Report

OSSERVATORIO NORMATIVA REGIONALE

Abstract indicatore: 
L'indicatore valuta l'attenzione degli enti territoriali al fenomeno delle emissioni elettromagnetiche attraverso la verifica degli atti normativi emanati in riferimento alle prevalenti tipologie di sorgenti: ELF e RF. Si nota un quadro normativo regionale pressoché invariato. Relativamente ai Catasti Elettromagnetici Regionali per le sorgenti operanti in alta (RF) e in bassa (ELF) frequenza la situazione a livello nazionale è in divenire in quanto su disposizione del Decreto Direttoriale n.72/2016 emanato dal Ministero dell’ambiente sono stati avviati di recente da quasi tutte le Regioni numerosi progetti su varie linee di attività tra cui quella di realizzazione/gestione del catasto elettromagnetico regionale (CER) in coordinamento con il catasto elettromagnetico nazionale (CEN). Il processo di messa a regime della rete CER/CEN negli anni ha subito forti rallentamenti dovuti anche ad un quadro legislativo non definito e completo. L’azione di finanziare i progetti regionali succitati ha permesso innanzitutto di confrontarsi con una situazione molto disomogenea a livello nazionale relativamente alla realizzazione di Catasti elettromagnetici regionali (fino a luglio 2017 le regioni provviste di un catasto sia per l'alta sia per la bassa frequenza in corso di realizzazione o completo erano solo 10) e alla disponibilità dei dati da parte dei gestori degli impianti RF e degli elettrodotti.

Descrizione: 
L'indicatore valuta l'attenzione degli enti territoriali al fenomeno delle emissioni elettromagnetiche attraverso la verifica degli atti normativi emanati in riferimento alle prevalenti tipologie di sorgenti: ELF e RF. Con il DM 381/98 e successivamente con la Legge quadro 36/01, si rinvia specificamente a leggi regionali per il recepimento delle disposizioni in esse contenute (per alcune regioni sono reperibili disposizioni normative fin dal 1988). L'indicatore fornisce un quadro della situazione, considerando la normativa regionale in vigore sulla base delle informazioni fornite dalle ARPA/APPA. Al fine di fornire informazioni importanti per il popolamento dell'indicatore, si effettua un'analisi dello stato di realizzazione dei catasti regionali delle sorgenti fisse e mobili di campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici, sempre in recepimento della L 36/01.

Scopo: 
Valutare la risposta normativa delle regioni alla problematica riguardante le sorgenti di campi elettromagnetici, anche in riferimento al recepimento della Legge quadro 36/2001.


Criteri di selezione: 
  • Misurabilità (i dati utilizzati per la costruzione dell'indicatore sono/hanno): 
    Una "buona" copertura spaziale
    Una "buona" copertura temporale (almeno 5 anni)
  • Rilevanza e utilità (l'indicatore): 
    È semplice, facile da interpretare
  • Solidità scientifica (l'indicatore): 
    Comparabilità nel tempo
    Comparabilità nello spazio

Riferimenti normativi: 
Legge quadro 36/2001, DM 13/02/2014

Obiettivi fissati dalla normativa: 
Secondo l'art. 4 della Legge quadro 36/2001 le regioni adeguano la propria legislazione ai limiti di esposizione, ai valori di attenzione e agli obiettivi di qualità previsti dai decreti attuativi DPCM 08/07/2003. Secondo quanto disposto dal D. Lgs. 259/2003 in merito ai procedimenti autorizzatori lo Stato, le regioni e gli enti locali, ferme restando le competenze legislative e regolamentari delle regioni e delle province autonome, operano in base al principio di leale collaborazione, anche mediante intese e accordi. Le regioni e le province autonome possono legiferare nell'ambito delle rispettive competenze e nel rispetto dei principi di cui al primo comma dell'articolo 117 della Costituzione. In alcune regioni e province autonome sono stati emanati dei provvedimenti normativi per l'istituzione di catasti regionali/provinciali relativi alle sorgenti di campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici.
DPSIR: 
Risposta

Tipologia indicatore: 
Descrittivo (tipo A)

Riferimenti bibliografici: 
Annuario dei dati ambientali (ISPRA), Reports tematici (ISPRA)

Limitazioni: 
Un quadro legislativo nazionale ancora non completo rallenta ulteriormente il processo di messa a regime della rete Catasto elettromagnetico nazionale (CEN)/Catasti elettromagnetici regionali (CER). Sulla base delle disposizioni dell'art 7, comma 1 della legge quadro 36/2001 il 31 marzo 2017 è stato emanato il decreto ministeriale sulle modalità di inserimento dei dati relative alle sorgenti RF mentre quello relativo alle sorgenti ELF è ancora in fase di definizione.

