Report

Riduzione delle emissioni in aria di Microinquinanti (COV - Composti Organici Volatili)

Abstract indicatore: 
Nel 2016 la riduzione di emissione in aria di NMCOV si riscontra solamente nelle raffinerie.
L' indicatore rappresenta la riduzione delle emissioni convogliate, diffuse e fuggitive in aria dei Composti Organici Volatili (COV) e dei Composti Organici Volatili Non Metanici (NMCOV) degli Stabilimenti IPPC soggetti ad AIA Nazionale, mostrando la differenza tra lo stato ambientale ante-AIA e post-AIA e di conseguenza la capacità di abbattimento delle emissioni convogliate di COV mediante il rilascio delle AIA. Per quanto riguarda le emissioni diffuse e fuggitive di COV e NMCOV, è soltanto stata determinata la quantità liberata in atmosfera.

Descrizione: 
L' indicatore rappresenta la riduzione delle emissioni convogliate, diffuse e fuggitive in aria dei Composti Organici Volatili (COV) e dei Composti Organici Volatili Non Metanici (NMCOV), principali precursori dell’inquinante PM10, negli stabilimenti IPPC soggetti ad AIA nazionale. È stato costruito confrontando, per quanto riguarda i COV convogliati in aria, i valori limite di emissione contenuti nelle autorizzazioni AIA con i valori limite di emissione degli atti autorizzativi precedenti all’AIA. Viene mostrato anche il quantitativo autorizzato in AIA confrontato con i valori del D.Lgs. 152/2006 e i valori minimi e massimi delle BAT riportati nei Brefs di riferimento. Per le emissioni diffuse e fuggitive di COV e di NMCOV,invece, è stata determinata la quantità emessa in aria distinta per tipologia di stabilimento ( Impianti chimici e Raffinerie).

Scopo: 
Mostrare la significatività dell’abbattimento delle principali sostanze inquinanti emesse nell’aria, quali COV e NMCOV, possibile con il rilascio dei decreti di AIA.

Criteri di selezione: 
  • Misurabilità (i dati utilizzati per la costruzione dell'indicatore sono/hanno): 
    Adeguatamente documentati e di qualità nota [Accessibilità]
    Aggiornati a intervalli regolari secondo fonti e procedure affidabili [Tempestività e Puntualità]
  • Rilevanza e utilità (l'indicatore): 
    È di portata nazionale oppure applicabile a temi ambientali a livello regionale ma di significato nazionale
    È semplice, facile da interpretare
    È sensibile ai cambiamenti che avvengono nell'ambiente e collegato alle attività antropiche
    Ha una soglia o un valore di riferimento con il quale poterlo confrontare, in modo si possa valutare la sua significatività
  • Solidità scientifica (l'indicatore): 
    È ben fondato in termini tecnici e scientifici
    Presenta attendibilità e affidabilità dei metodi di misura e raccolta dati

Riferimenti normativi: 
D.L. n. 59 del 2005
D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.
D.Lgs. 46/2014
Direttiva 2010/75/UE

Obiettivi fissati dalla normativa: 
L'Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) è il provvedimento che autorizza l'esercizio di una installazione a determinate condizioni, che devono garantire la conformità ai requisiti di cui alla parte seconda del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dal D.Lgs. 4 aprile 2014, n. 46, attuazione della Direttiva 2010/75/UE relativa alle emissioni industriali (prevenzione e riduzione integrate dell’inquinamento - IPPC). Ai sensi di quanto previsto dall'articolo 29-quattuordecies del citato D.Lgs. 152/06 e s.m.i., tale autorizzazione é necessaria per poter esercire le attività specificate nell'allegato VIII alla parte seconda dello stesso decreto. L'Autorizzazione Integrata Ambientale è rilasciata tenendo conto di quanto indicato all'allegato XI alla parte seconda del D.Lgs 152/06 e le relative condizioni sono definite avendo a riferimento le Conclusioni sulle BAT (Best Availables Techniques).
DPSIR: 
Impatto
Risposta

Tipologia indicatore: 
Descrittivo (tipo A)

Riferimenti bibliografici: 
Sito del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare http://aia.minambiente.it/
Dichiarazione E-PRTR

Limitazioni: 
Parziale disomogeneità dei dati.

Ulteriori azioni: 
Non sono state richieste ulteriori azioni.
Frequenza di rilevazione dei dati: 
Annuale

Accessibilità dei dati di base: 
Dati sufficentemente accessibili.

Fonte dei dati di base: 
MATTM (Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare)

Unità di misura dell'indicatore: 
Tonnellata per anno (t/a)
Descrizione della metodologia di elaborazione: 
La metodologia applicata per l'elaborazione dell'indicatore consiste in un semplice calcolo con l'impiego delle operazioni aritmetiche.

