al netto delle perdite dovute alla taratura periodica o alla manutenzione ordinaria (Criterio numerosità: >104 dati; in accordo ai criteri di qualità definiti nella normativa vigente, D.Lgs. 155/2010).
    "3" AQD used: stazione usata ai fini della valutazione della qualità dell'aria ex D.Lgs. 155/2010; t=vero; f: falso
    “-”valore non calcolato per copertura temporale insufficiente

    region_id province_id municipality_id station_code Regione Provincia Comune Nome della stazione Tipo di zona Tipo di stazione Valore medio annuo¹,² Numero di dati validi AQD used³
    ng/m³ n.
    1 1 1001099 100122 PIEMONTE Torino Druento Druento - La Mandria R F 0.2 360 t
    1 1 1001175 100164 PIEMONTE Torino Oulx Oulx - Roma S T 0.2 354 t
    1 1 1001265 100129 PIEMONTE Torino Settimo Torinese Settimo T. - Vivaldi U T 0.8 313 t
    1 1 1001270 100130 PIEMONTE Torino Susa Susa - Repubblica S F 0.4 350 t
    1 1 1001272 100110 PIEMONTE Torino Torino Torino - Rebaudengo U T 0.8 355 t
    1 1 1001272 100167 PIEMONTE Torino Torino Torino - Rubino U F 0.5 319 t
    1 1 1001272 100176 PIEMONTE Torino Torino Torino Lingotto U F 0.5 325 t
    1 2 1002016 10203 PIEMONTE Vercelli Borgosesia Borgosesia - Tonella U F 0.6 357 t
    1 2 1002158 100201 PIEMONTE Vercelli Vercelli Vercelli - CONI S F 0.3 358 t
    1 3 1003024 100367 PIEMONTE Novara Borgomanero Borgomanero - Molli U T 0.6 365 t
    1 3 1003049 10302 PIEMONTE Novara Cerano Cerano - Bagno S F 0.4 365 t
    1 3 1003106 100363 PIEMONTE Novara Novara Novara - Roma U T 0.3 352 t
    1 4 1004078 10402 PIEMONTE Cuneo Cuneo Cuneo - Alpini U F 0.2 364 t
    1 4 1004130 100402 PIEMONTE Cuneo Mondovì Mondovì-Aragno U T 0.4 365 t
    1 4 1004201 10401 PIEMONTE Cuneo Saliceto Saliceto - Moizo R F 0.7 364 t
    1 5 1005005 100516 PIEMONTE Asti Asti Asti - Baussano U T 0.7 359 t
    1 96 1096004 109602 PIEMONTE Biella Biella Biella - Sturzo U F 0.3 356 t
    1 96 1096020 109603 PIEMONTE Biella Cossato Cossato - Pace U F 0.7 344 t
    1 96 1096088 109606 PIEMONTE Biella Valdilana Trivero - Ronco S F 0.1 364 t
    1 103 1103028 110302 PIEMONTE Verbano-Cusio-Ossola Domodossola Domodossola - Curotti S F 0.9 361 t
    1 103 1103072 10303 PIEMONTE Verbano-Cusio-Ossola Verbania Verbania - Gabardi U F 0.3 350 t
    2 7 2007003 200703 VALLE d'AOSTA Aosta Aosta AOSTA (PIAZZA PLOUVES) U F 0.6 150 t
    2 7 2007003 200717 VALLE d'AOSTA Aosta Aosta AOSTA I maggio S I 0.8 137 f
    2 7 2007003 200721 VALLE d'AOSTA Aosta Aosta Aosta Col du Mont S I 0.8 150 f
    2 7 2007003 200720 VALLE d'AOSTA Aosta Aosta Aosta Liconi U F 0.8 147 t
    3 12 3012133 301217 LOMBARDIA Varese Varese VARESE - VIA COPELLI U T 0.2 124 t
