Report

PRODUZIONE LORDA DI ENERGIA ELETTRICA DEGLI IMPIANTI DA FONTI RINNOVABILI

Abstract indicatore: 
Nel 2016, con 108 TWh di produzione lorda di energia elettrica degli impianti da fonti rinnovabili, il contributo relativo nella produzione elettrica totale è stato del 37,3%.
Gli obiettivi previsti dalla Direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili entro il 2020 sono stati ripartiti nell’ambito del Piano di Azione Nazionale per le energie rinnovabili tra i settori elettrico, termico e dei trasporti. L’obiettivo indicativo per il settore elettrico al 2020, calcolato come rapporto tra la produzione elettrica normalizzata da fonti rinnovabili e consumo interno lordo, è pari al 26,4%. Nel 2016 l’obiettivo è stato superato poiché il rapporto tra la produzione elettrica normalizzata da fonti rinnovabili e consumo interno lordo è stato pari al 34%.

Descrizione: 
L'indicatore misura l'energia elettrica prodotta dagli impianti alimentati da fonti rinnovabili.

Scopo: 
Valutare il contributo delle fonti di energia pulite e non esauribili alla produzione totale di energia elettrica, al fine di aumentarne l'utilizzo.

Criteri di selezione: 
  • Misurabilità (i dati utilizzati per la costruzione dell'indicatore sono/hanno): 
    Adeguatamente documentati e di qualità nota [Accessibilità]
    Aggiornati a intervalli regolari secondo fonti e procedure affidabili [Tempestività e Puntualità]
    Facilmente disponibili o resi disponibili a fronte di un ragionevole rapporto costi/benefici
    Una "buona" copertura spaziale
    Una "buona" copertura temporale (almeno 5 anni)
  • Rilevanza e utilità (l'indicatore): 
    È di portata nazionale oppure applicabile a temi ambientali a livello regionale ma di significato nazionale
    È semplice, facile da interpretare
    È sensibile ai cambiamenti che avvengono nell'ambiente e collegato alle attività antropiche
    Fornisce un quadro rappresentativo delle condizioni ambientali, delle pressioni sull'ambiente o delle risposte della società, anche in relazione agli obiettivi di specifiche normative
    Fornisce una base per confronti a livello internazionale
    Ha una soglia o un valore di riferimento con il quale poterlo confrontare, in modo si possa valutare la sua significatività
  • Solidità scientifica (l'indicatore): 
    È basato su standard nazionali/internazionali e sul consenso nazionale/internazionale circa la sua validità
    È ben fondato in termini tecnici e scientifici
    Possiede elementi che consentono di correlarlo a modelli economici, previsioni e sistemi di informazione
    Presenta attendibilità e affidabilità dei metodi di misura e raccolta dati
    Comparabilità nel tempo
    Comparabilità nello spazio

Riferimenti normativi: 
D.Lgs. 79/99 - Attuazione della Direttiva 96/92/CE recante norme comuni per il mercato interno dell'energia elettrica
Dir. 2001/77/CE - sulla promozione dell'energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'elettricità
D.Lgs. 387/2003 - Attuazione della Direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dell'energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'elettricità.
Conclusioni Consiglio Europeo 8/9 marzo 2007
DM 19/02/2007 - Criteri e modalità per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica della fonte solare, in attuazione dell'articolo 7 del Decreto Legislativo 29 dicembre 2003, n. 387.
Dir. 2009/28/CE - sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle Direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE
L. 13/2009 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 208, recante misure straordinarie in materia di risorse idriche e di protezione dell'ambiente
D.Lgs. 28/2011 - Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle Direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE.
DM 05/05/2011 - Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici.
DM 15/03/2012 - Definizione e qualificazione degli obiettivi regionali in materia di fonti rinnovabili e definizione della modalità di gestione dei casi di mancato raggiungimento degli obiettivi da parte delle regioni e delle provincie autonome (c.d. Burden Sharing).
DM 5 luglio 2012 - Attuazione dell’art. 25 del Decreto Legislativo 3 marzo 2011, n. 28, recante incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici (c.d. Quinto Conto Energia).
DM 6 luglio 2012 - modalità di incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti alimentati da fonti rinnovabili, diverse da quella solare fotovoltaica, con potenza non inferiore a 1 kW.
DM 23 giugno 2016 - Incentivazione dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico.

