Report

PROCEDURE DI VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DI COMPETENZA STATALE E DELLE REGIONI E PROVINCE AUTONOME

Abstract indicatore: 
L'indicatore fornisce un quadro di sintesi dell'applicazione della VAS a vari livelli territoriali e nelle diverse realtà regionali. In linea generale le Regioni che nel 2016 mostrano maggiore attività nella pianificazione a vari livelli territoriali, ma soprattutto a livello comunale, sono Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto; seguono Piemonte e Toscana.

Descrizione: 
La Valutazione Ambientale Strategica (VAS) è un processo sistematico di valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull’ambiente naturale con la finalità di garantire un elevato livello di protezione dell’ambiente.
L'indicatore fornisce lo stato di avanzamento delle procedure di VAS di competenza statale nel periodo dal 01/07/2017 al 30/06/2018 e il quadro delle procedure VAS di competenza regionale, per l'anno 2016, comprese le verifiche di assoggettabilità ex art. 12 del D.lgs 152/06 e s.m.i..
I dati relativi alle procedure di VAS regionali sono organizzati secondo le seguenti tre categorie di strumenti di pianificazione: piani e programmi (p/p) legati ai fondi comunitari, piani territoriali e di settore che ricomprendono oltre ai piani appartenenti ai settori antropici (trasporti, energia, territorio, etc.) anche i piani finalizzati alla tutela ambientale (tutela delle acque, qualità dell'aria, etc.), strumenti urbanistici intercomunali e comunali. I dati relativi alle verifiche di assoggettabilità sono invece organizzati in base al loro esito ossia p/p esclusi dalla VAS con o senza prescrizioni, p/p assoggettati a VAS. Le informazioni inerenti le procedure VAS di competenza statale riportano lo stato di avanzamento della procedura, il proponente, il settore a cui il piano appartiene con riferimento ai settori indicati all'art. 6 comma 2 lett. a) del D.lgs. 152/06 e s.m.i. e la data del Decreto di Parere motivato (quando presente) o del Provvedimento di verifica di assoggettabilità (VA) formulato dall'Autorità competente.

Scopo: 
Fornire un quadro di sintesi dell'applicazione della VAS a vari livelli territoriali e nelle diverse realtà regionali. Tale informazione è utile per la conoscenza del grado di integrazione degli indirizzi di sviluppo sostenibile comunitari e nazionali nella pianificazione e programmazione.

Criteri di selezione: 
  • Misurabilità (i dati utilizzati per la costruzione dell'indicatore sono/hanno): 
    Adeguatamente documentati e di qualità nota [Accessibilità]
    Aggiornati a intervalli regolari secondo fonti e procedure affidabili [Tempestività e Puntualità]
  • Rilevanza e utilità (l'indicatore): 
    È di portata nazionale oppure applicabile a temi ambientali a livello regionale ma di significato nazionale
    È semplice, facile da interpretare
    Fornisce un quadro rappresentativo delle condizioni ambientali, delle pressioni sull'ambiente o delle risposte della società, anche in relazione agli obiettivi di specifiche normative
    Fornisce una base per confronti a livello internazionale
  • Solidità scientifica (l'indicatore): 
    Presenta attendibilità e affidabilità dei metodi di misura e raccolta dati

Riferimenti normativi: 
Direttiva 2001/42/CE
D.lgs 152/06 e s.m.i.

Obiettivi fissati dalla normativa: 
L'applicazione della VAS per determinati piani e programmi che possono avere effetti significativi sull'ambiente è prevista dalla parte seconda del D.lgs 152/06 di recepimento della Direttiva 2001/42/CE, modificato e integrato dal D.Lgs. 16 gennaio 2008, n. 4 (entrato in vigore il 13/02/2008) e dal D. Lgs. 29 giugno 2010, n. 128 (pubblicato nella Gazz. Uff. 11 agosto 2010, n. 186).
DPSIR: 
Risposta

Tipologia indicatore: 
Descrittivo (tipo A)

Riferimenti bibliografici: 
Direttiva 2001/42/CE (Direttiva VAS)
D. Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii.
MATTM – Direzione Generale per le Valutazioni Ambientali, Rapporto 2017 sull’attuazione della VAS in Italia – Dati 2016
Normativa regionale e delle Province Autonome in materia di VAS

Limitazioni: 
assenza di valori di riferimento/criteri di valutazione.

