Report

LICENZE E PRODOTTI/SERVIZI CERTIFICATI CON IL MARCHIO ECOLABEL UE

Abstract indicatore: 
Ecolabel UE è il marchio volontario di qualità ecologica dell’Unione europea disciplinato dal Regolamento (CE) n. 66/2010 (e s.m.e i), che contraddistingue i prodotti e i servizi caratterizzati da un ridotto impatto ambientale durante l’intero ciclo di vita, garantendo al contempo elevati standard prestazionali. L'indicatore "Licenze e prodotti/servizi certificati con il marchio Ecolabel UE" indica il numero di certificazioni in vigore rilasciate dall'Organismo competente italiano ad aziende richiedenti per i propri prodotti e servizi che si distinguono sul mercato italiano per la loro attenzione nei confronti dell'ambiente e dei consumatori.

Descrizione: 
Il numero di licenze e prodotti/servizi Ecolabel UE si può considerare come un indicatore di risposta. Rappresenta "l'offerta di prodotti/servizi a ridotto impatto ambientale" da parte delle aziende e, conseguentemente, la richiesta di un "consumo più sostenibile" da parte dei consumatori, evidenziando in questo modo la sensibilità ambientale sia del settore produttivo sia del consumatore. Il numero totale di licenze Ecolabel UE non sempre corrisponde al numero totale di aziende certificate Ecolabel UE, in quanto un'azienda può avere più licenze per diversi gruppi di prodotti. Infatti, le licenze sono rilasciate per tipologia di gruppo di prodotti Ecolabel UE e non per azienda. A ciascuna licenza concessa sono associati uno o più prodotti/servizi certificati. I prodotti certificati con il marchio Ecolabel UE hanno un ridotto impatto ambientale durante tutto il loro ciclo di vita, in quanto soddisfano criteri basati su studi Life Cycle Assessment (LCA), mantenendo alte sia le caratteristiche prestazionali sia quelle ambientali. Il marchio Ecolabel UE promuove i prodotti che: riducono gli impatti ambientali, riducono l'utilizzo di materie prime ed energia, hanno una maggiore durata di vita, riducono le emissioni e i rifiuti, riducono l'utilizzo di sostanze tossiche e/o nocive, garantiscono un'informazione attendibile e trasparente. In particolare, la licenza rappresenta un contratto, richiesto dall'azienda, per l'uso del marchio su prodotti e servizi certificati. Al numero di prodotti certificati corrispondono sul mercato milioni di articoli venduti per quella tipologia di prodotto certificato. Tale indicatore può considerarsi come un'espressione di consapevolezza, da parte delle imprese, dell'importanza della qualità ambientale, in linea con i principi di sostenibilità ambientale enunciati dalla Comunità europea.

Scopo: 
Descrivere l'evoluzione, in Italia, dell'offerta di prodotti e servizi a ridotto impatto ambientale. In particolare, descrivere l'evoluzione dell'interesse, da parte delle aziende, per la certificazione ambientale di prodotto.

Criteri di selezione: 
  • Misurabilità (i dati utilizzati per la costruzione dell'indicatore sono/hanno): 
    Adeguatamente documentati e di qualità nota [Accessibilità]
    Aggiornati a intervalli regolari secondo fonti e procedure affidabili [Tempestività e Puntualità]
    Facilmente disponibili o resi disponibili a fronte di un ragionevole rapporto costi/benefici
    Una "buona" copertura spaziale
    Una "buona" copertura temporale (almeno 5 anni)
  • Rilevanza e utilità (l'indicatore): 
    È di portata nazionale oppure applicabile a temi ambientali a livello regionale ma di significato nazionale
    È in grado di descrivere il trend in atto e l'evolversi della situazione ambientale
    È semplice, facile da interpretare
    Fornisce una base per confronti a livello internazionale
  • Solidità scientifica (l'indicatore): 
    È ben fondato in termini tecnici e scientifici
    Presenta attendibilità e affidabilità dei metodi di misura e raccolta dati
    Comparabilità nel tempo
    Comparabilità nello spazio

Riferimenti normativi: 
Regolamento CE 66/2010

Obiettivi fissati dalla normativa: 
La normativa di riferimento (Regolamento CE 66/2010) non pone obiettivi quantitativi, essendo l’Ecolabel UE uno degli strumenti volontari delle politiche ambientali europee. La finalità del Regolamento è di orientare produzione e consumo, e quindi il mercato, verso prodotti a ridotto impatto ambientale.
DPSIR: 
Risposta

Tipologia indicatore: 
Descrittivo (tipo A)

Riferimenti bibliografici: 
ISPRA, Annuario dei dati ambientali, anni vari
Regolamento CE 66/2010
http://www.isprambiente.gov.it/it/certificazioni/ecolabel-ue
www.ecolabel.eu
http://ec.europa.eu/ecat/
http://ec.europa.eu/ecat/hotels-campsites/en

Limitazioni: 
Il numero totale di licenze Ecolabel UE non corrisponde al numero totale di aziende certificate Ecolabel UE in quanto un'azienda può avere una o più licenze per diversi gruppi di prodotti. Infatti le licenze sono rilasciate per gruppo di prodotti Ecolabel e non per azienda.

