Report

IMPRESE INDUSTRIALI

Abstract indicatore: 
L'indicatore consente di quantificare il numero delle imprese industriali attive, le relative unità locali produttive presenti sul territorio e il numero di addetti. A livello regionale, in relazione alle variazioni percentuali del numero delle imprese attive nell’industria in senso stretto, tra il 2015 e l’anno precedente, si osservano valori positivi solamente per il Trentino Alto Adige (2,7%), sia per la provincia autonoma di Bolzano (4,8%), sia per quella di Trento (0,2%). Le variazioni percentuali negative più rilevanti si riscontrano inValle d'Aosta (-3,5%) nel Lazio (- 2,7%) e in Puglia (-2,2%).

Descrizione: 
L'indicatore misura il numero delle imprese operative (da un punto di vista economico) durante l'anno di riferimento, nel settore industriale (ATECO 2007). Sono considerate le unità, localizzate nel territorio nazionale, che hanno svolto un'effettiva attività produttiva per almeno sei mesi nell'anno di riferimento. Sono, inoltre, contemplate le diverse localizzazioni presso le quali le imprese esercitano una o più attività (unità locali) e il numero di addetti (lavoratori dipendenti e indipendenti).

Scopo: 
Quantificare le unità locali produttive presenti sul territorio e il numero di addetti. Tali dati sono essenziali nella valutazione del contesto ambientale e della sua probabile evoluzione.

Criteri di selezione: 
  • Misurabilità (i dati utilizzati per la costruzione dell'indicatore sono/hanno): 
    Adeguatamente documentati e di qualità nota [Accessibilità]
    Aggiornati a intervalli regolari secondo fonti e procedure affidabili [Tempestività e Puntualità]
    Facilmente disponibili o resi disponibili a fronte di un ragionevole rapporto costi/benefici
    Una "buona" copertura spaziale
    Una "buona" copertura temporale (almeno 5 anni)
  • Rilevanza e utilità (l'indicatore): 
    È semplice, facile da interpretare
    Fornisce una base per confronti a livello internazionale
  • Solidità scientifica (l'indicatore): 
    È basato su standard nazionali/internazionali e sul consenso nazionale/internazionale circa la sua validità
    È ben fondato in termini tecnici e scientifici
    Presenta attendibilità e affidabilità dei metodi di misura e raccolta dati
    Comparabilità nel tempo
    Comparabilità nello spazio

Riferimenti normativi: 
-

Obiettivi fissati dalla normativa: 
Non applicabile
DPSIR: 
Determinante

Tipologia indicatore: 
Descrittivo (tipo A)

Riferimenti bibliografici: 
ISTAT- Struttura e dimensione delle imprese-Registro statistico delle imprese attive (ASIA)

Limitazioni: 
-

Ulteriori azioni: 
-
Frequenza di rilevazione dei dati: 
Annuale

Accessibilità dei dati di base: 
I.Stat- ASIA Registro statistico delle imprese attive
ASIA UL Registro statistico delle unità locali

Fonte dei dati di base: 
ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica)

Unità di misura dell'indicatore: 
Numero (n.)
Percentuale (%)
Descrizione della metodologia di elaborazione: 
I dati sono desunti dal Registro Statistico delle Imprese Attive (ASIA) gestito e aggiornato annualmente da ISTAT


Tipo di rappresentazione: 
Grafico
Tabella

Copertura spaziale: 
Nazionale, Regionale

Copertura temporale: 
2015

Qualità dell'informazione: 
L’informazione risulta determinante nella valutazione dei fattori responsabili delle pressioni sull’ambiente. I dati sono desunti dal Registro Statistico delle Imprese Attive (ASIA) gestito e aggiornato annualmente dall’ISTAT attraverso un processo di integrazione delle informazioni provenienti sia da fonti amministrative (enti pubblici o società private) sia da fonti statistiche. L'indicatore, semplice e facile da interpretare, consente confronti nello spazio e nel tempo.

Periodicità di aggiornamento: 
Annuale


Stato e trend: 
Non definibileLe imprese industriali attive (industria in senso stretto) presenti sul territorio italiano nel 2015 sono oltre 411 mila (418 mila nel 2014). Il settore assorbe oltre 3,93 milioni di addetti, in massima parte dipendenti, (oltre 3,96 milioni nel 2014 e 4,04 milioni nel 2013) con una variazione percentuale negativa rispetto all’anno precedente pari allo 0,75% circa; nel settore costruzioni sono invece occupati circa 1,32 milioni di addetti (1,35 milioni nel 2014 e 1,44 milioni nel 2013). A livello regionale, in relazione alle variazioni percentuali del numero delle imprese attive nell’industria in senso stretto, tra il 2015 e l’anno precedente, si osservano valori positivi solamente per il Trentino Alto Adige (2,7%), sia per la provincia autonoma di Bolzano (4,8%) ( Figura 2), sia per quella di Trento (0,2%) e per la Basilicata (0,06%). Le variazioni percentuali negative più rilevanti si riscontrano in Valle d’Aosta (3,5%) nel Lazio (2,7%) e in Puglia (2,2%).

