INDICE DI COPERTURA VEGETALE MONTANA (MOUNTAIN GREEN COVER INDEX) - Edizione 2018

Abstract: 
Figura 1. Distribuzione percentuale dell'indice di copertura vegetale montana per regione (2015)
L’indice valuta la percentuale di copertura vegetale in aree al di sopra dei 600 m s.l.m. Il dato è stato analizzato in termini di superficie vegetale montana totale, distinguendo le aree montane naturali da quelle agricole. Il periodico monitoraggio di tale indicatore costituirà uno strumento di supporto nell’analisi delle dinamiche evolutive che caratterizzano le aree agricole e naturali montane.
Descrizione: 
L’indice di copertura vegetale montana permette di ottenere informazioni sulla copertura vegetale che occupa la porzione di territorio nazionale al di sopra dei 600 m s.l.m., con riferimento alle classi di copertura del suolo definite dall’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) relative a foreste, prati, arbusteti e aree agricole. L’indice di copertura vegetale montana valuta, in accordo con la definizione fornita per l’indicatore 15.4.2 (Mountain Green Cover Index) degli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals -SDGs), la presenza di vegetazione nelle zone di montagna – intesa come l’insieme di foreste, arbusteti, prati e aree agricole. L’informazione è stata inoltre disaggregata con riferimento alle aree agricole e a quelle coperte da vegetazione naturale.
Scopo: 
Il periodico monitoraggio dell’indicatore può risultare un utile strumento nell’analisi delle dinamiche evolutive che caratterizzano le aree naturali montane.
Criteri di selezione: 
  • Misurabilità (i dati utilizzati per la costruzione dell'indicatore sono/hanno): 
    Adeguatamente documentati e di qualità nota [Accessibilità]
    Una "buona" copertura spaziale
  • Rilevanza e utilità (l'indicatore): 
    È di portata nazionale oppure applicabile a temi ambientali a livello regionale ma di significato nazionale
    È sensibile ai cambiamenti che avvengono nell'ambiente e collegato alle attività antropiche
    Fornisce un quadro rappresentativo delle condizioni ambientali, delle pressioni sull'ambiente o delle risposte della società, anche in relazione agli obiettivi di specifiche normative
    Fornisce una base per confronti a livello internazionale
  • Solidità scientifica (l'indicatore): 
    È basato su standard nazionali/internazionali e sul consenso nazionale/internazionale circa la sua validità
    Presenta attendibilità e affidabilità dei metodi di misura e raccolta dati
    Comparabilità nello spazio
Riferimenti normativi: 
L'indicatore non ha specifici riferimenti normativi, ma può aiutare ad identificare la conservazione degli ambienti montani al fine di monitorare i progressi verso il target 15.4 degli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals -SDGs).
Obiettivi fissati dalla normativa: 
L'indicatore non ha specifici obiettivi fissati da normative, ma può aiutare ad identificare la conservazione degli ambienti montani al fine di monitorare i progressi verso il target 15.4 degli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals -SDGs).
DPSIR: 
Stato
Tipologia indicatore: 
Descrittivo (tipo A)
Riferimenti bibliografici: 
Non compilato
Limitazioni: 
Come evidenziato nella descrizione della metodologia di elaborazione, l’indicatore è stato calcolato con riferimento alla carta nazionale di copertura del suolo relativa all’anno 2015, prodotta da ISPRA sulla base dell’integrazione tra dati Copernicus e carta nazionale del consumo di suolo.
Una prima e importante limitazione quindi è che al momento si può fare riferimento solo a un dato puntuale, il che non consente di evidenziare nessun trend sull’evoluzione della copertura vegetale nel tempo. Quando sarà disponibile la pubblicazione dei nuovi dati Copernicus aggiornati al 2018, che conterranno anche una revisione dei dati precedenti, è prevista la rielaborazione dell’indicatore, nell’ottica di disporre di un termine di paragone per l’analisi delle dinamiche evolutive che hanno caratterizzato la copertura vegetale montana nel periodo 2012-2018.