Ulteriori azioni: 
Non compilato
Frequenza di rilevazione dei dati: 
in tempo reale

Accessibilità dei dati di base: 
http://agentifisici.isprambiente.it

Fonte dei dati di base: 
Osservatorio CEM

Descrizione della metodologia di elaborazione: 
Non viene applicata alcuna metodologia di elaborazione dell'indicatore.


Tipo di rappresentazione: 
Tabella

Copertura spaziale: 
15/20

Copertura temporale: 
luglio 2018

Qualità dell'informazione: 
L'accuratezza dell'informazione risente di fonti di errore dovute essenzialmente al processo di raccolta dei dati a livello regionale. L'indicatore presenta informazioni che coprono una buona parte del territorio nazionale, quindi ha una buona copertura spaziale. Anche la serie temporale è buona avendo a disposizione informazioni relative a più di cinque anni. L'indicatore è facilmente interpretabile, quindi ha una buona rilevanza e utilità.



Stato e trend: 
Dalla Tabella 13.16 per le regioni per cui il dato è stato aggiornato (Valle d'Aosta, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia) si nota un quadro normativo regionale pressoché invariato.

Commenti: 
Nella Tabella 13.16 vengono riportate le principali normative regionali, post Legge quadro n. 36 del 22 febbraio 2001, esistente in materia di radiazioni non ionizzanti. A luglio 2018, 14 regioni hanno aggiornato i dati relativi alla normativa regionale. Relativamente ai Catasti Elettromagnetici Regionali per le sorgenti operanti in alta (RF) e in bassa (ELF) frequenza la situazione a livello nazionale è in divenire in quanto, su disposizione del Decreto Direttoriale n.72/2016 emanato dal Ministero dell’ambiente sono stati avviati di recente da quasi tutte le regioni numerosi progetti su varie linee di attività tra cui quella di realizzazione/gestione del catasto elettromagnetico regionale (CER) in coordinamento con il Catasto Elettromagnetico Nazionale (CEN). Il processo di messa a regime della rete CER/CEN negli anni ha subito forti rallentamenti dovuti anche a un quadro legislativo non definito e completo. Infatti, il 13 febbraio 2014 il Ministro dell’ambiente ha emanato il decreto di istituzione del Catasto Elettromagnetico Nazionale (CEN) a valle di un processo di confronto tra l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), che ha avuto apposito mandato dal MATTM, e le Agenzie Regionali e Provinciali per l'Ambiente (ARPA/APPA), iniziato diversi anni fa, al fine di definire e condividere le specifiche tecniche per la realizzazione del Catasto stesso. Il CEN opera in coordinamento con i diversi Catasti Elettromagnetici Regionali (CER) e tutti devono necessariamente contenere le stesse informazioni minime per alimentarsi a vicenda, secondo le modalità che il decreto istitutivo del Catasto nazionale stabilisce. Sulla base delle disposizioni dell'art 7, comma 1 della Legge quadro 36/2001, il 31 marzo 2017 è stato emanato il Decreto ministeriale sulle modalità di inserimento dei dati relative alle sorgenti RF mentre quello relativo alle sorgenti ELF è ancora in fase di definizione. L’azione di finanziare i progetti regionali succitati ha permesso innanzitutto di confrontarsi con una situazione molto disomogenea a livello nazionale relativamente alla realizzazione di Catasti elettromagnetici regionali (fino a luglio 2017 le regioni provviste di un catasto sia per l'alta sia per la bassa frequenza in corso di realizzazione o completo erano solo 10) e alla disponibilità dei dati da parte dei gestori degli impianti RF e degli elettrodotti. Tale confronto porterà necessariamente un forte impulso positivo alla realizzazione della rete CER/CEN. Attualmente la situazione è ancora prematura per pronunciarsi sugli sviluppi di tali progetti visto il loro recente avvio.
  • Titolo: Tabella 12.10: Normativa regionale post Legge Quadro in materia di campi elettromagnetici (luglio 2018)
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati ARPA/APPA (Osservatorio CEM)
    Legenda: a: Dato non aggiornato nd: informazione non disponibile