Obiettivi fissati dalla normativa: 
La Direttiva 2009/28/CE, recepita nell'ordinamento nazionale dal Decreto Legislativo 3 marzo 2011 n. 28, stabilisce le quote di energia da fonti rinnovabili sul consumo finale lordo al 2020 per ciascun Paese dell'Unione Europea; tali quote comprendono sia i consumi di energia da fonte rinnovabile per la produzione di elettricità, sia quelli per usi termici e nei trasporti. L'obiettivo indicativo per il settore elettrico al 2020, calcolato come rapporto tra la produzione elettrica normalizzata da fonti rinnovabili e consumo interno lordo, è pari al 26,4%. Essa prevede, inoltre, la possibilità di concludere accordi per il trasferimento statistico da uno Stato membro all'altro di una determinata quantità di energia da fonti rinnovabili e di cooperare tra loro, o anche con Paesi terzi, per la produzione di energia da fonti rinnovabili. L'obiettivo di consumo di energia rinnovabile assegnato all'Italia è pari al 17% del consumo finale lordo. Il Decreto Ministeriale 15 marzo 2012 ripartisce tra le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano la quota di produzione da rinnovabili al 2020 e determina gli obiettivi intermedi.
DPSIR: 
Risposta

Tipologia indicatore: 
Descrittivo (tipo A)
Performance (tipo B)

Riferimenti bibliografici: 
TERNA S.p.A., Dati statistici sull’energia elettrica in Italia, anni vari

Limitazioni: 
Non compilato

Ulteriori azioni: 
Non compilato
Frequenza di rilevazione dei dati: 
Annuale

Accessibilità dei dati di base: 
TERNA S.p.A, Dati statistici sull'energia elettrica in Italia

Fonte dei dati di base: 
Terna - Rete Elettrica Nazionale S.p.A.

Unità di misura dell'indicatore: 
Gigawattora (GWh)
Percentuale (%)
Descrizione della metodologia di elaborazione: 
Il dato è rilevato da TERNA

Core set: 
Sviluppo sostenibile europeo (EUSDI) del 2015
Green growth OECD

Tipo di rappresentazione: 
Grafico
Tabella

Copertura spaziale: 
Nazionale

Copertura temporale: 
1990-2016

Qualità dell'informazione: 
I dati, affidabili e accurati, vengono raccolti da Terna Rete Italia spa (gestore del sistema di trasmissione nazionale elettrica) mediante rilevazione censuaria sugli operatori del settore elettrico, con acquisizione via web. Il dato è pubblicato a livello nazionale e regionale, con una classificazione delle fonti energetiche rinnovabili più aggregata (idrica, eolica, fotovoltaica, geotermica, biomasse).

Periodicità di aggiornamento: 
Annuale


Stato e trend: 
Tra il 1997 e il 2016, risulta particolarmente evidente l’incremento della produzione di elettricità da fotovoltaico (da 0,015 a 22,1 TWh), dal vento (da 0,1 a 17,7 TWh), e dalle bioenergie, che comprendono biomasse e rifiuti (da 0,7 a 19,5 TWh). Anche la produzione elettrica di origine geotermica, presenta un andamento crescente, sebbene in misura inferiore rispetto alle altre fonti (da 3,9 a 6,3 TWh). Il contributo del fotovoltaico, dopo il rapido incremento registrato negli ultimi anni, raggiunge nel 2016 la quota del 20,5%. La produzione elettrica da fonti rinnovabili è aumentata di un fattore 3,5 dal 1990 al 2014, mentre negli ultimi due anni si assiste a una sensibile contrazione (-10,5% nel 2016 rispetto al 2014), dovuto essenzialmente alla drastica riduzione dell’apporto idroelettrico che passa da 58,5 TWh nel 2014 a 42,4 TWh nel 2016 (-27,5%). Nell’ultimo anno la quota di energia idroelettrica rappresenta il 39,3% delle fonti rinnovabili. Gli obiettivi previsti dalla Direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili entro il 2020 sono stati ripartiti nell’ambito del Piano di Azione Nazionale per le energie rinnovabili tra i settori elettrico, termico e dei trasporti. L’obiettivo indicativo per il settore elettrico al 2020, calcolato come rapporto tra la produzione elettrica normalizzata da fonti rinnovabili e consumo interno lordo, è pari al 26,4%. Nel 2016 l’obiettivo è stato superato poiché il rapporto tra la produzione elettrica normalizzata da fonti rinnovabili e consumo interno lordo è stato pari al 34%.