Commenti: 
Nel 2015 sul territorio italiano sono presenti oltre 4 milioni e 338 mila imprese attive che occupano, in totale, 16 milioni e 290 mila addetti. Nell’industria in senso stretto sono presenti il 9,5% di imprese a cui corrisponde il 24,1% degli addetti totali. Secondo la classificazione ATECO 2007 l’Industria in senso stretto comprende le sezioni di attività economica “B” (estrazione di minerali da cave e miniere), “C” (Attività manifatturiere), “D” (Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata), “E” (Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento). Le imprese sono principalmente di tipo manifatturiero: oltre 389 mila imprese, ossia il 94,6% del totale del settore industria in senso stretto (Tabella 1). Nel confronto tra le regioni è in Lombardia che troviamo il numero più elevato di imprese ossia 82.072 (83.583 nel 2014 e 85.105 nel 2013), seguita dal Veneto con 46.036 (46.662 nel 2014 e 47.558 nel 2013). Le localizzazioni presso le quali le imprese industriali (industria in senso stretto) esercitano una o più attività sono oltre 463 mila (427 mila nel 2014). Di queste il 30,5% (29,3% nel 2013) è localizzato nel Nord-ovest, il 24,2% (25,4% nel 2013) nel Nord-est, il 20,5% (20,4% nel 2013) nel Centro, il 17,5% (17,5% nel 2013) al Sud e il 7,2% (7,3% nel 2013) nelle Isole. Il 93,5% delle Unità locali appartiene al settore manifatturiero mentre quelle relative all’estrazione di minerali da cave e miniere sono lo 0,6% ossia 2.937.
  • Titolo: Tabella 1: Imprese industriali (industria in senso stretto) per sezioni di attività economica e regione - (2015)
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati ISTAT

    Note: 1) sono considerati i valori medi annui
    Tabella 1: Imprese industriali (industria in senso stretto) per sezioni di attività economica e regione - (2015)
    Regione/Provincia autonoma IMPRESE1
    Estrazione di minerali da cave e miniere Attività manifatturiere Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento Totale
    n.
    Piemonte 131 30,513 1,029 647 32,320
    Valle d'Aosta 9 658 73 21 761
    Liguria 41 7,555 149 236 7,981
    Lombardia 303 78,444 1,842 1,483 82,072
    Trentino Alto Adige 100 6,225 1,529 171 8,025
    Bolzano-Bozen 33 3,087 1,298 70 4,488
    Trento 67 3,138 231 101 3,537
    Veneto 164 44,432 758 682 46,036
    Friuli-Venezia Giulia 30 7,801 183 165 8,179
    Emilia-Romagna 114 36,318 881 566 37,879
    Toscana 182 37,828 476 589 39,075
    Umbria 36 6,569 207 132 6,944
    Marche 49 16,125 501 265 16,940
    Lazio 184 20,712 761 805 22,462
    Abruzzo 80 8,827 301 256 9,464
    Molise 14 1,697 54 65 1,830
    Campania 78 25,989 423 865 27,355
    Puglia 186 20,928 633 691 22,438
    Basilicata 38 2,815 155 111 3,119
    Calabria 70 7,991 173 273 8,507
    Sicilia 254 20,555 523 907 22,239
    Sardegna 123 7,335 124 301 7,883
    ITALIA 2,186 389,317 10,775 9,231 411,509
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati ISTAT
    Nota: 1) sono considerati i valori medi annui
  • Titolo: Tabella 2: Unità locali settore industria
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati ISTAT (estratti il 20 feb 2018, 09h43 UTC (GMT), da I.Stat )

    Tabella 2: Unità locali settore industria
    Settori di attività economica Unità locali Variazione percentuale 2015/2014
    2014 2015
    n. %
    Industria in senso stretto 427,185 463,559 8.5
    Costruzioni 547,595 527,101 -3.7
    Totale (tutti i settori) 4,720,678 4,687,891 -0.7
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati ISTAT (estratti il 20 feb 2018, 09h43 UTC (GMT), da I.Stat
  • Titolo: Tabella 3: Addetti per settore di attività economica (valori medi annuai)
    Fonte: Fonte: Elaborazione ISPRA su dati ISTAT (Annuario 2017)

    Tabella 3: Addetti per settore di attività economica (valori medi annuai)
    Settori di attività economica Addetti
    2013 2014 2015
    n.
    Industria in senso stretto 4,036,485.60 3,956,330.13 3,926,484
    Costruzioni 1,445,456.79 1,357,759.05 1,324,428
    Commercio, trasporti e magazzinaggio, alloggio e ristorazione 5,749,395.02 5,670,564.94 5,713,825
    Altri servizi 5,195,453.25 5,204,655.45 5,325,138
    Totale 16,426,791.00 16,189,309.57 16,289,875
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati ISTAT (Annuario 2017)
  • Titolo: Tabella 4: Unità locali industria (in senso stretto), per ripartizione geografica (2015)
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati ISTAT

    Tabella 4: Unità locali industria (in senso stretto) , per ripartizione geografica (2015)
    Ripartizione geografica Unità locali per sezione di attività economica1
    Estrazione di minerali da cave e miniere Attività manifatturiere Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
    n.
    Nord-ovest 691 133,397 4,023 3,488
    Nord-est 555 105,534 3,966 2,325
    Centro 619 89,130 2,527 2,683
    Sud 599 75,099 2,340 3,222
    Isole 473 30,167 965 1,756
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati ISTAT
  • Titolo: Figura 1 : Imprese industriali (industria in senso stretto) per regione
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati ISTAT

    Figura 1 : Imprese industriali (industria in senso stretto) per regione
  • Titolo: Figura 2: Variazione percentuale 2015/2014 delle imprese industriali (industria in senso stretto) per regione
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati ISTAT

    Figura 2: Variazione percentuale 2015/2014 delle imprese industriali (industria in senso stretto) per regione