    3 14 3014061 301406 LOMBARDIA Sondrio Sondrio SONDRIO - VIA PARIBELLI U F 1.8 123 t
    3 15 3015130 301525 LOMBARDIA Milano Magenta MAGENTA U F 0.6 122 t
    3 15 3015146 301568 LOMBARDIA Milano Milano MILANO PASCAL CITTà STUDI U F 0.3 124 t
    3 15 3015146 301537 LOMBARDIA Milano Milano MILANO - SENATO U T 0.4 123 t
    3 16 3016024 301610 LOMBARDIA Bergamo Bergamo BERGAMO - VIA MEUCCI U F 0.3 124 t
    3 16 3016059 301622 LOMBARDIA Bergamo Casirate d'Adda CASIRATE D'ADDA R F 0.5 124 t
    3 17 3017029 301725 LOMBARDIA Brescia Brescia BRESCIA VILLAGGIO SERENO U F 0.6 160 t
    3 17 3017065 301721 LOMBARDIA Brescia Darfo Boario Terme DARFO_2 S F 1.0 121 t
    3 19 3019098 301912 LOMBARDIA Cremona Soresina SORESINA S T 0.3 121 t
    3 20 3020030 302069 LOMBARDIA Mantova Mantova MANTOVA SANT'AGNESE U F 0.3 254 t
    3 20 3020060 302072 LOMBARDIA Mantova Schivenoglia SCHIVENOGLIA R F 0.2 122 t
    3 97 3097050 309702 LOMBARDIA Lecco Moggio MOGGIO R F 0.1 62 t
    3 108 3108030 301527 LOMBARDIA Monza e della Brianza Meda MEDA U T 1.6 122 t
    4.1 21 4021008 402114 Pa BOLZANO Bolzano Bolzano BZ5 piazza Adriano U T 0.6 365 t
    4.1 21 4021037 402106 Pa BOLZANO Bolzano Laces LA1 Laces U F 1.2 365 t
    4.2 22 4022205 402209 Pa TRENTO Trento Trento TRENTO PSC U F 0.8 221 t
    5 23 5023011 502314 VENETO Verona Bosco Chiesanuova BOSCOCHIESANUOVA R F 0.2 132 t
    5 23 5023091 502315 VENETO Verona Verona VR- Giarol Grande U F 0.4 133 t
    5 24 5024100 502404 VENETO Vicenza Schio SCHIO U F 0.7 137 t
    5 26 5026086 502608 VENETO Treviso Treviso TV - Via Lancieri di Novara U F 1.1 133 t
    5 28 5028060 502808 VENETO Padova Padova PD - Mandria U F 0.9 36 t
    5 28 5028060 502809 VENETO Padova Padova PD - Arcella U T 0.9 130 f
    5 28 5028060 502813 VENETO Padova Padova PD - Granze U I 1.0 132 t
    5 28 5028037 502811 VENETO Padova Este ESTE S I 0.5 131 t
    5 28 5028080 502814 VENETO Padova Santa Giustina in Colle ALTA PADOVANA R F 1.6 129 t
    5 25 5025006 502505 VENETO Belluno Belluno BL - Parco Città di Bologna U F 1.0 134 t
    5 25 5025021 502506 VENETO Belluno Feltre AREA FELTRINA S F 1.8 133 t
    5 29 5029041 502902 VENETO Rovigo Rovigo RO - Borsea U F 0.5 131 t
    5 29 5029004 502969 VENETO Rovigo Badia Polesine BADIA POLESINE R F 0.7 133 t
    5 24 5024116 502409 VENETO Vicenza Vicenza VI - Quartiere Italia U F 0.9 129 t
    5 27 5027042 502701 VENETO Venezia Venezia VE - Parco Bissuola U F 0.7 136 t
    5 27 5027042 502723 VENETO Venezia Venezia VE - Malcontenta S I 0.3 136 t
    6 32 6032006 603218 FRIULI-VENEZIA GIULIA Trieste Trieste p.le Rosmini U F 0.3 311 t