    Tabella 12.10: Normativa regionale post Legge Quadro in materia di campi elettromagnetici (luglio 2018)
    Regione/Provincia autonoma Argomento Tipo di atto
    Piemontea Legge regionale n.19 del 3/08/04 "Nuova disciplina regionale sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici". Direttiva tecnica per la semplificazione delle procedure di autorizzazione delle modifiche di impianti di telecomunicazione e radiodiffusione conseguenti all'introduzione del digitale terrestre. DGR n.24-11783 del 20/07/2009
    Legge regionale n.19 del 3/08/04 "Nuova disciplina regionale sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici".Realizzazione, gestione e utilizzo di un unico catasto regionale delle sorgenti fisse di campo elettrico, magnetico ed elettromagnetico (articolo 5, comma 1, lettera e). Direttiva tecnica. DGR n.86-10405 del 22/12/2008
    Modificazione della DGR n.25-7888 del 21/12/2007: "Integrazione alla DGR n.19-13802 del 2/11/2004, recante prime indicazioni per gli obblighi di comunicazione e certificazione di cui agli artt. 2 e 13 della LR 19/2004 per gli impianti di telecomunicazione e radiodiffusione, relativamente alla procedura per nuove tipologie di impianti". DGR n.43-9089 del 1/07/2008
    Legge regionale n.19 del 3/08/04 "Nuova disciplina regionale sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici".Prime indicazioni sui controlli di cui all'articolo 13, comma 2, riguardanti il monitoraggio remoto degli impianti di radiodiffusione sonora e televisiva. DGR n.63-6525 del 23/07/2007
    Legge regionale n.19 del 3/08/04 "Nuova disciplina regionale sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici".Direttiva tecnica in materia di localizzazione degli impianti radioelettrici, spese per attività istruttorie e di controllo, redazione del regolamento comunale, programmi localizzativi, procedure per il rilascio delle autorizzazioni e del parere tecnico. DGR n-16-757 del 5/09/2005
    Legge regionale n.19 del 3/08/04 "Nuova disciplina regionale sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici". Direttiva tecnica per il risanamento dei siti non a norma per l'esposizione ai campi elettromagnetici generati dagli impianti per telecomunicazioni e radiodiffusione (art.5, comma1, lettera d). DGR n.39-14473 del 29/12/2004
    Legge regionale n.19 del 3/08/04 "Nuova disciplina regionale sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici". Prime indicazioni regionali per gli obblighi di comunicazione e certificazione di cui agli artt.2 e 13, per impianti di telecomunicazione e radiodiffusione. DGR n.19-13802 del 2/11/2004
    DGR n.15-12731 del 14/06/04 recante "Decreto legislativo 1/08/03 n.259. Allegati tecnici per l'installazione o modifica delle caratteristiche di impianti radioelettrici" Rettifica all'allegato n.1 per mero errore materiale. DGR n.112-13293 del 3/08/2004
    Nuova disciplina regionale sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici. LR n.19 del 3/08/2004
    Decreto legislativo 1/08/03 n.259. Allegati tecnici per installazione o modifica delle caratteristiche di impianti radioelettrici. DGR n.15-12731 del 14/06/2004
    Valle d'Aosta Nuove disposizioni in materia di elettrodotti. Abrogazione L.R. 32 del 15/12/2006 L.R. 8 del 28/04/2011
    Disposizioni in materia di elettrodotti. LR n.32 del 15/12/2006
    Disciplina per l'installazione, la localizzazione e l'esercizio di stazioni radioelettriche e di strutture di radiotelecomunicazioni. Modificazioni alla legge regionale 6/04/98, n.11 (Normativa urbanistica e di pianificazione territoriale della Valle D'Aosta), e abrogazione della legge regionale 21/08/00 n.31. LR n.25 del 4/11/2005
    Lombardia Linee di indirizzo per lo sviluppo del catasto regionale degli impianti radioelettrici istituito dall’articolo 5 della legge regionale 11 maggio 2001 n. 11 e indicazioni relative al Programma CEM di cui al decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare RINDEC-2016-0000072 del 28 giugno 2016 DGR n. X/5827 del 18/11/2016