Commenti: 
Nel 2016, con 108 TWh di produzione lorda di energia elettrica degli impianti da fonti rinnovabili, il contributo relativo nella produzione elettrica totale è stato del 37,3%.
Rispetto agli anni precedenti il 2016 mostra una significativa contrazione della produzione idroelettrica e un arresto del tasso di crescita delle altre fonti rinnovabili.
  • Titolo: Tabella 1: Produzione lorda di energia elettrica degli impianti da fonti rinnovabili
    Fonte: TERNA S.p.A.
    Legenda: (a) Nel 2016, dei 19.508,6 GWh prodotti da Bioenergie 257,4 GWh sono stati prodotti da impianti termoelettrici con utilizzo prevalente di combustibile tradizionale

    Overview

    Grafico1D03_022

    Sheet 1: Grafico1

    Sheet 2: D03_022

    Fonte energetica 1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016
    GWh
    antonio.caputo: produzione elettrica lorda senza e.e. da pompaggiIdroelettrica 31,626.0 42,239.5 42,200.0 41,425.0 44,658.1 37,780.8 42,035.6 41,599.8 41,213.6 45,358.0 44,200.0 46,810.4 39,519.3 36,669.0 42,337.8 36,066.7 36,994.4 32,815.2 41,623.0 49,137.5 51,116.8 45,823 41,875 52,773 58,545 45,537 42,432 -27.5%
    0 - 1 MW 1,386.3 1,633.3 1,411.2 1,649.5 1,627.3 1,718.2 1,761.9 1,553.0 1,667.8 1,603.6 1,300.0 1,731.3 1,525.7 1,520.9 1,415.7 1,769.7 1,960.7 2,245.3 2,190 2,085 2,636 3,148 2,556 2,639
    1 - 10 MW 6,514.5 7,182.9 6,029.1 7,205.0 6,497.1 6,602.5 6,839.8 6,577.0 6,988.8 6,443.9 5,173.0 7,127.8 6,090.5 6,354.1 5,684.4 7,389.7 8,421.7 8,711.6 7,858 7,325 9,350 10,993 8,308 8,175
    > 10 MW 34,338.7 35,841.9 30,340.5 33,181.1 33,475.4 32,892.9 36,756.3 36,070.0 38,153.8 31,471.8 30,196.0 33,478.7 28,450.5 29,119.4 25,715.1 32,463.6 38,755.1 40,159.8 35,775 32,466 40,787 44,404 34,673 31,618
    Eolica 2.0 3.0 2.0 4.0 6.3 9.9 32.7 117.8 231.7 402.5 563.1 1,178.6 1,404.2 1,458.4 1,846.5 2,343.4 2,970.7 4,034.4 4,861.3 6,542.9 9,125.9 9,856 13,407 14,897 15,178 14,844 17,689
    Fotovoltaica 4.0 5.0 9.0 11.0 11.0 13.0 14.0 15.0 16.0 17.0 18.0 19.0 21.0 24.0 29.0 31.0 35.0 39.0 193.0 676.5 1,905.7 10,796 18,862 21,589 22,306 22,942 22,104 0.204627761011646
    Geotermica 3,222.0 3,182.0 3,459.0 3,667.0 3,417.3 3,435.6 3,762.4 3,905.2 4,213.7 4,402.7 4,705.2 4,506.6 4,662.3 5,340.5 5,437.3 5,324.5 5,527.4 5,569.1 5,520.3 5,341.8 5,375.9 5,654 5,592 5,659 5,916 6,185 6,289
    Bioenergie (a) 51.5 101.8 92.0 104.0 190.4 302.9 484.1 694.2 996.5 1,495.8 1,504.6 1,958.0 2,708.6 3,587.1 4,498.9 4,845.1 5,286.3 5,441.3 5,966.4 7,556.7 9,440.1 10,832 12,487 17,090 18,733 19,396 19,509