Un altro limite è nella definizione stessa di indicatore, che non suddivide i valori per fascia altimetrica, equiparando le aree di alta quota, naturalmente non vegetate, con quelle a quota minore.
Ulteriori azioni: 
Non compilato
Frequenza di rilevazione dei dati: 
Non definibile
Accessibilità dei dati di base: 
http://www.sinanet.isprambiente.it/it/sia-ispra/download-mais
Fonte dei dati di base: 
ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale)
Unità di misura dell'indicatore: 
Ettaro (ha)
Percentuale (%)
Descrizione della metodologia di elaborazione: 
L’indice è calcolato a partire dalla carta nazionale di copertura del suolo elaborata da ISPRA relativamente all’anno 2015 e basata su dati Copernicus e sulla carta nazionale del consumo di suolo. Si è quindi considerata la porzione di territorio posta a una quota superiore ai 600 m s.l.m. per la quale è stata valutata l’estensione delle aree interessate da copertura vegetale così come definita nelle specifiche dell’indicatore 15.4.2 (Mountain Green Cover Index) degli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals -SDGs), ovvero l’insieme di foreste, arbusteti, prati e aree agricole. Il calcolo è stato inoltre condotto considerando singolarmente i due contributi legati a superfici agricole e superfici coperte da vegetazione naturale. Il dato è stato calcolato a scala nazionale, disaggregato a scala regionale e restituito in termini di percentuale di territorio montano con copertura vegetale.
Core set: 
SDGs Indicators
Tipo di rappresentazione: 
Carta tematica
Tabella
Copertura spaziale: 
Nazionale, Regionale (20/20)
Copertura temporale: 
2015
Descrizione della qualità dell'informazione: 
L’impiego di diverse fonti di dati per la realizzazione della carta nazionale di copertura del suolo non consente di stabilire un’accuratezza omogenea sull’intero territorio nazionale, mentre la comparabilità nel tempo sarà possibile grazie all’aggiornamento relativo all’anno 2018 delle fonti utilizzate.
Periodicità di aggiornamento: 
Triennale
Stato e trend: 
La valutazione del Mountain Green Cover Index mostra come a livello nazionale il 90% del territorio montano (cioè superiore a 600 m s.l.m.) presenti una copertura vegetale (foreste, arbusteti, prati, aree agricole). Nel complesso i valori più bassi si riscontrano nelle regioni a Nord dell’Emilia Romagna, principalmente per cause legate alla morfologia del territorio, la quale fa sì che gli insediamenti urbani siano posti a quota mediamente superiore rispetto alle regioni del centro-sud ed è inoltre maggiore la presenza di ghiacciai e suolo nudo, che pur rappresentando delle aree naturali, sono escluse dalle aree vegetate. Da un punto di vista della composizione delle aree verdi, si riscontra una netta prevalenza delle aree naturali nelle regioni dell’arco alpino, mentre in molte regioni del sud le aree agricole hanno preso il posto di circa un terzo delle aree naturali. Il monitoraggio dell’indicatore con riferimento ai nuovi dati aggiornati al 2018 consentirà la conduzione di ulteriori considerazioni circa le trasformazioni che hanno interessato le aree verdi nel periodo 2012-18.
Commenti: 
Dall’analisi dei risultati (Tabella 1) si denota una copertura vegetale che interessa il 90% del territorio nazionale al di sopra dei 600 m s.l.m. I valori oscillano tra un massimo di 97,7% nel Lazio, seguito da Umbria (97,6%) e Sardegna (97,3%), ed un minimo di 72% in Valle d’Aosta, valore quest’ultimo condizionato dalla morfologia del territorio regionale e dall’assenza di vegetazione alle quote più elevate (figura 1). Per quanto riguarda la suddivisione delle aree verdi tra naturali ed agricole, si riscontra una predominanza del verde naturale nelle regioni del Nord, con un massimo del 98,48 % in Friuli-Venezia Giulia, seguita da Liguria (95,2%) e Piemonte (95,2%). Nel Sud la componente agricola risulta più elevata, soprattutto in Sicilia (43,6%), Molise (42,7%) e Basilicata (35,9%), dove raggiunge un terzo delle aree verdi sopra i 600 m s.l.m.