Ulteriori azioni: 
-
Frequenza di rilevazione dei dati: 
Annuale

Accessibilità dei dati di base: 
Dati derivati dal rapporto 2017 sull'attuazione della VAS in Italia - dati 2016 a cura del MATTM–DVA

Fonte dei dati di base: 
MATTM (Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare)

Unità di misura dell'indicatore: 
Numero (n.)
Percentuale (%)
Descrizione della metodologia di elaborazione: 
I dati sulle procedure di VAS e delle verifiche di assoggettabilità regionali presenti nell'indicatore derivano dal rapporto 2017 sull'attuazione della VAS in Italia - a cura del MATTM–DVA-dati 2016 predisposto sulla base dei questionari inviati dal MATTM alle Regioni e Province. autonome.
La metodologia applicata per l'elaborazione dell'indicatore consiste in un semplice calcolo con l'impiego delle operazioni aritmetiche

Core set: 
7EAP - Dati sull'ambiente

Tipo di rappresentazione: 
Mappa
Tabella

Copertura spaziale: 
Nazionale, Regionale

Copertura temporale: 
Per le VAS statali: dal 01/07/2017 al 30/06/2018
Per le VAS regionali: 2016

Qualità dell'informazione: 
Il livello di applicazione della VAS per piani e programmi a diversi livelli territoriali costituisce informazione rilevante in quanto indice dell'integrazione degli indirizzi di sviluppo sostenibile nelle politiche di sviluppo nazionale e locale del territorio. La metodologia di raccolta dei dati non garantisce accuratezza all'informazione in quanto non tutte le regioni prevedono un monitoraggio sistematico dei piani e programmi e delle relative applicazioni di VAS ai diversi livelli territoriali. Pertanto, le informazioni fornite dalle regioni al MATTM attraverso questionari non comprendono in alcuni casi i dati di alcune amministrazioni locali (province, comuni). La disponibilità delle informazioni sulle applicazioni della VAS può dipendere, nei casi in cui le autorità competenti per la VAS sono individuate a diversi livelli amministrativi della regione, dalle modalità di scambio delle informazioni sulla VAS Per queste ragioni l'indicatore non è comparabile nel tempo e nello spazio.

Periodicità di aggiornamento: 
Annuale


Stato e trend: 
Non definibileLe informazioni non permettono di formulare particolari valutazioni sull'andamento temporale dell'indicatore in quanto il numero di procedure VAS espletate dipende strettamente da come il sistema di pianificazione si sviluppa nelle diverse realtà regionali. In linea generale una maggiore applicazione della VAS comporta una maggiore integrazione degli indirizzi di sviluppo sostenibile nelle politiche di sviluppo del territorio.