Ulteriori azioni: 
Non è ancora disponibile un indicatore di "penetrazione dei prodotti verdi" Ecolabel UE sul mercato, come ad esempio il fatturato dei prodotti certificati, dati spesso non comunicati dalle aziende.

Frequenza di rilevazione dei dati: 
Continua

Accessibilità dei dati di base: 
La licenza d’uso del marchio Ecolabel UE è concessa dall’Organismo competente italiano (Sezione Ecolabel del Comitato per l’Ecolabel e l’Ecoaudit) che, nello svolgimento della propria attività, si avvale del supporto tecnico del Settore Ecolabel del Servizio CER di ISPRA (http://www.isprambiente.gov.it/it/certificazioni/ecolabel-ue).
All’indirizzo http://ec.europa.eu/ecat/ è possibile consultare l’ECAT (E-catalogue), il registro europeo on-line contenente tutti i prodotti e i servizi certificati Ecolabel UE in Europa.

Fonte dei dati di base: 
ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale)

Unità di misura dell'indicatore: 
Milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep)
Descrizione della metodologia di elaborazione: 
Numero (n) di licenze Ecolabel UE rilasciate in Italia e Numero (n) di prodotti certificati con marchio Ecolabel UE.

Core set: 
Sviluppo sostenibile europeo (EUSDI) del 2015
7EAP - Dati sull'ambiente

Tipo di rappresentazione: 
Grafico
Tabella

Copertura spaziale: 
Nazionale e regionale

Copertura temporale: 
1998-2017 (dicembre)

Qualità dell'informazione: 
I dati relativi al numero delle licenze e prodotti Ecolabel UE, acquisiti e aggiornati dall'ISPRA con regolarità, possono essere considerati comparabili, affidabili e accurati. Coprono un periodo che va dal 1998 al 2017 e sono reperiti sempre con la stessa metodologia.

Periodicità di aggiornamento: 
Annuale


Stato e trend: 
Dopo la leggera flessione del numero di licenze e prodotti certificati Ecolabel UE registrata nel 2010, imputabile alla necessità delle aziende di adeguare le proprie licenze d’uso del marchio ai nuovi criteri pubblicati, dal 2011 il trend torna a crescere fino al 2016, anno in cui si rileva un'ulteriore riduzione del numero di licenze e prodotti dovuta, oltre che al motivo già illustrato, anche al ritiro di alcune licenze da parte dell’Organismo competente italiano, nonché alla decisione di alcuni titolari di licenza di recedere dal marchio. Nel 2017 il numero di prodotti certificati decresce (soprattutto a causa della cancellazione di molti prodotti afferenti il gruppo "Coperture dure per pavimenti") ma nel contempo si registra una lieve aumento del numero di licenze.