    Sola produzione di energia elettrica 63.2 90.0 125.8 254.2 419.1 640.8 877.9 800.3 903.5 1,681.0 2,190.5 2,328.6 2,457.2 3,155.2 3,416.7 3,896.8 5,177.8 6,189.2 6,608 7,294 9,619 9,910 9,828 9,815
    - Solidi 55.5 69.0 90.6 128.2 122.8 188.2 336.7 276.1 308.5 896.8 1,339.7 1,363.9 1,490.1 2,060.7 2,257.2 2,563.5 2,904.0 2,605.3 2,868 2,760 3,371 3,288 3,297 3,443
    rifiuti solidi urbani biodegradabili 55.5 66.6 77.1 111.6 108.3 129.7 117.6 133.3 156.5 211.1 296.0 361.3 415.6 547.7 591.0 634.8 799.7 1,062.2 1,201 1,215 1,239 1,277 1,220 1,220
    biomasse solide 0.0 2.4 13.5 16.6 14.5 58.5 219.1 142.8 152.0 685.7 1,043.7 1,002.6 1,074.5 1,513.0 1,666.2 1,928.7 2,104.3 1,543.1 1,668 1,545 2,132 2,011 2,077 2,223
    - Biogas 7.7 21.0 35.2 126.0 296.3 452.6 541.2 524.2 595.0 784.2 850.8 964.7 967.1 1,094.5 1,159.5 1,290.8 1,299.6 1,451.2 1,868 2,161 3,435 3,538 3,139 3,073
    da rifiuti 7.7 21.0 35.1 125.9 296.1 452.0 539.6 523.5 593.8 779.2 843.2 956.0 951.5 1,061.9 1,113.4 1,202.0 1,177.7 1,197.4 1,273 1,211 1,274 1,229.7 1,057.1 992.8
    da fanghi - - 0.1 0.1 0.2 0.6 0.5 0.3 0.1 - - - - - - 2.4 3.3 11.6 19 12 15 18 21 20
    da deiezioni animali - - - - - - 0.8 0.2 1.1 5.0 3.5 6.3 8.8 16.2 20.9 44.3 44.3 100.3 134 147 332 396 390 406
    da attività agricole e forestali - - - - - - 0.3 0.2 - - 4.1 2.4 6.8 16.4 25.2 42.1 74.3 141.9 442 791 1,814 1,895 1,672 1,654
    - Bioliquidi - - - - - - - - - - - - - - - 42.5 974.2 2,132.7 1,871 2,374 2,813 3,084 3,393 3,298
    oli vegetali grezzi - - - - - - - - - - - - - - - 13.1 583.0 1,759.1 1,709 2,052 2,374 2,579 2,840 2,760
    altri bioliquidi - - - - - - - - - - - - - - - 29.4 391.2 373.6 162 323 439 505 553 538
    Cogenerazione 38.7 100.4 177.2 230.0 275.1 355.8 618.0 704.3 1,054.5 1,027.6 1,396.6 2,170.4 2,387.9 2,131.2 2,024.6 2,069.6 2,378.9 3,250.9 4,224 5,193 7,471 8,823 9,568 9,694
    - Solidi 36.5 85.8 109.8 149.0 198.6 314.6 576.5 662.3 965.2 868.8 1,214.5 1,964.9 2,157.0 1,889.4 1,736.8 1,738.8 1,539.9 1,702.2 1,862 1,986 2,514 2,905 2,994 3,097
    rifiuti solidi urbani biodegradabili 34.2 27.7 7.2 8.6 17.8 102.5 209.0 268.5 472.8 502.9 610.0 777.1 894.3 910.7 921.5 921.4 816.5 985.7 1,017 962 982 1,166 1,208 1,231
    biomasse solide 2.3 58.1 102.6 140.4 180.8 212.1 367.5 393.8 492.4 365.9 604.5 1,187.8 1,262.7 978.7 815.3 817.4 723.4 716.5 845 1,024 1,532 1,739 1,786 1,866
    - Biogas 2.2 14.6 67.4 81.0 76.5 41.2 41.5 42.0 89.3 158.8 182.1 205.5 230.9 241.8 287.8 308.7 365.4 602.9 1,536 2,459 4,013 4,661 5,073 5,185