Commenti: 
I dati sulle procedure di VAS e delle verifiche di assoggettabilità regionali presenti nell'indicatore sono derivati dal rapporto 2017 a cura del MATTM–DVA sull'attuazione della VAS in Italia - dati 2016 predisposto sulla base dei questionari inviati dal MATTM alle Regioni e Province autonome.
Nel 2016, i dati relativi alle procedure VAS regionali, comprese le verifiche di assoggettabilità, risultano molto diversi tra le regioni. Ciò dipende principalmente dal differente grado di avanzamento della pianificazione in ciascuna realtà regionale soprattutto per quanto riguarda la pianificazione di livello comunale. In linea generale le regioni che nel 2016 mostrano maggiore attività nella pianificazione a vari livelli territoriali, ma soprattutto a livello comunale, sono Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Piemonte e Toscana. Dall'esame della Tabella 1 emerge che il maggior numero di VAS riguarda proprio i piani urbanistici intercomunali/comunali, questi, infatti, rappresentano l'80% delle VAS totali. I dati riferiti alle verifiche di assoggettabilità (Tabella 2) mostrano che gran parte delle verifiche concluse nel 2016 sono concentrate in Lombardia (19%), Piemonte (15%), Veneto(13%), Toscana (12%) ed Emilia Romagna (9%) che insieme coprono quasi il 69% del totale. Emerge, inoltre, che poco più del 93% delle verifiche condotte sono di esclusione dalla VAS, di cui circa il 67% subordinate al rispetto di determinate prescrizioni. La diversa distribuzione percentuale dipende anche dalle varie modalità con cui la verifica di assoggettabilità è stata normata a livello regionale con riferimento al suo ambito di applicazione.
  • Titolo: Tabella 1: Procedure VAS1 concluse nel 2016 nelle Regioni e Province autonome
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati del "Rapporto 2017 sull'attuazione della VAS in Italia - Dati 2016" MATTM-DVA

    Note: P/P: Piani e Programmi 1 di competenza non statale
    Tabella 1: Procedure VAS1 concluse nel 2016 per tipologia di piano/programma
    Regione/Provincia autonoma P/P a legati ai fondi comunitari P/P territoriali e di settore P/P urbanistici intercomunali, comunali e attuativi Totale
    n.
    Piemonte 0 7 24 31
    Valle d’Aosta 0 1 0 1
    Lombardia 0 18 43 61
    Trento 0 2 8 10
    Bolzano 0 5 0 5
    Veneto 0 2 50 52
    Friuli-Venezia Giulia 0 1 3 4
    Liguria 0 1 7 8
    Emilia-Romagna 1 11 98 110
    Toscana 0 1 26 27
    Umbria 0 0 1 1
    Marche 0 1 4 5
    Lazio 0 2 2 4
    Abruzzo 0 1 0 1
    Molise 0 1 0 1
    Campania 0 1 8 9
    Puglia 0 4 13 17
    Basilicata 0 2 2 4
    Calabria 0 4 2 6
    Sicilia 0 0 4 4
    Sardegna 0 8 3 11
    TOTALE 1 73 298 372
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati del "Rapporto 2017 sull'attuazione della VAS in Italia - Dati 2016" MATTM-DVA
    NOTE:
    a P/P: piani e programmi
    1 : di competenza non statale
  • Titolo: Tabella 2: Verifiche di assoggettabilità a VAS1 concluse nel 2016 nelle Regioni e Province autonome
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati del "Rapporto 2017 sull'attuazione della VAS in Italia - Dati 2016" MATTM-DV

    Note: 1 di competenza non statale
    Tabella 2: Verifiche di assoggettabilità a VAS1 concluse nel 2016 per esito della procedura
    Regione /Province autonome Procedimenti conclusi
    Esclusi dalla VAS Esclusi dalla VAS con prescrizioni Assoggettati a VAS Totale
    n. % n. % n. % n.
    Piemonte 105 54% 88 45% 2 1% 195
    Valle d’Aosta 0 0% 3 100% 0 0% 3
    Lombardia 0 0% 241 98% 5 2% 246
    Trento 24 71% 1 3% 9 26% 34
    Bolzano 0 0% 0 0% 3 100% 3
    Veneto 0 0% 166 98% 4 2% 170
    Friuli-Venezia Giulia 65 93% 4 6% 1 1% 70
    Liguria 1 8% 10 77% 2 15% 13
    Emilia -Romagna 47 42% 63 56% 3 3% 113
    Toscana 95 62% 51 33% 7 5% 153
    Umbria 7 54% 6 46% 0 0% 13
    Marche 15 23% 46 72% 3 5% 64
    Lazio 0 0% 39 81% 9 19% 48
    Abruzzo - - - - - - -
    Molise 0 0% 0 0% 0 0% 0
    Campania 7 100% 0 0% 0 0% 7
    Puglia 7 16% 33 75% 4 9% 44
    Basilicata 3 30% 7 70% 0 0% 10
    Calabria 0 0% 14 67% 7 33% 21
    Sicilia 0 0% 2 100% 0 0% 2
    Sardegna 16 25% 24 37% 25 38% 65
    TOTALE 392 31% 798 63% 84 7% 1,274
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati del "Rapporto 2017 sull'attuazione della VAS in Italia - Dati 2016" MATTM-DVA
    NOTE:
    1 di competenza non statale
  • Titolo: Tabella 3: Procedure VAS di competenza statale dal 30/06/2017 al 30/06/2018
    Fonte: Elaborazione ISPRA di informazioni disponibili sui siti dei Proponenti, delle Autorità Procedenti, di ISPRA e MATTM