Commenti: 
In Italia, a dicembre 2017, risultano 364 licenze Ecolabel UE in vigore per un totale di 9.333 prodotti/servizi certificati, distribuiti su 18 gruppi attivi di prodotti (Tabella 1 e Figura 2). Le elaborazioni grafiche mostrano un trend complessivamente positivo, di crescita nel tempo (1998-2017), sia del numero totale di licenze Ecolabel UE rilasciate sia del numero di prodotti e servizi certificati, a esclusione di una leggera flessione avutasi tra il 2009 e il 2010 da imputarsi ai tempi di adeguamento delle aziende ai nuovi criteri Ecolabel UE entrati in vigore in quegli anni. Tra il 2015 e il 2017 la flessione è da imputarsi al ritiro/scadenza di alcune licenze spesso associate a un cospicuo numero di prodotti (Figura 1). Il gruppo di prodotti con il maggior numero di licenze Ecolabel UE in Italia è il "Servizio di ricettività turistica" con 203 licenze seguito da quello relativo al "Tessuto carta" con 38 licenze (Figura 2). La ripartizione territoriale delle licenze Ecolabel UE rilasciate dall'Organismo competente italiano (Sezione Ecolabel del Comitato per l'Ecolabel e l'Ecoaudit) mostra un netta prevalenza di licenze rilasciate al Nord (55,2%) seguito da Sud e Isole (25,3%) e dal Centro (19,2%). Da notare poi che lo 0,3% delle licenze è stato rilasciato all'estero (in Svizzera) (Figura 3). La regione italiana con il maggior numero di licenze Ecolabel UE totali (prodotti e servizi) è il Trentino-Alto Adige (69 licenze) seguita dalla Toscana (52 licenze) e dalla Puglia (40 licenze) (Figura 4). Differenziando tra licenze rilasciate per prodotti e quelle assegnate a servizi ("Servizio ricettività turistica" e "Servizio di campeggio") si osserva che il primato esclusivamente per le licenze legate ai servizi è ancora del Trentino-Alto Adige (62), seguita dalla Puglia (40) e dalla Sicilia con 32 licenze. Le regioni italiane con maggior numero di licenze Ecolabel UE per la categoria "prodotti" sono invece la Toscana e la Lombardia (30) e l'Emilia-Romagna (21) (Figura 4). È possibile osservare come il gruppo con il maggior numero di prodotti certificati sia quello del "Tessuto carta" con 3.626 articoli a marchio Ecolabel UE, seguito dalle "Coperture Dure per pavimenti" (3.369 prodotti certificati), dai "Prodotti Tessili" (597 prodotti certificati) e dai "Detergenti multiuso e per servizi sanitari" (582 prodotti certificati) (Figura 5). Confrontando questi dati con quelli dell'anno precedente, si osserva che tutti questi gruppi (Tabella 3), tranne quello delle "Coperture dure per pavimenti", hanno incrementato il numero di articoli certificati, probabilmente anche grazie all'entrata in vigore della Legge 221 del 28/12/2015 "Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy" e del nuovo Codice Appalti (D.Lgs n. 50 del 18/4/2016) che contengono disposizioni atte a promuovere sia direttamente sia indirettamente i prodotti e i servizi con il marchio Ecolabel UE all'interno delle gare di appalto pubbliche (GPP). L'indicatore può essere considerato valido ai fini dell'obiettivo 2c del VII Programma d'Azione Ambientale ("Transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio: i cambiamenti strutturali a livello di produzione, tecnologia e innovazione nonché di modelli di consumo e stili di vita abbiano ridotto l'impatto ambientale globale della produzione e del consumo, in particolare nei settori dell'alimentazione, dell'edilizia e della mobilità"), soprattutto relativamente ai gruppi di prodotti Ecolabel UE che rientrano nel campo dell'edilizia.
  • Titolo: Tabella 1: Evoluzione del marchio Ecolabel UE in Italia
    Fonte: ISPRA
    Legenda: a Valori negativi imputabili a licenze ritirate e/o decadute con conseguente riduzione dei prodotti/servizi certificati
    Tabella 1: Evoluzione del marchio Ecolabel UE in Italia
    Anno Prodotti/Servizi certificati Licenze rilasciate
    n.
    1998 2 1
    1999 7 1
    2000 54 4
    2001 174 6
    2002 254 14
    2003 166 5
    2004 132 27
    2005 351 25
    2006a 244 -1
    2007 1,090 92
    2008 1,348 76
    2009 6,347 82
    2010a -1,187 -87
    2011 3,757 47
    2012a 4,581 -5
    2013 94 26
    2014 1,969 28
    2015a -635 24
    2016a -1945 -16
    2017a -7470 15
    TOTALE 9,333 364
    Fonte: ISPRA
    LEGENDA:
    a Valori negativi imputabili a licenze ritirate e/o decadute con conseguente riduzione dei prodotti/servizi certificati
  • Titolo: Tabella 2: Numero di licenze Ecolabel UE in vigore in Italia per gruppo di prodotti/servizi
    Fonte: ISPRA

    Tabella 2: Numero di licenze Ecolabel UE in vigore in Italia per gruppo di prodotti/servizi
    Gruppi di prodotti/servizi 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017
    n.
    Materassi 0 7 7 0 0 0 0 0 0 0 0
    Ammendanti 2 0 0 1 1 1 1 1 2 0 0
    Calzature 8 7 6 1 4 4 4 5 6 6 0
    Substrato di coltivazione 0 1 2 2 2 2 2 2 3 0 0
    Carta per copia e carta grafica 4 3 3 3 3 0 1 1 2 2 2
    Detersivi per lavastoviglie 4 4 4 4 3 0 0 1 1 1 1
    Prodotti tessili 14 13 14 5 7 7 7 11 12 6 7
    Prodotti vernicianti per interni 9 9 4 7 9 12 12 12 11 - -
    Prodotti vernicianti per esterni e per interni - - - - - - - - - 3 6
    Saponi, shampoo, balsami per capelli 0 5 7 9 14 15 15 15 15 - -
    Prodotti cosmetici da sciacquare - - - - - - - - - 11 12
    Servizio di campeggio 9 14 17 9 15 20 21 23 25 23 24
    Detersivi per bucato 9 9 10 10 9 2 2 4 4 5 5
    Coperture dure per pavimenti 5 8 13 11 12 12 12 14 13 12 10
    Tessuto carta 9 11 12 11 17 26 31 34 36 36 38
    Detersivi per piatti 8 10 12 13 14 8 10 12 12 13 13
    Detergenti multiuso/servizi sanitari 14 19 22 22 23 12 15 19 21 22 25
    Servizio di ricettività turistica 79 130 199 137 159 166 178 182 195 198 203
    Mobili in legno - - - - - - 1 1 1 1 1
    Carta stampata - - - - - - 1 3 3 3 5
    Rivestimenti del suolo in legno - - - - - - 1 1 1 1
    Detersivi per lavastoviglie automatiche industriali o professionali - - - - - - - - 2 6 8
    Detersivi per bucato professionale - - - - - - - - - - 2
    Lubrificanti - - - - - - - - - - 1
    TOTALE 174 250 332 245 292 287 313 341 365 349 364
    Fonte: ISPRA
  • Titolo: Tabella 3: Numero di prodotti/servizi certificati Ecolabel UE per gruppo di prodotti in Italia
    Fonte: ISPRA