Core set: 
7EAP - Dati sull'ambiente

Tipo di rappresentazione: 
Grafico
Tabella

Copertura spaziale: 
Nazionale

Copertura temporale: 
2015 (E-PRTR)
2016

Qualità dell'informazione: 
L'indicatore restituisce un'informazione pertinente con la problematica dell'inquinamento generato dalle emissioni in aria degli impianti soggetti ad AIA statale per i COV e i NMCOV.

Periodicità di aggiornamento: 
Annuale


Stato e trend: 
L'icona di Chernoff è associata solo allo stato che risulta positivo, in quanto con il rilascio dei provvedimenti di AIA statali si verifica una sensibile riduzione dei valori degli inquinanti autorizzati alle emissioni in aria. Invece non è possibile dare un giudizio sul trend perché i dati risultano parzialmente disponibili.

Commenti: 
La tabella 1 descrive l'insieme dei valori limite di emissione dei COV convogliati in aria considerati per i seguenti riferimenti: valori limite imposti dal D.Lgs. 152/06, valori limite assegnati dai BREF's (BAT min e BAT max), valori limite assegnati dalla stessa AIA (Post AIA) e valori limite assegnati da precedenti autorizzazioni (Ante AIA). La riduzione di emissione dei COV convogliati in aria, evidenziata nella tabella 1 , risulta nulla in quanto soltanto l’Impianto di produzione acido solforico nuovo polo di Portoscuso ha dati completi (Ante AIA e Post AIA). Per l’anno 2016 non è possibile confrontare la quantità autorizzata (Post AIA) con la quantità individuata dalle BAT min e BAT max e dal D.Lgs. 152/2006 per i Composti Organici Volatili convogliati (COV), visto che per l’elaborazione di tale confronto sono considerati solo i dati completi che ad oggi non sono disponibili.
Le Tabelle 2 e 3 descrivono, invece, le quantità emesse in aria, rispettivamente dalle raffinerie e dagli impianti chimici, di NMCOV convogliati e diffusi, comunicati dal gestore nelle dichiarazioni E-PRTR (European Pollutant Release and Transfer Register) relative al 2016. Si precisa che la dichiarazione PRTR (Pollutant Release and Transfer Register) riporta i dati dell’anno precedente ovvero la dichiarazione PRTR dell’anno 2016 riporterà i dati del 2015. La dicitura "sotto soglia" nella tabella 3 si riferisce al fatto che la comunicazione di un valore di emissione è condizionata al superamento di un valore soglia (100 t/anno) per la dichiarazione PRTR. L’informazione può essere incompleta in alcuni casi per mancanza di dati.
Per quanto riguarda le Centrali termoelettriche non sono state dichiarate emissioni di NMCOV.
La riduzione di emissione in aria di NMCOV si ha solo per le raffinerie (figura 1).
  • Titolo: Tabella 1: Quadro riassuntivo dei valori limite delle emissioni di Composti Organici Volatili (COV) convogliate (2016)
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati MATTM (www.aia.minambiente.it)
    Legenda: COV: Composti Organici Volatili; CH: Impianti Chimici; RA: Raffinerie
    Note: (-) : Dato non disponibile

    Overview

    Ed_2016-COVFoglio1

    Sheet 1: Ed_2016-COV

    Tabella 1: Quadro riassuntivo dei valori limite alle emissioni di Composti Organici Volatili (COV) convogliate (2016)
    Impianto Ragione sociale Categoria Tipo di provvedimento Rif. Punto di emissione autorizzato Portata emessa in riferimento alla MCP COV
    D.Lgs. 152/06 e s.m.i BAT min Bat max ante AIA post AIA Riduzione Emissione Totale di Riduzione Emissione ( per singolo impianto )
    Nm3/h mg/Nm3 t/a mg/Nm3 t/a mg/Nm3 t/a mg/Nm3 t/a mg/Nm3 t/a t/a % t/a %
    Versalis di Mantova Versalis S.p.A. CH Riesame parziale E221 23,000 - - - - - - - - 5 1.01 Nuova emissione Nuova emissione
    Impianto di produzione acido solforico nuovo polo di Portoscuso Portovesme S.r.l. CH Modifica sostanziale AIA 40 200,530 - - - - - - 20 35.13 20 35.13 0.00 0 0 0
    Impianti Nord Sarlux S.r.l. RA Riesame parziale E16 2,500 - - - - - - - - 20 0.4 Nuovo limite Nuovo limite
    Totale 3 35.13 36.58
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati MATTM (www.aia.minambiente.it)
    Legenda:
    COV: Composti Organici Volatili; CH: Impianti Chimici; RA: Raffinerie
    Nota:
    (-) : Dato non disponibile

