SUPERFICIE FORESTALE: STATO E VARIAZIONI - Edizione 2017

×

Messaggio di avvertimento

Questa scheda indicatore non è stata aggiornata nell'Edizione 2018, la versione che stai visualizzando è in Edizione 2017
Abstract: 
Figura 1: Variazione della superficie forestale e del coefficiente di boscosità
Indicatore di stato che rappresenta, a livello nazionale, la porzione di territorio occupata dalle foreste e descrive le variazioni della copertura boscata nel tempo. In prosecuzione di un trend iniziato a partire già dal secondo dopoguerra, la superficie forestale italiana ha avuto sino adesso una graduale e continua espansione: da 8.675.100 ettari del 1985 si è passati a 11.110.315 ettari del 2015, con un incremento pari al 28,1%.
Descrizione: 
Indicatore di stato che rappresenta, a livello nazionale, la porzione di territorio occupata dalle foreste e descrive le variazioni della copertura boscata nel tempo.
Scopo: 
Valutare l'estensione della componente boscata del territorio e di descriverne la tendenza nel tempo.
Criteri di selezione: 
  • Misurabilità (i dati utilizzati per la costruzione dell'indicatore sono/hanno): 
    Adeguatamente documentati e di qualità nota [Accessibilità]
    Facilmente disponibili o resi disponibili a fronte di un ragionevole rapporto costi/benefici
    Una "buona" copertura spaziale
    Una "buona" copertura temporale (almeno 5 anni)
  • Rilevanza e utilità (l'indicatore): 
    È di portata nazionale oppure applicabile a temi ambientali a livello regionale ma di significato nazionale
    È in grado di descrivere il trend in atto e l'evolversi della situazione ambientale
    È semplice, facile da interpretare
    È sensibile ai cambiamenti che avvengono nell'ambiente e collegato alle attività antropiche
    Fornisce un quadro rappresentativo delle condizioni ambientali, delle pressioni sull'ambiente o delle risposte della società, anche in relazione agli obiettivi di specifiche normative
    Fornisce una base per confronti a livello internazionale
  • Solidità scientifica (l'indicatore): 
    È basato su standard nazionali/internazionali e sul consenso nazionale/internazionale circa la sua validità
    È ben fondato in termini tecnici e scientifici
    Possiede elementi che consentono di correlarlo a modelli economici, previsioni e sistemi di informazione
    Presenta attendibilità e affidabilità dei metodi di misura e raccolta dati
    Comparabilità nel tempo
    Comparabilità nello spazio
Riferimenti normativi: 
RD 3267/1923 (Riordinamento e riforma della legislazione in materia di boschi e di terreni montani)
Obiettivi fissati dalla normativa: 
L'indicatore non ha riferimenti diretti con specifici elementi normativi.
DPSIR: 
Stato
Tipologia indicatore: 
Descrittivo (tipo A)
Riferimenti bibliografici: 
Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste - ISAFA. 1988. Inventario Forestale Nazionale. Sintesi metodologica e risultati.
De Natale F. et al., 2003 - Stima del grado di copertura forestale da ortofoto e applicazione della definizione di bosco negli Inventari Forestali. L'Italia Forestale e Montana n°4: 289-300.
Inventario Nazionale delle Foreste e dei serbatoi forestali di Carbonio (INFC) http://www.sian.it/inventarioforestale/jsp/home.jsp
Rapporto italiano Global Forest Resources Assessment 2015 (FAO), coordinato dal Corpo Forestale dello Stato http://www.fao.org/3/a-az245e.pdf
Limitazioni: 
Non compilato
Ulteriori azioni: 
La messa a regime con regolari aggiornamenti dell'Inventario Nazionale delle Foreste e dei serbatoi forestali di Carbonio (INFC) potrà fornire dati sempre più approfonditi e di dettaglio. Detto Inventario è istituito, ai sensi dell'art 1 del DM 13.12.2001, presso il CFS (attuale CUTFAA dell'Arma dei Carabinieri) con lo scopo (art.2) di realizzare uno strumento permanente di conoscenza del patrimonio forestale nazionale a supporto delle funzioni di indirizzo politico del settore forestale e ambientale, ivi compresa la tutela e il recupero della biodiversità.
Frequenza di rilevazione dei dati: 
Non definibile
Accessibilità dei dati di base: 
Richiesta presso il CFS (attuale CUTFAA dell'Arma dei Carabinieri) e consultazione dei rapporti relativi al Global Forest Resources Assessment (FAO).
Fonte dei dati di base: 
FAO
Unità di misura dell'indicatore: 