    Disposizioni in materia di ambiente e servizi di interesse economico generale - Collegato ordinamentale". Art. 12: Modifiche alla legge regionale n. 11 dell'11/05/2001 "Norme sulla protezione ambientale dall'esposizione a campi elettromagnetici indotti da impianti fissi per le telecomunicazioni e per la radiotelevisione. LR n. 10 del 29/06/2009
    Piano di risanamento per l'adeguamento degli impianti radioelettrici esistenti ai limiti di esposizione, ai valori di attenzione ed agli obbiettivi di qualità, stabiliti secondo le norme della Legge 22 Febbraio 2001, n. 36. DGR n. 7/20907 del 16/02/2005
    Procedimenti amministrativi per il rilascio dell'autorizzazione all'installazione e all'esercizio di imoianti per la radiotelevisione, ai sensi della LR n.1 del 11/01 e della legge 122/96. Atto di intesa tra la regione lonbardia e gli enti coinvolti dall'applicazione dei medesimi procedimenti. Comunicato regionale n.12 del 25/01/2005
    Assessore alla Qualità dell'Ambiente - Legge 36/01 e L.R. 11/01 - Risanamento degli impianti radiotelevisivi - Circolare 23 novembre 2004 Prot. n. 25208 . Comunicato regionale n. 165 del 2/12/2004
    Presa d'atto della comunicazione dell'assessore Nicoli Cristiani avente ad oggetto: Procedimenti autorizzatori per l'istallazione degli impianti fissi per le telecomunicazioni e la radiotelevisione. Rapporti tra normativa statale (D. lgs. 1 Agosto 2003 n. 259) e normativa regionale (Legge regionale 11 maggio 2001 n. 11). DGR n. 7/16752 del 12/03/2004
    Presa d'atto della comunicazione dell'assessore Nicoli Cristiani avente ad oggetto (Legge Regionale 11 Maggio 2001 n. 11 (Norme sulla protezione ambientale dall'esposizione a campi elettromagnetici indotti da impianti fissi per le telecomunicazioni e la radiotelevisione). Chiarimenti in merito all'applicazione dell'art. 4 comma 8. DGR n.7/15506 del 5/12/2003
    Norme per l'attuazione della programmazione regionale e per la modifica e l'integrazione di dispositivi legislativi. LR n.4 del 6/03/2002
    Definizione dei criteri per l’individuazione delle aree nelle quali è consentita l’installazione degli impianti per le telecomunicazioni e la radiotelevisione e per l’installazione dei medesimi, ai sensi dell’art. 4, comma 2, della legge regionale 11 maggio 2001, n. 11 "Norme sulla protezione ambientale dall'esposizione a campi elettromagnetici indotti da impianti fissi per le telecomunicazioni e per la radiotelevisione" a seguito del parere espresso dalle Commissioni consiliari. DGR n. 7/7351 dell'11/12/2001
    Regolamento attuativo delle disposizioni di cui all'art. 4, comma 14, all'art. 6, comma 4, all'art. 7, comma 12 e all'art. 10, comma 9, della L.R. 11 Maggio 2001 (Norme sulla protezione ambientale dall'esposizione ai campi elettromagnetici indotti da impianti fissi per le telecomunicazioni e per la radiotelevisione). Regolamento regionale n.6 del 19/11/2001
    Norme sulla protezione ambientale dall'esposizione a campi elettromagnetici indotti da impianti fissi per le telecomunicazioni e per la radiotelevisione. LR n.11 dell' 11/05/2001
    Regolamento della Giunta regionale attuativo delle disposizioni previste dagli articoli 4, 6, 7, 10, della LR 11 maggio 2001, n. 11. DGR n. 6905/2001
    Legge regionale 11/01 "Norme sulla protezione ambientale dall'esposizione a campi elettromagnetici indotti da impianti fissi per le telecomunicazioni e per la radiotelevisione". Indicazioni sull'applicazione della legge regionale 11/01 relativamente alla presentazione della documentazione per le comunicazioni o per le richieste di autorizzazioni. Circolare regionale n.63 del 27/11/2001 Qualità dell'ambiente
    "Legge regionale 11/01 "Norme sulla protezione ambientale dall'esposizione a campi elettromagnetici indotti da impianti fissi per le telecomunicazioni e per la radiotelevisione".Chiarimenti sulle procedure e sugli adempimenti previsti dalla legge regionale 11/01, con particolare riferimento alla prima fase di applicazione della stessa." Circolare regionale n.58 del 9/10/2001 Qualità dell'ambiente