    7 9 7009015 700973 LIGURIA Savona Cairo Montenotte LOCALITA' MAZZUCCA - CAIRO M. S I 0.8 332 t
    7 9 7009015 700974 LIGURIA Savona Cairo Montenotte LOCALITA' BRAGNO - CAIRO M. S I 1.1 347 t
    7 9 7009015 700904 LIGURIA Savona Cairo Montenotte LOCALITA' FARINA - CAIRO M. S I 0.7 65 t
    7 9 7009056 700969 LIGURIA Savona Savona VIA SAN LORENZO - SAVONA U T 0.2 47 t
    7 9 7009064 700977 LIGURIA Savona Vado Ligure VIA DE LITTA - VADO LIGURE S I 0.2 52 t
    7 9 7009064 700910 LIGURIA Savona Vado Ligure VADO LIGURE U T 0.2 60 t
    7 10 7010025 701016 LIGURIA Genova Genova QUARTO - GENOVA U F 0.1 116 t
    7 10 7010025 701009 LIGURIA Genova Genova CORSO FIRENZE - GENOVA U F 0.1 129 t
    7 11 7011015 701105 LIGURIA La Spezia La Spezia SAN CIPRIANO/LIBERTA - LA SPEZIA U T 0.2 58 t
    7 11 7011015 701112 LIGURIA La Spezia La Spezia FOSSAMASTRA - LA SPEZIA U I 0.2 53 t
    7 11 7011015 701106 LIGURIA La Spezia La Spezia CHIODO/AMENDOLA - LA SPEZIA U T 0.2 58 t
    7 11 7011015 701113 LIGURIA La Spezia La Spezia MAGGIOLINA - LA SPEZIA U F 0.2 51 t
    8 34 8034027 803401 EMILIA-ROMAGNA Parma Parma CITTADELLA U F 0.2 365 t
    8 36 8036023 803624 EMILIA-ROMAGNA Modena Modena PARCO FERRARI U F 0.3 365 t
    8 37 8037006 803708 EMILIA-ROMAGNA Bologna Bologna GIARDINI MARGHERITA U F 0.1 365 t
    8 37 8037006 803713 EMILIA-ROMAGNA Bologna Bologna PORTA SAN FELICE U T 0.2 365 f
    8 38 8038008 803803 EMILIA-ROMAGNA Ferrara Ferrara ISONZO U T 0.2 365 t
    8 99 8099014 804002 EMILIA-ROMAGNA Rimini Rimini MARECCHIA U F 0.3 365 t
    9 46 9046017 904613 TOSCANA Lucca Lucca LU-SAN-CONCORDIO U F 0.4 349 t
    9 48 9048017 904811 TOSCANA Firenze Firenze FI-GRAMSCI U T 0.4 353 t
    9 49 9049009 904914 TOSCANA Livorno Livorno LI-LA-PIRA U F 0.1 351 t
    9 49 9049012 904905 TOSCANA Livorno Piombino LI-COTONE S I - 0 t
    9 49 9049012 904913 TOSCANA Livorno Piombino LI-PIOMBINO-PARCO-VIII-MARZO U F 0.1 350 t
    9 100 9100005 904805 TOSCANA Prato Prato PO-ROMA U F 0.4 335 t
    10 54 10054013 1005418 UMBRIA Perugia Città di Castello C Castello U F 1.0 365 t
    10 54 10054018 1005407 UMBRIA Perugia Foligno PORTA ROMANA U T 0.7 365 t
    10 54 10054024 1005408 UMBRIA Perugia Gubbio PIAZZA 40 MARTIRI U F 0.4 365 t
    10 54 10054024 1005413 UMBRIA Perugia Gubbio Leonardo da Vinci S I 0.7 365 t
    10 54 10054039 1005401 UMBRIA Perugia Perugia CORTONESE U F 0.3 364 t
    10 54 10054051 1005415 UMBRIA Perugia Spoleto S. Martino in Trignano S I 0.6 349 t
    10 55 10055032 1005512 UMBRIA Terni Terni BORGO RIVO U F 0.8 365 t
    10 55 10055032 1005515 UMBRIA Terni Terni Le Grazie U T 0.7 365 t
    12 57 12057059 1205702 LAZIO Rieti Rieti RIETI U T 0.4 52 t