Ettaro (ha)
Percentuale (%)
Descrizione della metodologia di elaborazione: 
I dati del 1990 e del 2000 sono stati stimati attraverso interpolazione lineare tra quelli dell'Inventario Forestale Nazionale (IFN) del 1985 e quelli dell'Inventario Nazionale delle Foreste e dei serbatoi forestali di Carbonio (INFC) del 2005. Prima dell'interpolazione i dati dell'IFN sono stati riclassificati secondo le categorie del Forest Resources Assessment (FRA) della FAO, con le quali l'INFC è invece completamente allineato.
I dati del 2010 e del 2015 si basano su una stima delle risorse forestali italiane aggiornata in base ai nuovi dati di "fase 1" (foto interpretazione effettuata nel 2013) forniti dall'INFC 2015.
Infine si è calcolato il coefficiente di boscosità, parametro riconosciuto come espressione della ricchezza in copertura forestale del territorio, come rapporto percentuale tra la superficie forestale e quella territoriale.
Core set: 
Strategia di Azione Ambientale per lo Sviluppo Sostenibile in Italia (DELIBERA CIPE N. 57 DEL 2/8/2002)
Sviluppo sostenibile europeo (EUSDI) del 2015
Green growth OECD
7EAP - Dati sull'ambiente
SDGs Indicators
Tipo di rappresentazione: 
Grafico
Tabella
Copertura spaziale: 
Nazionale
Copertura temporale: 
1985-2015
Descrizione della qualità dell'informazione: 
L'informazione utilizzata per il popolamento dell'indicatore rappresenta un dato molto importante ai fini della rappresentazione dell'entità del patrimonio forestale, componente fondamentale degli ambienti naturali e semi-naturali. Presenta una buona affidabilità e validazione, un'ottima comparabilità nel tempo e nello spazio.
Periodicità di aggiornamento: 
Non Definibile
Stato e trend: 
In prosecuzione di un trend iniziato a partire già dal secondo dopoguerra, la superficie forestale italiana ha avuto sino adesso una graduale e continua espansione: da 8.675.100 ettari del 1985 si è passati a 11.110.315 ettari del 2015, con un incremento pari al 28,1%. Anche la superficie forestale presente in aree protette ha avuto un notevole incremento, parallelamente al processo di ampliamento dell’istituzione di dette aree (Tabella 1). Il coefficiente di boscosità è passato dal 28,8% nel 1985 al 36,8% nel 2015 (Figura 1).Tale trend è legato in parte alle attività di forestazione e soprattutto al fenomeno di espansione naturale del bosco in aree agricole marginali collinari e montane.
Commenti: 
I dati riportati fanno riferimento alla definizione FAO adottata per il Forest Resources Assessment del 2010 (FRA 2010). Secondo tale definizione deve intendersi per “bosco” un territorio di estensione maggiore di 0,5 ha, con copertura arborea maggiore del 10% di alberi che devono poter raggiungere un’altezza minima di 5 m a maturità in situ (nel 2015 pari a più di 9 milioni di ettari) (Tabella 1). Sono esclusi i territori a prevalente uso agricolo o urbano.
Per “altre terre boscate” deve invece intendersi un territorio avente estensione maggiore di 0,5 ha con copertura arborea del 5-10% di alberi in grado di raggiungere un’altezza minima di 5 m a maturità in situ oppure con copertura mista di arbusti, cespugli e alberi maggiore del 10%. Sono esclusi i territori a prevalente uso agricolo o urbano.
  • Titolo: Figura 1: Variazione della superficie forestale e del coefficiente di boscosità
    Fonte: FAO - Global Forest Resources Assessment 2015 - Country Report Italy

    Figura 1: Variazione della superficie forestale e del coefficiente di boscosità
  • Titolo: Tabella 1: Variazione della superficie forestale e del coefficiente di boscosità
    Fonte: FAO - Global Forest Resources Assessment 2015 - Country Report Italy

    Tabella 1: Variazione della superficie forestale e del coefficiente di boscosità
    1985 1990 2000 2005 2010 2015 Variazione 1985 (1990) -2015
    ha %
    Bosco 7,200,000 7,589,800 8,369,400 8,759,200 9,028,139 9,297,078 29.1
    Altre terre boscate 1,475,100 1,533,408 1,650,025 1,708,333 1,760,785 1,813,237 22.9
    Superficie forestale 8,675,100 9,123,208 10,019,425 10,467,533 10,788,924 11,110,315 28.1
    di cui in aree protette n.d. 645,000 2,874,000 3,062,000 3,265,000 3,265,000 406.2
    Coefficiente di boscosità 28.8 30.3 33.3 34.7 35.8 36.8
    Fonte: Global Forest Resources Assessment 2015 - Country Report Italy