    Bolzano-Bozen Regolamento sulle infrastrutture delle comunicazioni con impianti ricetrasmittenti B.U. n.47/I-II 19/11/2013
    Modifica del decreto del Presidente della Provincia 29 aprile 2009, n.24,"Regolamento d'esecuzione concernente le infrastrutture delle comunicazioni" Bollettino Ufficiale n. 36/I-I
    Modifica del decreto del Presidente della Provincia 29 aprile 2009, n.24,"Regolamento d'esecuzione concernente le infrastrutture delle comunicazioni" Bollettino Ufficiale n. 26/I-I
    Regolamento d’esecuzione concernente le infrastrutture delle comunicazioni DPP n. 24 del 29 aprile 2009
    Piano provinciale di settore per infrastrutture delle comunicazioni - Adozione della bozza della parte concettuale. DPGP n. 49/2003
    Norme sulle comunicazioni e provvidenze in materia di radiodiffusione. LP n. 6 del 18/03/2002
    Trento Adozione del tariffario provinciale relativo alle verifiche tecniche per l'installazione degli impianti di telecomunicazione e radiodiffusione, ai sensi dell'art. 4 bis, comma 2, della legge provinciale 28 aprile 1997, n. 9. D.G.P. 28/12/2017, n. 2325
    Art. 6, comma 8, del d.P.P. 20 dicembre 2012, n. 25-100/Leg: individuazione di nuovi criteri di esonero dall'autorizzazione per la realizzazione e la modifica di strutture e di impianti di telecomunicazione e radiodiffusione. D.G.P. 28/12/2017, n. 2327
    Art. 6, commi 2 e 8 ter, del d.P.P. 20 dicembre 2012, n. 25-100/Leg: individuazione della documentazione tecnica che deve essere allegata alla domanda di autorizzazione e alla SCIA in materia di impianti di telecomunicazione e radiodiffusione e disciplina delle modalità di presentazione per via telematica delle stesse DGp n.954 del 16 giugno 2017
    Disposizioni regolamentari concernenti la protezione dall'esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici generati a frequenze comprese tra 100 kHz e 300 GHz (articolo 61 della legge provinciale 11 settembre 1998, n. 10) D.P.P. 20 dicembre 2012, n. 25
    DVBH: D.G.P. n.429 del 2/03/07 DGR B.U. n.12/I-II del 20/03/2007
    Modificazioni al decreto del Presidente della Giunta provinciale 29 giugno 2000, n. 13-31/Leg. recante: "Disposizioni regolamentari concernenti la protezione dall’esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici, ai sensi dell’art. 61 della legge provinciale 11 settembre 1998, n. 10". DPP n.17-138/Leg. del 31/07/2003
    Sospensione parziale della deliberazione della Giunta provinciale n. 2482 di data 11 ottobre 2002, avente ad oggetto "Comitato previsto dall'art. 2 comma 6 bis L.P. 28 aprile 1997 n. 9. Determinazioni e pareri in materia di radiodiffusione sonora e televisiva e di telecomunicazioni. Sostituzione della deliberazione della Giunta provinciale n. 1566 del 20 febbraio 1998, come modificata con deliberazione n. 1266 del 25 maggio 2001, e parziale modifica della deliberazione n. 2368 del 22 settembre 2000 - prot. 600/02L". DGP n.447 del 28/02/2003
    Art. 15 del D.P.G.P. 29 giugno 2000, n. 13-11/Leg. - Realizzazione del catasto degli impianti fissi che generano campi eletromagnetici. DGP n. 244 del 7/02/2003
    Comitato previsto dall'art. 2 comma 6 bis L.P. 28 aprile 1997 n. 9. Determinazioni e pareri in materia di radiodiffusione sonora e televisiva e di telecomunicazioni. Sostituzione della deliberazione della Giunta provinciale n. 1566 del 20 febbraio 1998, come modificata con deliberazione n. 1266 del 25 maggio 2001, e parziale modifica della deliberazione n. 2368 del 22 settembre 2000 - prot. 600/02 L. DGP n. 2482 dell'11/10/2002
    Testo coordinato del decreto del Presidente della Giunta provinciale 29 giugno 2000, n. 13- 31/Leg. (Disposizioni regolamentari concernenti la protezione dall’esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici, ai sensi dell’articolo 61 della legge provinciale 11 settembre 1998, n. 10) con le modifiche ad esso apportate dal decreto del Presidente della Giunta provinciale 25 settembre 2001, n. 30-81/Leg. e dal decreto del Presidente della Giunta provinciale 13 maggio 2002, n. 8-98/Leg. DPGP n. 8-98 del 13/05/2002