    12 58 12058032 1205805 LAZIO Roma Civitavecchia CIVITAVECCHIA U F 0.2 58 t
    12 58 12058034 1205807 LAZIO Roma Colleferro COLLEFERRO EUROPA S F/I 0.8 129 t
    12 58 12058091 1205802 LAZIO Roma Roma C.SO FRANCIA U T 0.3 132 t
    12 58 12058091 1205804 LAZIO Roma Roma CINECITTA U F 0.3 60 t
    12 58 12058091 1205820 LAZIO Roma Roma VILLA ADA U F 0.3 122 t
    12 58 12058118 1205886 LAZIO Roma Ciampino CIAMPINO U T 0.6 127 t
    12 60 12060037 1206005 LAZIO Frosinone Fontechiari FONTECHIARI R F 0.4 83 t
    12 60 12060038 1205874 LAZIO Frosinone Frosinone FROSINONE SCALO U T 2.2 144 t
    13 66 13066028 1306604 ABRUZZO L'Aquila Castel di Sangro Castel di Sangro S F 0.1 195 t
    13 66 13066049 1306601 ABRUZZO L'Aquila L'Aquila AQ - Amiternum U F 0.2 35 t
    13 67 13067041 1306701 ABRUZZO Teramo Teramo TE - Porta Madonna U T - 0 t
    13 69 13069022 1306905 ABRUZZO Chieti Chieti Scuola Antonelli U F 0.8 148 t
    14 70 14070006 1407071 MOLISE Campobasso Campobasso CAMPOBASSO3 U F 0.3 303 t
    14 70 14070078 1407074 MOLISE Campobasso Termoli TERMOLI2 U T 0.2 <104 t
    14 94 14094051 1409498 MOLISE Isernia Vastogirardi VASTOGIRARDI R F 0.6 <104 t
    14 94 14094052 1409499 MOLISE Isernia Venafro VENAFRO2 U F 0.4 <104 t
    15 61 15061022 1506103 CAMPANIA Caserta Caserta CE52 SCUOLA DE AMICIS U T 0.2 162 t
    15 62 15062008 1506205 CAMPANIA Benevento Benevento Benevento Campo Sportivo U F 0.9 27 t
    15 63 15063001 1506365 CAMPANIA Napoli Acerra Acerra Zona Industriale S I 0.3 142 t
    15 63 15063049 1506301 CAMPANIA Napoli Napoli NA07 ENTE FERROVIE U T - 0 t
    15 63 15063049 1506304 CAMPANIA Napoli Napoli NA06 MUSEO NAZIONALE U T - 0 t
    15 63 15063049 1506307 CAMPANIA Napoli Napoli NA01 OSSERVATORIO ASTRONOMICO U F 0.1 148 t
    15 63 15063057 1506373 CAMPANIA Napoli Pomigliano d'Arco Pomigliano d'Arco Area ASI S I 0.5 145 t
    15 63 15063059 1506374 CAMPANIA Napoli Portici Portici parco reggia U F 0.1 145 t
    15 63 15063075 1506366 CAMPANIA Napoli San Vitaliano San Vitaliano Scuola Elementare Marconi U F 1.0 147 t
    15 64 15064005 1506406 CAMPANIA Avellino Ariano Irpino Villa Comunale U F - 0 t
    15 64 15064008 1506405 CAMPANIA Avellino Avellino Avellino Scuola Alighieri U T 1.0 27 t
    15 65 15065078 1506506 CAMPANIA Salerno Nocera Inferiore Nocera Inferiore scuola Solimene U T 0.2 131 t
    15 65 15065116 1506503 CAMPANIA Salerno Salerno SA22 Ospedale via Vernieri U T - 0 t
    15 65 15065116 1506508 CAMPANIA Salerno Salerno Parco Mercatello U F 0.1 141 t
    16 71 16071024 1607182 PUGLIA Foggia Foggia Rosati U F 0.1 60 t
    16 72 16072029 1607276 PUGLIA Bari Molfetta molfetta VERDI U T 0.1 60 t