    da rifiuti 0.0 3.4 53.8 67.9 64.5 26.8 26.8 27.8 70.8 42.8 67.3 82.4 100.8 114.9 133.9 153.1 195.2 217.4 255 277 347 408 470 484
    da fanghi 0.9 2.4 2.9 3.1 2.7 4.2 5.8 5.8 4.5 2.8 2.7 1.2 3.2 3.3 9.0 12.4 16.8 16.6 43 68 96 103 107 108
    da deiezioni animali 1.3 6.3 8.1 7.6 6.9 5.7 5.6 4.7 8.7 11.3 9.7 12.2 16.9 28.5 32.4 25.5 44.1 120.7 228 371 485 593 678 753
    da attività agricole e forestali 0 2.5 2.6 2.4 2.4 4.5 3.3 3.7 5.3 101.9 102.4 109.7 110 95.1 112.5 117.7 109.4 248.3 1,011 1,743 3,085 3,557 3,818 3,840
    - Bioliquidi - - - - - - - - - - - - - - - 22.1 473.6 945.7 826 748 945 1,257 1,501 1,412
    oli vegetali grezzi - - - - - - - - - - - - - - - 17.0 466.6 922.5 822 705 873 1,143 1,350 1,172
    altri bioliquidi - - - - - - - - - - - - - - - 5.1 7.1 23.2 4 43 72 114 151 240
    TOTALE 34,905.5 45,531.3 45,762.0 45,211.0 48,283.1 41,542.2 46,328.8 46,332.0 46,671.5 51,676.0 50,990.9 54,472.6 48,315.4 47,079.0 54,149.5 48,610.7 50,813.8 47,899.0 58,164.0 69,255.4 76,964.4 82,961 92,222 112,008 120,679 108,904 108,022
    2.45730615519044 -0.104881545256424
    1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016
    222,802 231,813 241,489 244,433 251,473 259,800 265,667 276,641 279,010 284,417 293,884 303,346 303,700 314,124 313,889 319,130 292,642 302,061 302,570 299,276 289,804 279,828 282,994 289,768
    Quota della produzione lorda totale di energia elettrica prodotta dagli impianti da fonti rinnovabili 20.3 20.8 17.2 19.0 18.4 18.0 19.5 18.4 19.5 17.0 16.0 17.9 16.0 16.2 15.3 18.2 23.7 25.5 27.4 30.8 38.6 43.1 38.5 37.3
    0.274200940070505 0.313026257822475 0.334194129331932 0.334615304202598 0.340118072619123
    Rapporto tra la produzione elettrica normalizzata da fonti rinnovabili e consumo interno lordo 27.4200940070505 31.3026257822475 33.4194129331932 33.4615304202598 34.0118072619123
    Target 2020: 26,4% della produzione elettrica normalizzata sul consumo interno lordo 26.4 26.4 26.4 26.4 26.4
  • Titolo: Figura 1: Produzione lorda di energia elettrica degli impianti da fonti rinnovabili
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati TERNA S.p.A.

    Figura 1: Produzione lorda di energia elettrica degli impianti da fonti rinnovabili
  • Titolo: Figura 2: Rapporto tra la produzione elettrica normalizzata da fonti rinnovabili e consumo interno lordo
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati TERNA S.p.A.

    Figura 2: Rapporto tra la produzione elettrica normalizzata da fonti rinnovabili e consumo interno lordo