    Misure collegate con la manovra di finanza pubblica per l'anno 2002. LP n.1 del 19/02/2002
    D.P.G.P. 29 giugno 2000, n. 13-31/Leg., recante "Disposizioni regolamentari concernenti la protezione dall'esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici, ai sensi dell'art. 61 della legge provinciale 11 settembre 1998, n. 10" - Approvazione dei criteri e delle indicazioni tecniche in materia di localizzazione degli impianti fissi di telecomunicazione di cui all'articolo 2, comma 1, lettera c). DGP n.3260 del 7/12/2001
    "Modifica al DPGP 29 giugno 2000, n. 13-31/leg, recante "Disposizioni regolamentari concernenti la protezione dall'esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici, ai sensi dell'articolo 61 della legge provinciale 11/09/98, n.10". DPGP n. 30-81/leg. del 25/09/2001
    Veneto In occasione del passaggio dalla trasmissione TV analogica a quella digitale, la Delibera introduce una procedura semplificata nel caso di modifica agli impianti comportanti solo una riduzione di potenza e/o il cambio di frequenza. DGRV n. 2186 del 21/09/2010
    Piano regionale di monotoraggio e ottimizzazione dell'esposizione ai campi elettrici, magnetici ed eletromagnetici generati da impianti di telecommunicazione. Implementazione catasto regionale. Periodo 2008/2010. Approvazione. DGR n. 2176 del 08/08/2008
    Approvazione della modulistica per la comunicazione di detenzione e istanza di autorizzazione di impianti radiofonici e televisivi analogici e digitali DGRV n. 2052 del 03/07/2007
    Protocollo di misura riguardo le ELF ai fini dell'applicazione della DGRV n.1432/2002 DGRV n. 3617/2003
    Integrazione alle direttive della DGR 1526/2000 Deroga fasce di rispetto DGRV n. 1432 del 31/05/2002
    Friuli-Venezia Giulia Norme in materia di energia e distribuzione dei carburanti L.R. 19 del 11/10/2012
    Norme in materia di telecomunicazioni LR n. 3 del 18/03/2011
    Norme urgenti in materia di passaggio al digitale terrestre LR n.16 del 11/08/2010
    Riforma dell'urbanistica e disciplina dell'attività edilizia e del paesaggio. LR n.005 del 23/02/2007
    Regolamento di attuazione della legge regionale n.28/2004. DPR n.094 del 19/04/2005
    Disciplina in materia di infrastrutture per la telefonia mobile. LR n.28 del 6/12/2004
    Art.18 comma 35: impone all'ARPA 30 giorni per l'emissione di pareri su sistemi UMTS con p>60W LR n.13 del 15/05/2002
    Disposizioni in materia di energia LR n. 30/2002
    Liguria DISPOSIZIONI DI MODIFICA DELLA NORMATIVA REGIONALE IN MATERIA DI PROTEZIONE CIVILE E DI ORGANIZZAZIONE DELL’AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL’AMBIENTE LIGURE (ARPAL) L.R. 28/2016 (BUR n. 21/2016)
    Norme in materia di energia LR n.22 del 29/05/2007
    Modificazioni alla DGR 152/2002 (Criteri tecnici e procedure per approvazione Piano comunale di organizzazione del sistema di teleradiocomunicazioni di cui all’art. 72 undecies LR 18/1999 e ss.mm.) e circolare Presidente Giunta del 2.12.2002. DGR n.68 del 3/02/2004
    Modificazioni al decreto dirigenziale n. 1048 del 16.5.2000 di definizione del contenuto tecnico delle domande per l'installazione di impianti di teleradiocomunicazione ai sensi della LR 18/1999 e ss.mm. DD n .440 del 14/03/2003
    Criteri tecnici e procedure per l’approvazione del piano comunale di organizzazione del sistema di teleradiocomunicazioni di cui all’art. 72 undecies della LR 18/1999 e ss.mm. DGR n.152 del 20/02/2002
    Integrazioni del decreto dirigenziale n. 1049 del 16.5.2000 concernente la definizione della documentazione tecnica relativa agli elettrodotti. DD n.1105 del 4/06/2001
    Emilia-Romagna Proroga dei termini di adempimento delle disposizioni previste dalla deliberazione di Giunta Regionale n. 978/2010 "Nuove direttive della Regione Emilia-Romagna per la tutela e la salvaguardia dell´ambiente dall´inquinamento elettromagnetico". DGR n. 751 del 30/05/2011