    16 72 16072006 1607281 PUGLIA Bari Bari KENNEDY U F 0.1 60 t
    16 110 16110002 1607291 PUGLIA Barletta-Andria-Trani Barletta stadio casardi U F 0.1 60 t
    16 73 16073027 1607375 PUGLIA Taranto Taranto taranto ADIGE U T 0.1 60 t
    16 73 16073027 1607377 PUGLIA Taranto Taranto taranto MACHIAVELLI S I 0.1 180 t
    16 73 16073027 1607380 PUGLIA Taranto Taranto TALSANO U F 0.1 60 t
    16 75 16075035 1607585 PUGLIA Lecce Lecce GARIGLIANO U T 0.1 60 t
    17 76 17076038 17076029 BASILICATA Potenza Guardia Perticara GuardiaPerticara 1 R NA 0.1 68 t
    17 76 17076098 1707618 BASILICATA Potenza Viggiano Viggiano R I 0.1 75 t
    17 77 17077028 17077028 BASILICATA Matera Tricarico Tricarico 1 R NA 0.2 72 t
    18 78 18078003 1807881 CALABRIA Cosenza Acri Acri U F 0.5 348 t
    18 78 18078009 1807885 CALABRIA Cosenza Altomonte MM2 Firmo Altomonte 2015 R-nearcity I 0.1 179 t
    18 78 18078045 1807877 CALABRIA Cosenza Cosenza Città dei ragazzi U F 0.4 353 t
    18 78 18078157 1807886 CALABRIA Cosenza Corigliano-Rossano MM3 Schiavonea 2015 R-nearcity I 0.7 93 t
    18 79 18079023 1807906 CALABRIA Catanzaro Catanzaro Parco della biodiversità mediterranea U F 0.1 329 t
    18 79 18079133 1807884 CALABRIA Catanzaro Simeri Crichi MM1 Pietrapaolo 2015 R-nearcity I 0.1 305 t
    18 79 18079160 1807905 CALABRIA Catanzaro Lamezia Terme Municipio S F 0.4 301 t
    18 80 18080043 1808001 CALABRIA Reggio di Calabria Locri Locri U F 0.3 340 t
    18 80 18080044 1808005 CALABRIA Reggio di Calabria Mammola Mammola R-regional F 0.0 328 t
    18 80 18080061 1808008 CALABRIA Reggio di Calabria Polistena MM4 Polistena 2015 S I 0.8 324 t
    18 80 18080063 1808004 CALABRIA Reggio di Calabria Reggio di Calabria Villa Comunale U F 0.1 329 t
    18 101 18101010 1810102 CALABRIA Crotone Crotone Gioacchino da Fiore (via) U F 0.2 282 t
    18 102 18102047 1810202 CALABRIA Vibo Valentia Vibo Valentia Parco Urbano U F 0.3 360 t
    19 81 19081021 1908101 SICILIA Trapani Trapani Trapani U F 0.1 118 t
    19 82 19082053 1908205 SICILIA Palermo Palermo PA - Indipendenza U T 0.3 125 t
    19 82 19082053 1908271 SICILIA Palermo Palermo PA - Villa Trabia U F 0.5 30 t
    19 83 19083048 1908370 SICILIA Messina Messina ME - Villa Dante U F 0.1 70 t
    19 83 19083049 1908369 SICILIA Messina Milazzo Milazzo - Termica S F 0.2 147 t
    19 84 19084028 1908497 SICILIA Agrigento Porto Empedocle Porto Empedocle S F 0.0 59 t
    19 87 19087015 1908702 SICILIA Catania Catania CT - Parco Gioieni U F 0.1 164 t
    19 89 19089017 1908910 SICILIA Siracusa Siracusa SR - Via Gela S F 0.1 95 t