  • Titolo: Figura 1. Distribuzione percentuale dell'indice di copertura vegetale montana per regione (2015)
    Fonte: Elaborazione ISPRA su cartografia ISPRA-SNPA.

    Figura 1. Distribuzione percentuale dell'indice di copertura vegetale montana per regione (2015)
  • Titolo: Tabella 1: Indice di copertura vegetale montana comprensivo di aree verdi, aree naturali e aree agricole (2015)
    Fonte: Elaborazioni ISPRA su cartografia ISPRA-SNPA
    Legenda: MGCI= Indice di copertura vegetale montana
    Tabella 1: Indice di copertura vegetale montana comprensivo di aree verdi, aree naturali e aree agri-cole (2015)
    REGIONE AREE MONTANE AREE VERDI MONTANE MGCI AREE NATURALI MONTANE AREE AGRICOLE MONTANE
    ha ha % ha % sul totale aree montane % su aree verdi montane ha % sul totale aree montane % su aree verdi montane
    Piemonte 1,052,790 959,755 91.2 914,004.0 86.8 95.2 45,750.6 4.3 4.8
    Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste 317,419 231,633 73.0 212,619.0 67.0 91.8 19,013.7 6.0 8.2
    Lombardia 778,163 665,263 85.5 627,163.8 80.6 94.3 38,099.3 4.9 5.7
    Trentino-Alto Adige/Südtirol 1,242,897 1,051,483 84.6 948,642.4 76.3 90.2 102,840.4 8.3 9.8
    Veneto 457,123 420,579 92.0 393,712.2 86.1 93.6 26,866.5 5.9 6.4
    Friuli-Venezia Giulia 303,900 288,877 95.1 281,584.0 92.7 97.5 7,293.1 2.4 2.5
    Liguria 200,494 194,929 97.2 185,728.7 92.6 95.3 9,200.2 4.6 4.7
    Emilia-Romagna 447,176 426,965 95.5 315,581.5 70.6 73.9 111,383.7 24.9 26.1
    Toscana 417,852 403,763 96.6 370,188.5 88.6 91.7 33,574.4 8.0 8.3
    Umbria 223,682 218,460 97.7 170,758.0 76.3 78.2 47,702.3 21.3 21.8
    Marche 199,126 192,477 96.7 160,936.6 80.8 83.6 31,540.4 15.8 16.4
    Lazio 390,007 381,273 97.8 336,772.3 86.4 88.3 44,501.0 11.4 11.7
    Abruzzo 633,021 606,186 95.8 483,231.0 76.3 79.7 122,955.3 19.4 20.3
    Molise 201,338 193,826 96.3 110,952.7 55.1 57.2 82,873.5 41.2 42.8
    Campania 394,806 381,526 96.6 270,233.6 68.4 70.8 111,292.2 28.2 29.2
    Puglia 91,136 88,563 97.2 59,042.7 64.8 66.7 29,520.4 32.4 33.3
    Basilicata 425,643 410,035 96.3 262,640.2 61.7 64.1 147,395.2 34.6 35.9
    Calabria 551,665 535,573 97.1 449,525.6 81.5 83.9 86,047.7 15.6 16.1
    Sicilia 619,808 578,187 93.3 325,789.1 52.6 56.3 252,398.2 40.7 43.7
    Sardegna 422,640 411,504 97.4 322,688.4 76.4 78.4 88,815.6 21.0 21.6
    Italia 9,370,685 8,640,858 92.2 7,201,794.3 76.9 83.3 1,439,063.7 15.4 16.7
    Fonte: Elaborazioni ISPRA su cartografia ISPRA-SNPA.
    Legenda:
    MGCI: Indice di copertura vegetale montana