    Nuove direttive della Regione Emilia-Romagna per la tutela e la salvaguardia dell´ambiente dall´inquinamento elettromagnetico. Passaggio alla TV digitale terrestre. BUR n.66 DGR n. 978 del 12/07/10
    Modifiche ed integrazioni alla DGR 20 maggio 2001, n.197 "Direttiva per l'applicazione della Legge regionale 31 ottobre 2000, n.30 recante "Norme per la tutela e la salvaguardia dell'ambiente dall'inquinamento elettromagnetico" DGR n. 1138 del 21/07/2008
    Adeguamenti normativi in materia ambientale, modifiche alle leggi regionali, artt.15-22. Modifiche alla LR n.30/2000. LR n.4 del 6/03/07
    Disposizioni per l'installazione di apparati del sistema DVB-H di cui alla LR 30/2000. DGR n.335 del 13/03/06
    Disposizioni in materia ambientale. Modifiche ed integrazioni a leggi regionali. LR n.7 del 14/04/2004
    Approvazione protocollo d'intesa tra la regione Emilia-Romagna, Fondazione Ugo Bordone ed ARPA per la realizzazione del monitoraggio in continuo dei campi elettromagnetici DGR n.553 del 1/03/2003
    Indirizzi per l'applicazione della LR n.30 del 25/11/02 Det.D.Gen.amb n.13481 del 9/12/2002
    Norme concernenti la localizzazione di impianti fissi per l´emittenza radiotelevisiva e di impianti per la telefonia mobile. LR n. 30 del 25/11/2002
    Disposizioni in materia di espropri, titolo VI Norme finali, art.30 Modifiche alla LR n.10/1993. LR n.37 del 19/12/2002
    Modifica dell´art.8 della L.R. 31 ottobre 2000, n.30 "Norme per la tutela della salute e la salvaguardia dell´ambiente dall´inquinamento elettromagnetico. LR n. 34 del 13/11/2001
    Modifiche per l´inserimento di alcuni elementi di semplificazione alla deliberazione 20 febbraio 2001, n. 197 "Direttive per l´applicazione della LR 31/10/2000 n. 30 recante norme per la tutela e la salvaguardia dell´inquinamento elettromagnetico. DGR n. 1449 del 17/07/2001
    Toscana Disciplina in materia di impianti di radiocomunicazione LR n. 49 del 6/10/2011
    Disposizioni in materia di energia LR n.39 del 24/02/2005
    Modifica DGR 518/2004 relativamente alle dichiarazioni inerenti ai radioamatori. DGR n.964 del 27/09/2004
    Catasto regionale degli impianti ad esclusione di quelli rientranti nelle modalità DGR n. 795/2003. DGR n.518 del 31/05/2004
    Modalità relative alla presentazione da parte dei gestori degli impianti per telefonia mobile delle dichiarazioni ai sensi del comma 2, lettera e) dell'articolo 4 della Legge Regionale 6 aprile 2000 n. 54 "Disciplina in materia di impianti di radiocomunicazione" Catasto regionale degli impianti per telefonia mobile. DGR n.795 del 4/08/2003
    Umbria LRn.31 del 23-12-16 "Norme in materia di infrastrutture per le telecomunicazioni". Prima classificazione di strategicità degli impianti radioelettrici esistenti, ai sensi della DGR n. 229/2015 DGR n 711 del 29-6-2016
    L.R. n.31 del 23/12/2013 "Norme in materia di infrastrutture per le telecomunicazioni". Ulteriore proroga scadenze DGR n 1585 del 28/12/2016
    Approvazione delle linee guida sostitutive del regolamento regionale di cui all'art 5, comma 1, lettere a), b) e c), della LR 9/2002 previste dall'art.27 comma7 della LR 31/2013 DGR n.229 del 2 marzo 2015
    Approvazione delle linee guida e criteri generali per lo sviluppo e la localizzazione degli impianti radioelettrici, previsti dall'art 3, comma 1, lettera c), della LR 31/2013 DGR n.228 del 2 marzo 2015
    Norma in materia di infrastrutture per le telecomunicazioni Legge Regionale n. 31 del 30/1/2013
    Modifica dell'atto n 703 del 27/06/2011 DGR n. 177 del 20/02/2012
    Tutela sanitaria e ambientale dall’esposizione ai campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici. LR n. 9 del 14/06/2002
    Criteri generali per la localizzazione degli impianti e criteri inerenti l'identificazione delle aree sensibili ai sensi dell'articolo 4, comma 1 della LR 6 aprile 2000, n. 544. Disciplina in materia di impianti di radiocomunicazione. DGR n.12 del 16/01/2002
    Marche Disciplina regionale in materia di impianti radioelettrici ai fini della tutela ambientale e sanitaria della popolazione L.R. n 12 del 30/3/2017