    19 89 19089021 1908963 SICILIA Siracusa Priolo Gargallo Priolo U F 0.1 124 t
    20 90 20090058 2009022 SARDEGNA Sassari Porto Torres CENPT1 U F 0.1 365 t
    20 90 20090064 2009021 SARDEGNA Sassari Sassari CENS16 U F 0.1 365 t
    20 91 20091044 2009109 SARDEGNA Nuoro Macomer CENMA1 R-nearcity F 0.1 365 t
    20 91 20091085 2009106 SARDEGNA Nuoro Siniscola CENSN1 U F 0.1 355 t
    20 92 20092003 2009241 SARDEGNA Cagliari Assemini CENAS9 U F 0.6 47 t
    20 92 20092009 2009242 SARDEGNA Cagliari Cagliari CENCA1 U T 0.1 365 t
    20 92 20092051 2009240 SARDEGNA Cagliari Quartu Sant'Elena CENQU1 U F 0.5 60 t
    20 92 20092066 2009237 SARDEGNA Cagliari Sarroch CENSA3 U F 0.3 334 t
    20 92 20092109 2009238 SARDEGNA Cagliari Monserrato CENMO1 U F 0.3 365 t
    20 92 20111047 2009213 SARDEGNA Cagliari Nuraminis CENNM1 R F 0.2 365 t
    20 92 20111082 2009239 SARDEGNA Cagliari Seulo CENSE0 R-remote F 0.0 364 f
    20 107 20111057 2009222 SARDEGNA Carbonia-Iglesias Portoscuso CENPS7 S F 0.1 365 t
  • Titolo Tabella 2: B(a)P - Classificazione delle zone rispetto alle soglie di valutazione e verifica della presenza di superamenti del valore obiettivo ai sensi del D.Lgs. 155/2010 (2018)
    Fonte ISPRA
    Legenda zona: parte del territorio nazionale delimitata, ai sensi del D.Lgs. 155/2010, ai fini della valutazione e della gestione della qualità dell'aria ambiente;
    agglomerato: zona costituita da un'area urbana o da un insieme di aree urbane che distano tra loro non più di qualche chilometro oppure da un'area urbana principale e dall'insieme delle aree urbane minori che dipendono da quella principale sul piano demografico, dei servizi e dei flussi di persone e merci, avente: 1) una popolazione superiore a 250.000 abitanti oppure; 2) una popolazione inferiore a 250.000 abitanti e una densità di popolazione per km2 superiore a 3.000 abitanti;
    Superamento VO annuale: Si intende superato qualora sia stato determinato il superamento in almeno una stazione di monitoraggio collocata nel territorio della zona.
    Classificazione: aboveUAT: superiore alla soglia di valutazione superiore (60% del valore obiettivo, 0,6 ng/m³) LAT-UAT : compresa tra la soglia di valutazione inferiore e la soglia di valutazione superiore belowLAT : inferiore alla soglia di valutazione inferiore (40% del valore obiettivo, 0,4 ng/m³) nota: Il superamento delle soglie di valutazione superiore e delle soglie di valutazione inferiore deve essere determinato in base alle concentrazioni degli inquinanti nell'aria ambiente nei cinque anni civili precedenti. Il superamento si realizza se la soglia di valutazione è stata superata in almeno tre sui cinque anni civili precedenti.