    Sheet 2: Foglio1

    Impianto Ragione sociale Categoria Rif. Punto di emissione autorizzato Portata emessa in riferimento alla MCP Sox Nox
    Ante AIA Post AIA Ante AIA Post AIA
    Nm3/h t/a t/a t/a t/a
    Stabilimento di Trecate ESSECO s.r.l. CHI E7 80,000 52.6 47.3 -
    Stabilimento di Priolo Gargallo Versalis S.p.A. CHI A6 1,500 1.3 0 3.29
    Stabilimento di Livorno Masol Continental Biofuel S.r.l. (ex Novaol S.r.l.) CHI E10 9,770 - 0.5 - 0.5
    E10bis 21,100 - -
    Raffineria di Milazzo RAFFINERIA di Milazzo S.C.p.A. RAF E1 - - - - -
    E5 -
    E9 -
    Impianto di produzione acido solforico nuovo polo di Portoscuso Portovesme s.r.l. CHI 40 200,530 - - 81.7 -
    53P 93,307 28.6 163.5 163.5
    48 80,599 555.8 555.8 81.7 555.8
    638.3 767.1
  • Titolo: Tabella 2: Quadro riassuntivo delle emissioni di NMCOV convogliate e diffuse - Raffinerie (2016)
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati MATTM (www.aia.minambiente.it) e su dati ISPRA
    Legenda: NMCOV: Composti Organici Volatili Non Metanici; RA: Raffinerie
    Note: I dati NMCOV sono stati estratti dalle dichiarazioni PRTR inviate annualmente dai Gestori degli impianti ad ISPRA
    Tabella 2: Quadro riassuntivo delle emissioni di NMCOV convogliate e diffuse - Raffinerie (2016)
    IMPIANTO CATEGORIA Dato NMCOV da PRTR 2016(t/anno2015)
    Convogliate + Diffuse
    API RAFFINERIA ANCONA SPA - Falconara RA 232
    ENI SPA - Livorno 521
    ENI SPA - Taranto 485
    ENI SPA - Sannazzaro Dè Burgondi 1,043
    ENI SPA - Venezia 223
    ESSO ITALIANA SRL - Augusta 611
    IPLOM SPA - Busalla 115
    ISAB Nord - Priolo Gargallo 355
    Raffineria di Milazzo 1,147
    SARLUX SRL - Sarroch 1,320
    SARPOM -Trecate 530
    Totale 6,583
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati MATTM (www.aia.minambiente.it) e su dati ISPRA
    Legenda:
    NMCOV: Composti Organici Volatili Non Metanici; RA: Raffinerie
    Nota:
    I dati NMCOV sono stati estratti dalle dichiarazioni PRTR inviate annualmente dai Gestori degli impianti ad ISPRA
  • Titolo: Tabella 3: Quadro riassuntivo delle emissioni di NMCOV convogliate e diffuse - Impianti chimici (2016)
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati MATTM (www.aia.minambiente.it) e su dati ISPRA
    Legenda: NMCOV: Composti Organici Volatili Non Metanici; CH: Impianti chimici
    Note: I dati NMCOV sono stati estratti dalle dichiarazioni PRTR inviate annualmente dai Gestori degli impianti ad ISPRA
    Tabella 3: Quadro riassuntivo delle emissioni di NMCOV convogliate e diffuse - Impianti chimici (2016)
    IMPIANTO CATEGORIA Dato NMCOV da E-PRTR 2016 Convogliate + Diffuse
    (t/a)
    BASELL POLIOLEFINE ITALAI SRL - Ferrara CH 223
    SASOL ITALIA SPA - Augusta 294
    ENI VERSALIS - Ferrara 384
    SASOL ITALIA SPA - Sarroch sotto soglia
    ENI VERSALIS - Manotva sotto soglia
    ENI VERSALIS - Porto Marghera 293
    NOVAOL SRL - Porto Corsini sotto soglia
    INOVYN Produzione italia S.r.l. e SOLVAYChimica Italia S.p.a. - ROSIGNANO MARITTIMO sotto soglia
    YARA ITALAI SPA - Ravenna sotto soglia
    BASELL POLIOLEFINE ITALAI SRL - Brindisi sotto soglia
    ENI VERSALIS - Ravenna 204
    INEOS MANUFACTURING ITALIA SPA - Rosignano sotto soglia
    ENI VERSALIS - Brindisi 472
    ENI VERSALIS - Priolo 114
    PORTOVESME - Portoscuso sotto soglia
    Totale 1,984
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati MATTM (www.aia.minambiente.it) e su dati ISPRA
    Legenda:
    NMCOV: Composti Organici Volatili Non Metanici; CH: Impianti chimici
    Nota:
    I dati NMCOV sono stati estratti dalle dichiarazioni PRTR inviate annualmente dai Gestori degli impianti ad ISPRA
  • Titolo: Figura 1: Riduzione di emissione convogliata e diffusa in aria di NMCOV distinta per tipologia di impianto
    Fonte: Elaborazione ISPRA su dati MATTM, BREF's, D.Lgs 152/06
    Legenda: RA: Raffinerie; CH: Impianti chimici
    Note: I dati NMCOV sono stati estratti dalle dichiarazioni PRTR inviate annualmente dai Gestori degli impianti ad ISPRA
    Figura 1: Riduzione di emissione convogliata e diffusa in aria di NMCOV distinta per tipologia di impianto