    Tabella 3: Procedure VAS di competenza statale dal 1/07/201 al 30/06/2018
    Denominazione del Piano/Programma Fase della procedura Proponente Settore ex art. 6 D.lgs 152/06 e s.m.i. Data del Decreto di Parere motivato/ Provvedimento di Verifica di assoggettabilità alla VAS
    Piano di Zonizzazione acustica aeroportuale ex D.M. 31 ottobre 1997 - Aeroporto "il Caravaggio" di Bergamo Orio Al Serio Fase preliminare in corso ENAC - Ente Nazionale per l'Aviazione Civile Trasporti -
    Programma Nazionale per la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi Istruttoria tecnica in corso Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento (RIN) e Ministero dello Sviluppo Economico Rifiuti -
    Programma di risanamento ambientale e di rigenerazione urbana del sito di rilevante interesse nazionale Bagnoli Coroglio Istruttoria tecnica in corso Agenzia Nazionale per l'Attrazione degli Investimenti S.p.A. - INVITALIA Territorio -
    Piano di gestione della riserva naturale statale del Litorale romano Istruttoria tecnica in corso Commissario ad acta Vito Consoli Altro -
    Piano Morfologico e ambientale della Laguna di Venezia Parere motivato Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti - Provveditorato Interregionale per le opere pubbliche per il Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia Altro 3/21/2018
    Piani di Sviluppo della Rete Trasmissione elettrica Nazionale 2016 Istruttoria tecnica in corso Terna s.p.a Energia -
    Piani di Sviluppo della Rete Trasmissione elettrica Nazionale 2018 Fase preliminare in corso Terna s.p.a Energia -
    Piani di Sviluppo della Rete Trasmissione elettrica Nazionale 2017 Istruttoria tecnica in corso Terna s.p.a Energia -
    Piano di Bilancio Idrico del Distretto Idrografico del Fiume Po Parere motivato Autorità di bacino del fiume Po Gestione delle acque / territorio 8/3/2017
    Piano di Bacino del Fiume Tevere. V stralcio funzionale per il tratto metropolitano da Castel Giubileo alla foce (PS5) - aggiornamento Parere motivato Autorità di Bacino Fiume Tevere Gestione delle acque / territorio 10/9/2017
    Fonte: Elaborazione ISPRA di informazioni disponibili sui siti dei Proponenti, delle Autorità Procedenti, di ISPRA e MATTM
  • Titolo: Figura 1: Procedure VAS concluse nel 2016 nelle Regioni e Province autonome
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati del "Rapporto 2017 sull'attuazione della VAS in Italia - Dati 2016 MATTM-DVA

    Figura 1: Procedure VAS concluse nel 2016 nelle Regioni e Province autonome
  • Titolo: Figura 2: Esito verifiche di assoggettabilità a VAS (2016)
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati del "Rapporto 2017 sull'attuazione della VAS in Italia - Dati 2016 MATTM-DVA

     Figura 2: Esito verifiche di assoggettabilità a VAS (2016)