    Codice zona id Regione Nome zona Tipo zona classificazione superamento VO annuale
    IT0118 1 PIEMONTE Agglomerato Agglomerato aboveUAT No
    IT0119 1 PIEMONTE Pianura Non Agglomerato aboveUAT No
    IT0120 1 PIEMONTE Collina Non Agglomerato aboveUAT No
    IT0121 1 PIEMONTE Montagna Non Agglomerato aboveUAT No
    IT0204 2 VALLE d'AOSTA VdA_fondo_valle Non Agglomerato aboveUAT No
    IT0205 2 VALLE d'AOSTA VdA_rurale montano Non Agglomerato belowLAT No
    IT0306 3 LOMBARDIA Agglomerato di Milano Agglomerato aboveUAT Sì
    IT0307 3 LOMBARDIA Agglomerato di Bergamo Agglomerato LAT-UAT No
    IT0308 3 LOMBARDIA Agglomerato di Brescia Agglomerato LAT-UAT No
    IT0309 3 LOMBARDIA Zona A- Pianura ad elevata urbanizzazione Non Agglomerato aboveUAT No
    IT0310 3 LOMBARDIA Zona B - Pianura Non Agglomerato LAT-UAT No
    IT0311 3 LOMBARDIA Zona C - Montagna Non Agglomerato belowLAT No
    IT0312 3 LOMBARDIA Zona D- Fondovalle Non Agglomerato aboveUAT Sì
    IT0403 4.2 Pa TRENTO fondovalle Non Agglomerato aboveUAT No
    IT0404 4.2 Pa TRENTO Montagna Non Agglomerato belowLAT No
    IT0445 4.1 Pa BOLZANO South Tyrol Non Agglomerato aboveUAT Sì
    IT0508 5 VENETO Agglomerato_Venezia Agglomerato aboveUAT No
    IT0509 5 VENETO Agglomerato_Treviso Agglomerato aboveUAT Sì
    IT0510 5 VENETO Agglomerato_Padova Agglomerato aboveUAT Sì
    IT0511 5 VENETO Agglomerato_Vicenza Agglomerato aboveUAT No
    IT0512 5 VENETO Agglomerato_Verona Agglomerato aboveUAT No
    IT0513 5 VENETO Pianura_Capoluogo_Bassa_Pianura Non Agglomerato aboveUAT Sì
    IT0514 5 VENETO Bassa_Pianura_Colli Non Agglomerato LAT-UAT No
    IT0515 5 VENETO Prealpi_Alpi Non Agglomerato aboveUAT No
    IT0516 5 VENETO Val_Belluna Non Agglomerato aboveUAT Sì
    IT0607 6 FRIULI-VENEZIA GIULIA Zona triestina Non Agglomerato aboveUAT No
    IT0608 6 FRIULI-VENEZIA GIULIA Zona di pianura Non Agglomerato aboveUAT No
    IT0609 6 FRIULI-VENEZIA GIULIA Zona di montagna Non Agglomerato aboveUAT No
    IT0711 7 LIGURIA Agglomerato Genova Agglomerato belowLAT No
    IT0717 7 LIGURIA Ozono e BaP Liguria Non Agglomerato aboveUAT Sì
    IT0890 8 EMILIA-ROMAGNA Agglomerato Agglomerato LAT-UAT No
    IT0891 8 EMILIA-ROMAGNA Appennino Non Agglomerato belowLAT No
    IT0892 8 EMILIA-ROMAGNA Pianura Ovest Non Agglomerato LAT-UAT No
    IT0893 8 EMILIA-ROMAGNA Pianura Est Non Agglomerato belowLAT No
    IT0906 9 TOSCANA Agglomerato di Firenze Agglomerato LAT-UAT No
    IT0907 9 TOSCANA Zona Prato Pistoia Non Agglomerato belowLAT No
    IT0908 9 TOSCANA Zona Costiera Non Agglomerato aboveUAT No
    IT0909 9 TOSCANA Zona Valdarno pisano e pianura lucchese Non Agglomerato belowLAT No
    IT0910 9 TOSCANA Zona valdarno aretino e valdichiana Non Agglomerato belowLAT No
    IT0911 9 TOSCANA Zona collinare e montana Non Agglomerato belowLAT No
    IT1006 10 UMBRIA Zona collinare e montuosa Non Agglomerato LAT-UAT No
    IT1007 10 UMBRIA Zona di valle Non Agglomerato aboveUAT No
    IT1008 10 UMBRIA Zona della Conca Ternana Non Agglomerato aboveUAT No
    IT1110 11 MARCHE Zona Costiera e Valliva Non Agglomerato belowLAT No
    IT1111 11 MARCHE Zona Collinare Montana Non Agglomerato belowLAT No
    IT1211 12 LAZIO Zona Appenninica Non Agglomerato belowLAT No
    IT1212 12 LAZIO Zona Valle del Sacco Non Agglomerato aboveUAT Sì
    IT1213 12 LAZIO Zona Litoranea Non Agglomerato belowLAT No
    IT1215 12 LAZIO Zona Agglomerato di Roma Agglomerato LAT-UAT No