    L.R. 23/2011 - modalità per la redazione delle comunicazioni DGR 1636 del 7/12/2011
    Norme urgenti in materia di passaggio al digitale terrestre L.R. 23 del 23/11/2011
    Disciplina Regionale in materia di impianti fissi di radiocomunicazione al fine della tutela ambientale e sanitaria della popolazione. LR n.25 del 13/11/2001
    Lazioa Istituzione del comitato regionale per le comunicazioni LR n.19 del 03/08/2001
    Abruzzo Modifiche alla L.R. 13.12.2004, n.45 recante: "Norme per la tutela della salute e la salvaguardia dell'ambiente dall'inquinamento elettromagnetico". LR n.11 del 3/03/2005
    Norme per la tutela della salute e la salvaguardia dell'ambiente dall'inquinamento elettromagnetico. LR n.45 del 13/12/2004
    Norme di prima attuazione del disposto del comma 6, art. 8 della legge 22/2/2001, n. 36: Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici. LR n.22 del 6/07/2001
    Molisea L.R. n. 4/2013. Art. 35 "Modifiche all'art. 11 della legge regionale 10 agosto 2006 n. 20" BURM n. 2 del 16 gennaio 2013
    Modifiche alla legge regionale 10 agosto 2006, n. 20, ad oggetto: "Norme per la tutela della popolazione dall'inquinamento elettromagnetico generato da impianti di telecomunicazione e radiotelevisivi". LR n.11 del 11/03/2009
    Norme per la tutela della popolazione dall'inquinamento elettromagnetico generato da impianti di telecomunicazione e radiotelevisivi. LR n.20 del 10/08/2006
    Campania L.R. 14/01 “Tutela igienico sanitaria della popolazione dalla esposizione a radiazioni non ionizzanti generate da impianti per teleradiocomunciazioni” - D.Lgs. 259/03 “Codice delle comunicazioni elettroniche” - Determinazioni. D.G.R. N. 3864/2004
    Linee guida per l’applicazione della L.R. N. 14 /01 D.G.R. n° 2006/2003
    Tutela igienico sanitaria della popolazione dalla esposizione a radiazioni non ionizzanti generate da impianti per teleradiocomunicazioni. LR n.14 del 24/11/2001
    Prevenzione dei danni derivanti dai campi elettromagnetici generati da elettrodotti. LR n.13 del 24/11/2001
    Approvazione del documento: "Linee Guida per l'applicazione della L.R. n. 14/2001". Con allegato. DGR n.32/2002
    Puglia Regolamento regionale per la tutela dei soggetti sensibili ai danni che possono derivare dall'esposizione a campi elettromagnetici. RR n.12 del 3/05/2007
    Regolamento per l’applicazione della Legge Regionale 8 marzo 2002 n. 5, recante “Norme transitorie per la tutela dell’inquinamento elettromagnetico prodotto da sistemi di telecomunicazioni e radiotelevisivi operanti nell’intervallo di frequenze tra 0Hz e 300GHz”. RR n.14 del 14/09/2006
    Norme transitorie per la tutela dall'inquinamento elettromagnetico prodotto da sistemi di telecomunicazioni e radiotelevisivi operanti nell'intervallo di frequenza fra 0 Hz e 300 GHz. LR n.5 dell'8/03/2002
    Basilicataa Modifica iter autorizzativo rispetto alla LR 30/2000. D.Lgs. 198/2002
    Calabria Riordino delle funzioni amministrative regionali e locali. LR n.34 del 12/08/2002
    Sicilia Norme in materia di opere relative a linee ed impianti elettrici di competenza regionale D.L. 754
    Norme urgenti in materia di passaggio al digitale terrestre. Modifiche in materia di composizione del Comitato regionale per le comunicazioni. L.R. 18 del 23/03/2012
    Sostituzione dell'allegato A del decreto 21 febbraio 2007, concernente procedura per il risanamento dei siti nei quali viene riscontrato il superamento dei limiti di esposizione e dei valore di attenzione dei campi elettromagnetici Decreto del 27/08/2008
    Procedura per il risanamento dei siti nei quali viene riscontrato il superamento dei limiti di esposizione e dei valori di attenzione dei campi elettromagnetici. Decreto del 21 febbraio 2007 dell'Assessorato del Territorio e dell'Ambiente
    Sardegnaa nd nd
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati ARPA/APPA (Osservatorio CEM)
    LEGENDA
    a: Dato non aggiornato
    nd: informazione non disponibile