    Tabella 3: Numero di prodotti/servizi certificati Ecolabel UE per gruppo di prodotti in Italia
    Gruppi di prodotti/servizi 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017
    n.
    Ammendanti 5 0 0 3 5 10 10 13 14 0 0
    Calzature 358 337 273 37 122 125 125 126 127 111 0
    Substrato di coltivazione 0 4 5 5 5 5 5 5 8 0 0
    Carta per copia e carta grafica 35 81 81 85 85 0 9 10 12 24 35
    Detersivi per lavastoviglie 21 12 13 14 12 0 0 3 6 7 8
    Prodotti tessili 382 323 661 430 520 549 554 1,246 1,247 458 597
    Prodotti vernicianti per interni 194 468 335 498 558 740 742 745 631 - -
    Prodotti vernicianti per esterni e per interni - - - - - - - - - 139 270
    Saponi, shampoo, balsami per capelli 0 59 113 154 203 225 248 304 310 - -
    Prodotti cosmetici da sciacquare - - - - - - - - - 243 280
    Servizio di campeggio 9 15 18 10 16 21 22 23 26 24 25
    Detersivi per bucato 100 102 126 140 102 20 20 27 31 121 122
    Coperture dure per pavimenti 784 1,554 7,392 6,602 9,802 13,863 13,703 14,352 13,020 12,024 3,369
    Tessuto carta 325 503 670 582 925 1,395 1,545 1,910 2,612 2,810 3,626
    Detersivi per piatti 59 56 63 67 31 36 40 66 75 84 92
    Detergenti multiuso/servizi sanitari 123 171 210 216 191 162 169 320 373 463 582
    Servizio di ricettività turistica 79 130 202 139 162 169 181 185 198 201 206
    Mobili in legno - - - - - - 38 38 38 38 38
    Carta stampata - - - - - - 3 9 10 11 14
    Rivestimenti del suolo in legno - - - - - - - 1 1 1 1
    Detersivi per lavastoviglie automatiche industriali o professionali - - - - - - - 0 9 44 61
    Detersivi per bucato professionale - - - - - - - - - - 5
    Lubrificanti - - - - - - - - - - 2
    TOTALE 2,474 3,822 10,169 8,982 12,739 17,320 17,414 19,383 18,748 16,803 9,333
    Fonte: ISPRA
  • Titolo: Figura 1: Numero di licenze e prodotti/servizi Ecolabel UE in Italia
    Fonte: ISPRA

    Note: I dati sono cumulati
    Figura 1: Numero di licenze e prodotti/servizi Ecolabel UE in Italia
  • Titolo: Figura 2: Distribuzione in Italia delle licenze Ecolabel UE per gruppo di prodotti/servizi (31 dicembre 2017)
    Fonte: ISPRA

    Figura 2: Distribuzione in Italia delle licenze Ecolabel UE per gruppo di prodotti/servizi (31 dicembre 2017)
  • Titolo: Figura 3: Licenze Ecolabel UE rilasciate dall'Organismo Competente italiano per ripartizione geografica (31 dicembre 2017)
    Fonte: ISPRA

    Figura 3: Licenze Ecolabel UE rilasciate dall'Organismo Competente italiano per ripartizione geografica (31 dicembre 2017)
  • Titolo: Figura 4: Distribuzione regionale delle licenze Ecolabel UE (31 dicembre 2017)
    Fonte: ISPRA

    Figura 4: Distribuzione regionale delle licenze Ecolabel UE (31 dicembre 2017)
  • Titolo: Figura 5: Distribuzione per gruppo dei prodotti certificati Ecolabel UE in Italia (31 dicembre 2017)
    Fonte: ISPRA

    Figura 5: Distribuzione per gruppo dei prodotti certificati Ecolabel UE in Italia (31 dicembre 2017)