    IT1305 13 ABRUZZO Agglomerato di Pescara - Chieti Agglomerato aboveUAT No
    IT1306 13 ABRUZZO Zona a maggiore pressione antropica Non Agglomerato aboveUAT No
    IT1307 13 ABRUZZO Zona a minore pressione antropica Non Agglomerato aboveUAT No
    IT1402 14 MOLISE Area collinare Non Agglomerato aboveUAT No
    IT1403 14 MOLISE Pianura Non Agglomerato aboveUAT No
    IT1404 14 MOLISE Fascia costiera Non Agglomerato aboveUAT No
    IT1507 15 CAMPANIA Agglomerato Napoli_Caserta Agglomerato aboveUAT No
    IT1508 15 CAMPANIA Zona costiera_collinare Non Agglomerato aboveUAT No
    IT1509 15 CAMPANIA Zona montuosa Non Agglomerato aboveUAT No
    IT1611 16 PUGLIA Collinare Non Agglomerato belowLAT No
    IT1612 16 PUGLIA Pianura Non Agglomerato belowLAT No
    IT1613 16 PUGLIA Industriale Non Agglomerato belowLAT No
    IT1614 16 PUGLIA Agglomerato di Bari Agglomerato belowLAT No
    IT1703 17 BASILICATA Zona A a maggior carico emissivo Non Agglomerato belowLAT No
    IT1704 17 BASILICATA Zona B a minor carico emissivo Non Agglomerato belowLAT No
    IT1801 18 CALABRIA A - urbana Agglomerato belowLAT No
    IT1802 18 CALABRIA B - industriale Non Agglomerato aboveUAT No
    IT1803 18 CALABRIA C - montana Non Agglomerato belowLAT No
    IT1804 18 CALABRIA D - colline e costa Non Agglomerato belowLAT No
    IT1911 19 SICILIA Agglomerato Palermo Agglomerato aboveUAT No
    IT1912 19 SICILIA Agglomerato Catania Agglomerato aboveUAT No
    IT1913 19 SICILIA Agglomerato Messina Agglomerato aboveUAT No
    IT1914 19 SICILIA Aree Industriali Non Agglomerato aboveUAT No
    IT1915 19 SICILIA Altro Non Agglomerato aboveUAT No
    IT2007 20 SARDEGNA Agglomerato di Cagliari Agglomerato aboveUAT No
    IT2008 20 SARDEGNA Zona Urbana Non Agglomerato belowLAT No
    IT2009 20 SARDEGNA Zona Industriale Non Agglomerato aboveUAT No
    IT2010 20 SARDEGNA Zona Rurale Non Agglomerato belowLAT No
  • Titolo Figura 1: B(a)P - Classificazione dei punti di campionamento secondi i criteri di ubicazione su macroscala di cui all’Allegato III, D.Lgs.155/2010 (2018)
    Fonte ISPRA

  • Titolo Figura 2: B(a)P - Stazioni di monitoraggio e superamenti del valore obiettivo per la protezione della salute (2018)
    Fonte ISPRA

  • Titolo Figura 3: B(a)P - Rappresentazione delle zone rispetto al valore obiettivo (2018)
    Fonte ISPRA
    Legenda Nessun superamento: in nessuna delle stazioni di monitoraggio attive nella zona si è verificato il superamento del valore obiettivo (1,0 ng/m³ come media annuale)
    Note Questa mappa non è una rappresentazione della variabilità spaziale dell’inquinamento atmosferico. Se si è verificato nell’anno in esame un superamento del valore limite in almeno una delle stazioni facenti parte del programma di valutazione della zona, o questo è stato individuato anche mediante l’uso di modelli, misure indicative o stime obiettive, l’intera zona è evidenziata in rosso; altrimenti è evidenziata in verde. L’effettiva area di superamento (area, ricadente all'interno di una zona o di un agglomerato, nella quale è stato valutato il superamento di un valore limite o di un valore obiettivo), che può essere individuata sulla base della rappresentatività delle misurazioni in siti fissi o indicative o sulla base delle tecniche di modellizzazione dalle Regioni e PP/AA in fase di valutazione della qualità dell’aria, anche al fine di programmare gli interventi di risanamento, non è riportata.